Immigrazione in provincia di Bergamo

17 12 2009

Mercoledì 16 dicembre 2009 alle ore 11, nello spazio Viterbi della Provincia si è svolta la presentazione del settimo Rapporto sull’immigrazione straniera a Bergamo e provincia, curata dal settore Politiche sociali e Salute nel quadro delle attività dell’Osservatorio regionale per l’integrazione e la multietnicità (ORIM).

Il Rapporto offre le stime della popolazione straniera presente nella nostra provincia al 1° luglio 2008, comparandola anche con quella delle altre province lombarde. Consente in pratica di conoscere in modo più dettagliato un fenomeno ormai strutturale della nostra società: basti pensare che in un territorio in cui vivono oltre 1 milione di persone 115mila provengono da Paesi europei ed extraeuropei.

I lavori sono stati introdotti dall’assessore alle Politiche sociali e Salute Domenico Belloli, che ha evidenziato la validità di questo annuario statistico “ormai giunto alla settima edizione, il che testimonia l’interesse delle istituzioni e della volontà di conoscenza del fenomeno, che investe soprattutto il Settentrione”. “Bergamo – ha continuato Belloli – è al terzo posto in Lombardia per numero di immigrati e presenta alcune costanti che rimangono invariate nel tempo: la presenza preponderante dei maschi sulle femmine (56%); un’ampia diffusione territoriale che crea situazioni di criticità (ad esempio Zingonia) e un forte inserimento degli stranieri nel mercato del lavoro e in quello della casa”.

Silvano Gherardi, dirigente del settore Politiche sociali e Salute, ha ringraziato l’assessore che dopo essersi insediato ha voluto da subito dare continuità al progetto. “Il rapporto sull’immigrazione – ha dichiarato Gherardi – è un momento importante e rientra nell’ampia attività della Provincia su questo argomento, a cominciare dall’azione di coordinamento degli sportelli. A questo proposito, stiamo programmando un corso per migliorare e aggiornare le professionalità coinvolte”.

Alessio Menonna, ricercatore dell’Osservatorio regionale – Fondazione ISMU, ha illustrato i vari aspetti che emergono dall’indagine compiuta: “Il complesso dei risultati forniti dalle indagini campionarie ha offerto l’opportunità di caratterizzare l’immagine del fenomeno migratorio in provincia di Bergamo rispetto ai tratti più significativi sotto il profilo bio-demografico, culturale, sociale, economico occupazionale e abitativo familiare, fornendo – in un’analisi storica che parte dal 2001 – tutti gli elementi per valutare la dinamica dell’integrazione e le problematiche nuove e ancora aperte“.

Dati in sintesi

Il prof. Menonna ha evidenziato alcuni dati che sintetizzano la situazione:

  1. Bergamo si conferma al terzo posto in Lombardia per il numero di presenze straniere, con una incidenza sulla popolazione totale che sfiora l’11%.
  2. Quattro quinti dei 115mila stranieri che provengono da paesi europei ed extraeuropei sono regolari, mentre gli irregolari arrivano a 14mila presenze. (In generale l’irregolarità nella presenza nel 2008 ricorre per circa 12 immigrati ogni 100. Si tratta di una proporzione simile a quella registrata nel 2007 (11%), ma molto inferiore a quella del 22 – 23% registrata nel primo biennio d’indagine e superiore all’8% post regolarizzazione “Bossi Fini” nel 2003/ 2004. In particolare negli ultimi 12 mesi la componente d’immigrazione est europea ha conservato il proprio tasso di irregolarità sul valore più basso d’incidenza nell’8% dei casi).
  3. La distribuzione per distretti sociosanitari ne vede cinque con una presenza superiore alle 10mila unità, quelli di Bergamo, Dalmine, Isola Bergamasca, Treviglio e Romano.
  4. Provenienza: l’Europa dell’Est mostra gli aumenti più consistenti con i rumeni, che hanno raddoppiato la propria presenza  nel giro dell’ultimo anno, diventano il secondo collettivo più numeroso con 17.100 unità, dopo quello marocchino, con 21.600 unità (presente mediamente da 7 anni nella Bergamasca). Il collettivo albanese è al terzo posto, con 13.300 unità, seguito dal senegalese, con 9.500 presenze, e dall’indiano, con 7.000 unità (presente mediamente da 8 anni nel nostro territorio).
  5. Grafico

  6. In base all’area geografica, le percentuali evidenziano una pari presenza di provenienti dall’Africa e dall’Europa dell’Est; segue l’Asia e poi l’America Latina.
  7. Il collettivo boliviano ha registrato una crescita molto elevata (39%) tra la seconda metà del 2007 e il primo semestre del 2008, confermandosi in sesta posizione per numerosità, peraltro con 5.000 unità sul nostro territorio su un totale di 6.800 in tutta la Lombardia (circa 3 su 4).
  8. La religione prevalente è quella musulmana (ma incide la sottovalutazione della presenza boliviana) con la più alta percentuale di musulmani (53,9%) rispetto al resto della Lombardia. I professanti cattolici sono il 19% e quelli di altre religioni cristiane il 15,4%.
  9. Condizione lavorativa: il 40% degli ultraquattordicenni ha un contratto a tempo indeterminato e si tratta in netta prevalenza di uomini; l’11% ha un contratto a tempo determinato; la disoccupazione si attesta al 7%.
  10. 1 immigrato su 4 è sicuramente povero, mentre circa il 44% è sicuramente al di sopra della soglia di povertà.
  11. Il titolo di studio maggiormente dichiarato è quello della scuola dell’obbligo.
  12. Il rapporto tra uomini e donne è favorevole ai primi con il 56% contro i 44%
  13. Il livello di integrazione è al di sopra della media regionale e l’incidenza maggiore è rappresentata dal numero di anni di permanenza sul territorio.

Fonte: Provincia di Bergamo

Presentazione sull’immigrazione nella provincia

Volume completo del rapporto sull’immigrazione nella provincia (Dati statistici 2008)

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: