Biblioteca: si dimette il presidente

31 03 2009

bibliotecaIl presidente della Commissione Biblioteca di Bottanuco si è dimesso: le dimissioni sono state protocollate sabato mattina in Comune. Di seguito, la sua lettera integrale con le motivazioni.

Alla base di questa decisione, ponderata e sentita, vi sono numerose motivazioni, che mi stanno particolarmente a cuore: dalla non-gestione della biblioteca, alla perplessità dei processi alla base delle decisioni prese in commissione, alle lungaggini burocratiche dei processi interni, che trovano poche giustificazioni a livello normativo.

Riguardo ad alcune tematiche, affrontate nelle varie commissioni, sono rimasto basito dalle risposte che ho ricevuto.

Non mi sembra il caso di ribadirle in questo messaggio, ma quel che appare evidente è che questa Commissione abbia esaurito da tempo il proprio potenziale ed abbia tradito quel clima di collaborazione e innovazione che aveva avviato tutti i componenti con entusiasmo al momento del proprio insediamento.

Guardando al futuro, alla luce degli ultimi eventi, immagino che la prossima giunta, più che di una commissione biblioteca abbia bisogno di una commissione per l’intrattenimento para-culturale: la gestione operativa della biblioteca passa spesso in secondo piano, nonostante le problematiche da affrontare non siano di poco conto. A questo punto
non può trattenersi una provocazione: avrebbe più senso creare una commissione per l’intrattenimento, per le attività ludiche, piuttosto che “usare” la commissione biblioteca come manovalanza per iniziative che non le competono, o comunque non fondamentali per la propria riuscita.

Evidentemente questa manovalanza piace, fa sentire attivi e partecipativi. Questo non è necessariamente un male di per sé: lo diventa, suo malgrado, quando la manovalanza si sostituisce pressoché integralmente a tutte le altre attività. (continua a leggere cliccando su «Leggi il seguito di questo post»)

Molto lavoro è stato portato avanti in oltre 4 anni, ma non si può ignorare la domanda fondamentale al termine di ogni mandato: cosa non abbiamo fatto per la biblioteca? Si poteva fare di più?

Credo la risposta debba leggersi come positiva, senza dubbio alcuno. L’elenco delle cose portate a conoscenza della commissione è lungo, le risposte, al contrario turbano molto per la loro inconsistenza e lascia basiti il constatare come si cerchi di sfuggire a certe domande.

Ne riporto solo alcune, affinché non vengano mai a mancare alla memoria:

– inventario: mi chiedo come una biblioteca possa non fare un inventario negli ultimi 10 anni (l’unico inventario risale all’anno 2000), se qualcuno si chiede “perchè bisogna fare l’inventario” la risposta è che l’inventario di una biblioteca ha importanza ai fini di avere a livello nazionale, regionale, provinciale e locale una perfetta conoscenza del proprio patrimonio culturale, oltre che per avere coscienza di quanti libri si sono persi o rovinati.

– 4 (quattro) anni (dalla prima discussione) per cambiare delle riviste ed ottenere un risparmio economico e maggior soddisfazione degli utenti (nel trovare riviste piu’ gradite).

– utilizzo di software apparentemente non regolarmente licenziato in biblioteca: non basta “chiedere, far notare” per lavarsi una coscienza. Non si può parlare di valore e rispetto del lavoro intellettuale e poi tollerare certe leggerezze.

– newsletter: la procedura di iscrizione (invio di fax, dati anagrafici etc.) è poco incentivante, per usare un eufemismo.

Invito a non nascondersi ulteriormente dietro a una maschera di perbenismo e ad astenersi dal recitare un dialogo.
Bisogna avere il coraggio di ammetterlo: no, le cose non vanno bene.

Viene spesso a mancare, a mio parere, il rispetto per le idee differenti dalla massa e per le persone che non sempre la pensano allo stesso modo e per le persone che soprattutto tendono a concentrarsi sulle attività *della* biblioteca e concepiscono la Commissione come atta a coadiuvare il personale nella gestione ed amministrazione della stessa.

Ci preoccupiamo per due ore di decidere il colore della stoffa da usare per un laboratorio di carnevale o per decidere la data nel quale collocare un evento e non “spingiamo” per cose “più” (in quanto della biblioteca) importanti?

Ho l’impressione che questa commissione sia stata una commissione più di “manovolanza” che non di “persone che seguono la biblioteca E – se ci sono tempo e risorse – altro”; è stata una Commissione che ha creato iniziative
interessanti e ben riuscite (gruppi per le sfilate di Carnevale, laboratori per fare uova di Pasqua, lanterne natalizie, etc) ma che non le competevano, e questo ha portato ad una perdita di energia (persone) ed in alcuni casi economica (fondi) verso attività extra-bibliotecarie.

Se questo è “l’andazzo”, e visto che (dubito sarà diversamente) questa giunta si riconfermerà alle prossime elezioni, se una volta ero io a chiedere di far parte della Commisione Biblioteca, questa volta sono io chiedere di non farne parte, non tanto per un “dispetto” ma per una questione di Rispetto, delle persone e delle idee, rispetto che è presente solo quando servi per far qualcosa o ti attieni a quello che “chi conta” decide.

Detto ciò auguro in tutta sincerità il meglio alla biblioteca, e ringrazio tutte le persone con il quale ho avuto il piacere di collaborare; collaborare (anche solo per uno scambio di idee) dentro la biblioteca e sempre per essa, mi mancherà molto, ma non me la sento, perché non posso e non voglio, di stare in gruppo in realtà poco affiatato, dedito ad attività che esulano la sua “missione” originaria, al cui interno viene persino a mancare quel rispetto per l’idea altrui, a volte ironica e provocatoria, fuori dal coro.

Ed è fuori da questo coro, che mi chiamo. Potrete leggere in questo gesto un atto di resa e di sfiducia. Una constatazione dell’aver fallito o una ammissione di colpa: è probabile che siano vere entrambe. A voi la scelta, sempre che lo degnate degno di nota e ne vorrete prendere atto.

Annunci

Azioni

Information

68 responses

1 04 2009
Mauri

E’ condivisibile dall’inizio alla fine, ci sono dei retroscena pazzeschi che la dicono lunga sulla gestione della biblioteca, se non ho capito male si parla anche di software illegali.

1 04 2009
drugo

tutto il circuito delle biblioteche del vimercatese usa linux, un sacco di paesi stanno eliminando i prodotti microsoft dalle pubbliche amministrazioni in favore di linux (tra cui francia e germania), le provincie di bolzano e trento hanno messo linux in tutte le scuole gia’ da anni, tutto questo un po’ per risparmiare soldi, un po’ per aderire a un modello di sviluppo diverso.
sono curioso di vedere se la soluzione al problema del software illegale sara’ di pagare le licenze o di passare a un sistema moderno e gratuito.

1 04 2009
Steve Vay

Software e Hardware Apple sono anni luce più avanti… di conseguenza più convenienti nel tempo. Io ci lavoro e ne so qualcosa

1 04 2009
Davide

> Software e Hardware Apple sono anni luce più avanti… di conseguenza più convenienti nel tempo. Io ci lavoro e ne so qualcosa

Questa affermazione è priva di qualsiasi argomentazione: quindi è intuile.
Quello che si afferma va argomentato.

1 04 2009
Steve Vay

Beh se mi metto a parlare di ciò che utilizzo non ne capirebbe un’emerita sega nessuno, tutto qui… cmq Io lo utilizzo per produrre filmati per matrimoni e/o pubblicità (final cut) che è il software più potente in merito, idem per Logic Pro 8, Main Stage e Digital Performer per la produzione musicale, mentre uso gli universali photoshop per la grafica e Autocad per il disegno tecnico ma, credimi è un altro mondo. i file vengono archiviati in tutt’altra maniera, è veloce, pratico (parlando terra terra), è immediato nell’uso, e nessuno si sogna di inventarsi virus DMG… almeno per il momento… fin’ora i virus sono tutti.EXE… Altra cosa importante: qualunque periferica connetti te la prende senza troppi patemi al contrario di sistemi operativi ridicoli e patetici come LINUX o semplicemente Windows Vista (secondo me la cagata più colossale dopo l’elezione a presidente del consiglio Berlusca) ahahah…
1 Gb RAM MAC=3 Gb RAM PC… e questo penso dica tutto… poi fate cm volete… in america il MAC ormai è il più diffuso!

1 04 2009
gio

Apple quando ad invasare le persone è meglio della chiesa cattolica. Detto questo, cosa significa software apparentemente non regolarmente licenziato? e la newsletter, un fax per iscriversi? perchè non un piccione viaggiatore, per lo meno è più ecologico e non buttiamo via inutilmente carta!

1 04 2009
Steve Vay

Gio, apple lavora da dio… altro che palle

1 04 2009
Davide

La pubblica amministrazione usa Logic Pro?

>1 Gb RAM MAC=3 Gb RAM PC… e questo penso dica tutto… poi fate cm volete…
Cosa significa? Dal punto di vista hardware tutti i Mac dopo la introduzione dei processori intel sono dei PC con un firmware diverso (EFI).

>in america il MAC ormai è il più diffuso!
Cita le fonti.

>e nessuno si sogna di inventarsi virus DMG… almeno per il momento… fin’ora i virus sono tutti.EXE…
Stai comparando un formato che rappresenta un immagine disco (DMG) con un formato eseguibile (EXE), il che non ha senso.
Inoltre come puoi leggere qui già nel 2006 i rischi per la sicurezza stavano aumentando anche per il sistema operativo apple. E gli ultimi aggiornamenti di sicurezza apple non fanno pensare che ora le cose vadano meglio.

>qualunque periferica connetti te la prende senza troppi patemi
definisci qualunque periferica.

1 04 2009
EVVIVA

Finalmente qualcuno con 2 dita di testa ma veramente…..sà quello che dice non come altri (steve) che scrivono “paroloni” così tanto per far leggere cose insensate.RITIRATI

1 04 2009
Steve Vay

Periferiche? tastiere musicali, interfacce midi, hard disk esterni, fotocamere, videocamere, anche il tuo pene a momenti!!! ahahhah

La comparazione tra DMG e EXE ci sta tutta, basta che studi al posto di parlare su cose che nn sai…. Il Mac è più diffuso dei PC negli stati uniti, ricerca apple sul sito ufficile.

Come tu dovresti sapere la Ram nel computer Apple è ben diversa rispetto alla ram che trovi nei semplici PC…

ti dirò di più: chi da contro ad apple nel giro di 3 anni si rimangerà tutto.. io mi sto certificando Apple a MILANO in LOGIC e t garantisco che puntano ad ottenere entro il 2011 il 50% del mercato italiano nel settore…

1 04 2009
Steve Vay

nn scrivo paroloni. nn serve per un paese di ignoranti… e ho detto tutto

1 04 2009
Steve Vay

in italia si può parlare solo di youporn, facebook, msn… poveracci, mamma mia. l’esempio è il presidente del consiglio. e chi lo vota… maledizione!!!

1 04 2009
EVVIVA

ignorante sei tu!!!!!Occhio con gli insulti, finchè si parla e si scherza ok ma poi………anche perchè tu sei nato e abiti ancora qui……..ripeto RITIRATI

1 04 2009
Davide

>Periferiche? tastiere musicali, interfacce midi, hard disk esterni, fotocamere, videocamere, anche il tuo pene a momenti!!! ahahhah

La pubblica amministrazione normalmente non usa tastiere ed interfacce midi. 🙂
Gli hardisk esterni usano per la comunicazione con il sistema operativo un protocollo standard che linux supporta da molto tempo (i driver per i dischi esterni USB risalgono al ’99 (Mac OS X 10.0 è stato rilasciato nel ’99)). Le fotocamere usano normalmente lo stesso protocollo dei dischi USB oppure PTP (che entrambi sono supportati da Linux).

> La comparazione tra DMG e EXE ci sta tutta.
No, non ha senso: DMG contiene file mentre EXE contiene codice eseguibile.

>Il Mac è più diffuso dei PC negli stati uniti, ricerca apple sul sito ufficile.
Il fumo non è dannoso per la salute, ricerca dei produttori di tabacco.

> Come tu dovresti sapere la Ram nel computer Apple è ben diversa rispetto alla ram che trovi nei semplici PC…
“iMac now has up to 4GB of 1066MHz DDR3” [1]
Si hai ragione è diversa: ora vendono PC con DDR3 a 1333 e 1600 che è più veloce di quella a 1066 Mhz. [2]
E comunque hai comparato 2 dimensioni, e come dovresti sapere bit e byte in Mac e PC sono equivalenti.

> ti dirò di più: chi da contro ad apple nel giro di 3 anni si rimangerà tutto.. io mi sto certificando Apple a MILANO in LOGIC e t garantisco che puntano ad ottenere entro il 2011 il 50% del mercato italiano nel settore…
Quale settore? La pubblica amministrazione? non credo.

[1] http://www.apple.com/imac/features.html
[2] http://en.wikipedia.org/wiki/DDR3_SDRAM

1 04 2009
Steve Vay

ma tu 6 nato qui forse!!! ritirati te… io nn ho offeso nessuno personalmente. RITIRATI

1 04 2009
Steve Vay

che cosa me ne frega della pubblica amministrazione!! è tutto un magna magna, nn me ne frega. Io ho solo detto che per esperienza MAC è insuperabile ora cm ora! e basta

su questo argomento nn mi espongo più, che è come parlare al muro!! ahahah

1 04 2009
♀ pierfranco ♀

Steve una domanda, ho letto che usi Autocad, vorrei sapere se usi anche Autodesk-3ds max 2008/2009 . Grazie

1 04 2009
Davide

dimenticavo… pure le videocamere sono supportate da linux, sia DV che analogiche.

1 04 2009
EVVIVA

Come non hai offeso nessuno….hai dato dell’ignorante ad oltre il 60% del paese!!
e poi lo so che sei nato qui o meglio risiedi qui dalla nascita, perchè puoi essere nato all’ospedale di Bergamo, di Ponte o dove cavolo vuoi….

1 04 2009
Steve Vay

Ciao Pier!!!! no, autodesk-3ds nn lo uso!!! perchè?!?!
su quel tipo di programmi sono rimasto indietro… mi si obbligava a fare quella scuola ihih

1 04 2009
Sayonara nahissy

mitico steve!!!

1 04 2009
Davide

> che cosa me ne frega della pubblica amministrazione!! è tutto un magna magna, nn me ne frega. Io ho solo detto che per esperienza MAC è insuperabile ora cm ora! e basta
su questo argomento nn mi espongo più, che è come parlare al muro!! ahahah

Si, direi che la pubblica amministrazione è fuori tema… E non ci interessa nemmeno sapere nulla della biblioteca… ci interessa parlare della tua certificazione.

1 04 2009
Steve Vay

beh quel 60% lo merita di sentirsi dire ignorente, va!

1 04 2009
Steve Vay

stavo parlando della funzionalità dei MAC che se vanno strabene in quello che uso io, penso che nella pubblica amministrazione farebbe fuoco e fiamme… tutto qui

1 04 2009
♀ pierfranco ♀

Grazie, volevo espormi unpò di + sull’animazione e so che 3ds max è quasi al pari di Maya, attualmente uso Cinema 4d; è unpò limitato ma buonino come rendering. È per l’architettura Autocad, mi piacerebbe vedere qualche tuo lavoro… 🙂

1 04 2009
Steve Vay

no che architettura!!! disegno meccanico, e tra l’altro lo odio… lo sto ripassando solo perchè con la crisi meglio prepararsi anche a fare quello che nn vuoi…per l’appunto!!
purtroppo nn so nulla di architettura, ma nn posso sapere tutto!!! iuhih

1 04 2009
Davide

> stavo parlando della funzionalità dei MAC che se vanno strabene in quello che uso io, penso che nella pubblica amministrazione farebbe fuoco e fiamme… tutto qui
Non necessariamente… Non è detto che A implichi B.

1 04 2009
Steve Vay

mamma mia ma tu 6 nato per complicarti l vita mio caro!

1 04 2009
♀ pierfranco ♀

Ah credevo fosse per l’architettura. Comunque fai bene a ripassartelo, vuoi essere un eclettico è ? 🙂

1 04 2009
Steve Vay

eclettico, sinfonico ahahahhaha
beh che dire, meglio pararsi il c… in questo momento in cui i ricchi si stanno arricchendo e i poveri fanno la fame… mi sento un po’ robin hood!!! ahaha

1 04 2009
mv

ma siete tutti impazziti? solo commenti fuori tema! non è una gara a chi è più competente…. torniamo al post! ivan puoi diri chi era il presidente della commissione? sai per caso come sono state accolte dalla giunta queste notizie?

1 04 2009
gio

il presidente è (anzi era) Marco Oggioni, mentre il vice-presidente Edoardo Raimondi.
Secondo me la giunta comunale ha avuto la stessa reazione di un piede che calpesta un filo d’erba 😀 Certo che dare le dimissioni ad tre mesi dalla fine del mandato..

1 04 2009
Anonimo

Caro Presidente un bagno di umilta non ti farebbe male, quando sei stato eletto presidente della commissione biblioteca pensavi aver raggionto il potere assoluto e non ritieni giusto “sporcarti” le mani … effettivamente non ti si è mai visto alle attività organizzate … personalmente ammiro quelle persone che oltre a parlare parlare parlare si mettono in prima linea nel fare le cose.
Pertanto, pur non conoscendo le problematiche da te esposte, mi sembra chese l’obbiettivo della commissione era il “agire” anziche il “parlare” abbia fatto un ottimo servizi al Paese.

Rifletti ………..

1 04 2009
Francy

io frequento poco la biblioteca, ma leggendo questa lettera sembra che la biblioteca si sia occupata di cose che non le competevano, e che abbia qualche problema di non poco conto da risolvere, se questi problemi non sono stati affrontati per fare cose che non centrano con la biblioteca la cosa in sè è grave, e se non ci sono persone capaci di risolvere i problemi di un ente questo è altrettanto grave. Qualche settimana fa mi trovavo in oratorio insieme ad altri ragazzi per fare dei lavori, ognuno faceva tutto per tutti, ma un comune non è un oratorio, ci sono persone e commissioni preposte ad amministratre ecologia ed ambiente, giovani, sociale etcetc. Tutte queste attività extra bibliotecarie non erano forse compito dell’assessore alla cultura o di quello al tempo libero? Viva il mac! Viva la Apple!

1 04 2009
Edo

Caro presidente della commissione biblioteca come sempre a recitare e fare il protagonista sei molto bravo. Ti ricordo che sin dall’inizio del tuo mandato hai solamente parlato, parlato , parlato e mai agito concretamente. Facile dimettersi a 3 mesi dalla fine lasciando un alone di polemica e scaricare le colpe al altri e sopratutto a chi mette cuore e anima e si sporca anche le mani. ti ricordo inoltre che in molte commissioni non hai partecipato senza nemmeno avvisare delle tue assenze. Rifletti su come hai agito e invece di fare solo delle critiche fartti un esame di coscienza per capire se dove hai delle colpe. Non sei un dio. Scendi dal tuo piedistallo. Grazie

1 04 2009
Anonimo

Presidente hai fatto un enorme bene alla comunità a dimetterti. Non ti abbiamo mai visto protagonista e attivo nelle attività organizzate dalla biblioteca e non ti abbiamo mai visto nemmeno in biblioteca. Azioni concrete per migliorare e organizzare la bibiloteca non le hai mai fatte. Quindi invece di dimetterti e sparare sentenze su chi sta svolgendo sino in fondo il proprio compito egregiamente (compresa la bibliotecaria) vedi di analizzare e pensare a quello che non hai fatto. Sei come i ns. politici tanto fumo e poco arrosto, spari sentenze e critiche e ti dimetti alla fine per addossare le colpe agli altri. Ricordati che al timone della barca sino ad ieri eri tu. Un comandante non abbandona mai la propria barca. Medita….

1 04 2009
La signora in giallo

è interessante vedere come Anonimo delle 21.31, “Edo” e Anonimo delle 18.22 siano la stessa persona, siamo così caduti in basso coi commenti? così come Sayonara nahissy = Steve. “Anonimo” mi sa tanto di persona che ha a che fare col comune ed anche con qualche problema di autostima; ma poi mi pongo una domanda: un commentatore che dice di non aver mai visto una persona di una commissione comunale attiva, significa che come minimo fa parte di questa commissione, magari se ci dicesse chi è e se ci raccontasse se le cose dette nella lettera sono vere o false, perchè se sono false qui c’è qualcuno che sta per fare un enorme figura di …. se sono vere non vorrei essere nei panni del comune a doverne poi rispondere, ci fai questo favore? così torniamo a parlare dei nostri soliti argomenti anche più importanti, come ad esempio il sindaco che allarga le cave, delle gare di aerei di carta con centiana di euro di premi, della biblioteca che organizza una sfilata di carnevale e del comune che non fa nulla per risolvere il problema della consegna della posta, oppure del fatto che alle prossime elezioni ci sarà una sola lista schizzofrenica da votare 🙂 (schizzofrenica nelle idee of course).

1 04 2009
♀ pierfranco ♀

Cara signora in giallo, non è detto che le persone della commissione siano inattive, nella maggior parte è vero il contrario. Il problema è l’essere attivo in un modo o in un altro. La maggior parte delle persone attive in ogni campo ne combina di tutti i colori, semplicemente perchè ha una veduta limitata delle cose e si difende dicendo « io faccio solo il mio lavoro ». Sono convintissimo che pensando e meditando + del dovuto si possa fare molta strada, quì dalle nostre parti però è raro pensare e meditare; il motto è: bisogna lavorare! Non lo dico personalmente al presidente della commissione bibl. ma a tutti coloro che vorranno interessarsi di qualsiasi caricha Comunale perchè ogni cosa ha la sua importanza e bisogna entrare nel loro contesto. Poi, come ultima cosa per come la vedo io, una commissione comunale dev’essere sostenuta da persone che abbiano unpò di conoscenza e di cultura ma è quì che c’è l’enorme errore che tutti commettono, sopratutto il primo cittadino. La cultura non ha un solo arrivo, anzi è infinita e non è certo un diploma od una laurea che pone fine alla cultura. Ad es. la tematica della cultura è conoscere ciò che non si conosce, andare oltre ed esplorare sia il passato che il presente. A dire queste cose mi vengono in mente i ragazzi che si danno alla Musica, sopratutto i chitarristi che oltre ad immaginare la chitarra elettrica ed il suo distorsore non vedono altro, semplicemente perchè non vanno oltre e sono cresciuti abituandosi al rumore,gli strumenti acustici non suscitano molto interesse… Ma non solo loro, anche quelli della 3^ età che amano la musica classica, così dicono, oltre alla musica sinfonica non vedono nient’altro mentre la cosidetta ” Musica colta ” ha diverse correnti. La 2^ età parla di Vasco e Ligabue e la 3^ età di Mozart e Verdi, oddio… a parte il fatto che i primi 2 citati pendono in basso e forse vanno ancora + giù, direi terra a terra mentre Mozart e Verdi sono la figura della vera musica, anche se a me non piaciono; riconosco la professionalità ma non mi danno grandi sentimenti. La Musica è enorme e Compositori con tanto di cappello ce sono molti, basta cercare. A parte la Musica, ogni cosa è infinita, si può conoscere molto volendo, se si mira ad una carica Comunale è doveroso conoscere molto e parlare quanto basta per esporre iniziative concrete e interessanti. Vi dico una cosa: io sono cresciuto con le cariche comunali in casa, con gli assessori dei Sabato sera, e non ho mai sentito parlare di Musica, di Lettura, di Fotografia, di Arte in generale, di Natura, di tante altre cose belle. 4 cose soltanto ho ascoltato, le case, le auto, il pallone e le fabbriche. Credete davvero alle innovazioni, al futuro con quelle persone ?

2 04 2009
Davide

La lettera porta alla luce delle situazioni tragicomiche ed illegali:
– inventario: mi chiedo come una biblioteca possa non fare un inventario negli ultimi 10 anni […]
Mi sembra abbastanza grave.

– 4 (quattro) anni (dalla prima discussione) per cambiare delle riviste ed ottenere un risparmio economico e maggior soddisfazione degli utenti (nel trovare riviste piu’ gradite).
Cambiare delle riviste deve essere una situazione moolto complessa… Che riviste erano?

– utilizzo di software apparentemente non regolarmente licenziato in biblioteca: non basta “chiedere, far notare” per lavarsi una coscienza. Non si può parlare di valore e rispetto del lavoro intellettuale e poi tollerare certe leggerezze.
assoluta illegalità… Non ho altro da dire.

– newsletter: la procedura di iscrizione (invio di fax, dati anagrafici etc.) è poco incentivante, per usare un eufemismo.
burocrazia ridicola.

Lavorare in una situazione simile non è accettabile, ha fatto bene a dimettersi.

2 04 2009
drugo

non credevo di scatenare l’ennesima guerra di religione tra sistemi operativi.
il mac funzionera’ anche bene, lo so, tra l’altro ora il suo sistema operativo e’ basato su unix, quindi e’ un cugino di linux, ma e’ impensabile passare al mac nell’amministrazione pubblica (e infatti nessuno al mondo lo sta facendo), primo perche’ vuol dire cambiare tutti i computer, con una spesa non indifferente, e secondo perche’ il suo punto di forza non sta li, va benissimo per grafica e musica, per il desktop puro, ma come server ad esempio non funziona, ogni sistema operativo ha i suoi punti di forza e i suoi punti deboli.
Dire che linux e’ ridicolo e patetico e’ un’affermazione pesante, per vista lo capisco, per linux proprio no, lo uso da 12 anni e non mi sembra ne ridicolo ne patetico, altrimenti l’avrei abbandonato da tempo, e poi c’e’ il modello di sviluppo di linux e del software libero in generale che e’ proprio un’altra cosa, un valore aggiunto non indifferente.

p.s. dove sto ora c’e’ una biblioteca che con 0 lire (i PC di fascia bassa su cui linux gira bene si recuperano gratis dagli smaltimenti aziendali) ha messo a disposizione diversi terminali per navigare in internet, a me pare un ottimo esempio di come con un po’ di buona volonta’, anche senza spendere soldi o con spese minime, si possono fare molte cose, e come ragionamento generale (senza contare i risvolti “ecologici” e il fatto che siamo in crisi quindi il risparmio dovrebbe essere al primo posto dei pensieri di ogni buon amministratore) mi pare la strada migliore da seguire.

2 04 2009
Steve Vay

sayonara è la mia lei… così spiego tutto!!!

2 04 2009
IL CAPITANO

Steve Vay in questo blog non ce ne frega un caxxo di cosa fai tu… qui si parla di amministrazione pubblica non di fare pubblicità alla apple…
chi sei il cugino di steve jobs?

cmq l’amministrazione pubblica non passerà mai ad un mac, costa troppo e non serve quel tipo di pc…
e poi dovresti sapere meglio di me (visto che a tuo dire noi siamo ignoranti mentre tu sei la bibbia del sapere) che in biblioteca anke un pc del 1998 con windows me o una qualsiasi distribuzione di linux (es.ubuntu) è più che sufficente e risparmi anche 1000€ rispetto al mac…cmq mi sembra un po’ da ipocriti dimettersi a un paio di mesi dalle elezioni dopo che come dice lui da 4 anni non è daccordo….per 4 anni però si è preso anke lui la sua parte…adesso che non ha nulla da perdere parla e si dimette solamente per fare “NOTIZIA” ….voto 4 ipocrita…

2 04 2009
Steve Vay

Capitano stai dando dell’ipocrita senza sapere nemmeno il significato di tale parola!!! Puoi dire magari irresponsabile se lo pensi ma nn ipocrita… riguardo al mac… nn costa troppo.

L’italiano è considerato all’estero IGNORANTE (pure io sono italiano), ci prendono per il culo tutti con il fatto che Berlusconi è ancora al governo, nonostante tutti sappiano quanto è mafioso lui e chi lo sostiene. Sappiamo malapena la nostra lingua (gli altri europei parlano 2/3 lingue molto bene), cacciamo le menti sane perchè i cervelli, la conoscenza, a certa gente da fastidio (Biaggi, Montanelli). A Silvio serve un popolo di ignoranti e schiavi anche se nn ve ne accorgete sta riuscendo nel suo intento… perchè l’ignoranza è data non dal poco cervello ma dalla cattiva informazione (inutile dire chi ha in mano tutto…). Siete ottusi se nn lo capite o acconsentite ad una forma di totalitarismo?
eddaiiiiiiiiii

2 04 2009
CIAOCIAO

MA QUANTO SEI PESANTE………
NON SE NE PUò PIù………MA CHI CREDE DI ESSERE DOPO TUTTO SEI A BOTTANUCO ANCHE TU COME NOI TUTTI……….

2 04 2009
Steve Vay

pesante cosa? se do fasidio perchè dico la verità allora hai ragione!!! qui nn tutti sn di bottanuco cmq… ok cmq basta nn devio più le discussioni tanto ..

2 04 2009
Andrea

Mi pare bizzarro che le persone direttamente coinvolte dalle
affermazioni del presidente dimissionario — Assessori? Funzionari del
Comune? Cittadini in commissione biblioteca? — non trovino anch’esse
il coraggio di esporre apertamente le loro repliche, firmandole con
nome e cognome come ha fatto il presidente.

Questo presidente ha avuto il coraggio di fare una scelta impopolare,
a poche settimane dalle elezioni, di mettere la sua faccia per
spiegare come lui la biblioteca l’ha amata, in questi anni, e
ciononostante non sia riuscito a fare o ottenere cio’ che riteneva e
ritene più utile per il bene della stessa, e quindi della
collettività.

Nascondersi dietro l’anonimato, come fanno gli anonimi (o l’anonimo?)
che l’hanno attaccato, serve a convincere ancora di più chi legge che
le storture evidenziate dal presidente e riassunte bene da Davide sono
problemi reali che pero’ nessuno ha mai voluto affrontare veramente.
Secondo questi anonimi il “comandante” non avrebbe dovuto abbandonare
la barca, peccato pero’ che questa barca andasse da tempo alla deriva
o comunque dove volevano altri, incuranti dei richiami del comandante.

Rispondete apertamente a quanto viene affermato e a quanto è già stato
richiesto più volte in questi anni, come si capisce dalla lettera,
firmando anche voi le vostre argomentazioni, se ne avete, sempre che
abbiate il coraggio delle vostre azioni ovviamente.

2 04 2009
♀ pierfranco ♀

Steve, per l’estero siamo ” i maledetti d’Europa ” da parecchi anni, si può risalire addirittura agli anni ’60. Non tutti hanno però la stessa veduta ad es. Inglesi e Francesi non sopportano gli Italiani proprio per niente eccetto alcuni, i Tedeschi li pigliano per il ( … ) eccetto alcuni e gli Svizzeri li considerano sporchi e cattivi eccetto alcuni. Guardatevi ” Brutti Sporchi e Cattivi ” di Nino Manfredi e anche ” Pane e Cioccolata ” sempre di Nino perchè mette in risalto la genetica di un popolo. In Trentino ed in Austria se potessero ci farebbero fuori tutti 🙂 . Ps. non andate a San Candido… Comunque sia Steve, tu sei tutt’altro che ignorante, anzi io ti stimo molto e lo sai 🙂 quindi non è vero che tutti sono ignoranti.

2 04 2009
ROMEO

LA MAGGIORANZA IPOCRITA HA MESSO LE MANI SULLA BIBLIOTECA, ALLONTANANDONE IL PRESIDENTE CONTESTATORE.
FINIRANNO PADRONI DL PAESE E NOI TUTTI CONTINUIAMO A GUARDARE:
PIANGEREMO DAL GIUGNO PROSSIMO LACRIME AMARE.

3 04 2009
faber

Steve Vay linux sarà patetico per gente come te. Io personalmente lo uso sia per lavoro, sia a casa e non c’è NULLA che non si possa fare meno di windows / mac.

Cmq sia su linux puoi sfruttare migliaia di applicazioni open source / GPL senza l’obbligo di acquisto di nessuna licenza.

Mac è insuperabile dici: per fare cosa? video editing? Per quello che deve fare la pubblica amministrazione basta linux (OpenOffice, Firefox, Thunderbirf) un firewall e basta, il tutto a costo 0!!!

Non puoi dire che mac è il migliore, come io non posso dire che linux sia il migliore. Dipende che utilizzo ne fai del pc!

scusate l’OT

3 04 2009
...

non mi sembra proprio il posto e il momento adatto x litigare su cosa è meglio tra mac..linux..windows..o almeno a me non interessa leggere 30 commenti fuori tema…potete chiedere a ivan di fare un articolo a parte…
il fatto è che se in 4 anni il presidente non è riuscito a fare niente.. perchè anche a lui ha fa comodo cosi!!!perchè dimettersi proprio ora? è possibile che in 4 anni non èriuscito a convincere il resto della commissione che un inventario è fondamentale? o anche mettere delle riviste che la gente legge …la mia opinione è che o non aveva abbastanza motivazioni a suo favore, o non le ha mai dette, o gli stava bene cosi… la biblioteca nel suo piccolo qualcosa organizza, (sia per bambini-ragazzi,per gli adulti e per gli anziani,) se poi la gente non partecipa non è sempre colpa di chi organizza..magari la gente ha altro da fare…però almeno chi fa parte della commissione, specialmente il presidente dovrebbe farsi vedere ogni tanto in queste occasioni…se queste come scrive nella lettera sono solo alcune delle cose che non vanno in questa commissione non oso immaginare il resto… mi sembrano tutte stronzate facilmente risolvibili con un po di voglia, impegno e costanza
… come sempre si fa presto a parlare quando poi però non si fa comunque niente conviene stare in silenzio…

3 04 2009
Anonimo

DA CITTADINO CHA HA FREQUENTATO LE ATTIVITA’ DELLA BIBLIOTECA POSSO SOLAMENTE DIRE CHE IL PRESIDENTE DIMISSIONARIO USA PAROLE TROPPO FORTI E AMA FARE MOLTA RETORICA E PARLA DI PERBENISMO SENZA NEMMENO SAPERE COSA SIA. NON è STATO MAI ATTIVO E SI E’ FATTO VEDERE SEMPRE POCO. HA CURATO LA BIBLIOTECA COME CURA IL SUO ASPETTO …..VI LASCIO DIRE. SPARARE A ZERO SU CHI SI IMPEGNA CON PAROLE CHE MERITANO UNA DENUNCIA PER DIFFAMAZIONE.

3 04 2009
Edoardo

Caro anonimo, offendi e ti nascondi dietro la maschera dell’anonimato: mostra il tuo volto e agisci, se hai il coraggio delle tue azioni, altrimenti sei solo un troll

3 04 2009
Laura

Caro anonimo, con le cose che scrivi stai solamente dimostrando di non saper cosa dire, addirittura attaccare sull’aspetto esteriore di una persona, complimenti!
Io sarò anche di parte, ma proprio perchè sono di parte le cose le conosco anche meglio di tutti gli “anonimi” che ci sono in giro per questo sito.
Ed oltre ad essere di parte partecipo anche alle attività della biblioteca.

Detto questo, quoto quello che ha scritto Edoardo: abbiate almeno la decenza di uscire dall’anonimato e di firmarvi.

3 04 2009
Anonimo

Le poste conciliano e rimborsano i clienti …fino a 500 euro

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/113190_le_poste_conciliano_e_rimborsano_i_clienti/

3 04 2009
IL CAPITANO

Steve Vay ci hai preso tutti per ignoranti??? so benissimo cosa sinifica la parola ipocrita per quanto riguarda il mac sono daccordo su chi dice che è fuori tema e quindi non ne parlo adesso per non parlarne più anke perchè è tutto tempo sprecato con te…chiedi a pierfranco se me ne intendo di queste cose visto che abbiamo gia avuto una discussione su questo argomento..e ti ripeto il mac costa molto e per il lavoro da fare in biblioteca non serve assolutamente.
e il fatto che il presidente della bibblioteca per 4 anni si è fatto i caxxi suoi magari anche pagato e solo quando arriva la fine dei 4 anni parla e si dimetti mi sembra un comportamento da ipocriti… se la situazione è sempre stata così non vedo perchè non si sia dimesso dopo 1 anno…forse come dice qualcuno gli faceva comodo…e poi io non me ne intendo ma per quanto riguarda l’inventario, se lui è il presidente poteva anke far valere la sua posizione per farlo…
ultima cosa…. a tutti quelli che criticano chi scrive messaggi anonimi…il blog ospita i commenti di tutti a patto che non ledano la privacy e la morale degli altri ed ognuno è libero di firmarsi oppure no.

3 04 2009
88

Capitano for President!

3 04 2009
Anonimo

che io sappia non viene pagato nessuno in una commissione al contrario degli assessori che invece fanno parte delle commissioni. Chi decide nelle commissioni regionali non sono i membri della commissione ma gli assessori penso che anche in municipio sia così no? sui messaggi anonimi ognuno ha diritto all’anonimato, a parte che non offenda la privacy e la morale degli altri. Io uso mac e mi trovo bene

3 04 2009
Laura

Riporto quanto scritto da “IL CAPITANO” (dato che non so se sia possibile quotare in modo differente!)
“a tutti quelli che criticano chi scrive messaggi anonimi…il blog ospita i commenti di tutti a patto che non ledano la privacy e la morale degli altri ed ognuno è libero di firmarsi oppure no.”

A me sembra che chi scrive in “anonimo” (e penso che tutti siamo in grado di dividere gli anonimi “buoni” dagli altri) utilizzi l’anonimato solamente per elargire offese gratuite che si potrebbero benissimo evitare.

Capitano, una sola cosa, puoi anche essere il presidente ed avere le palle per farti valere, ma secondo te cosa doveva fare? L’inventario dell’intera biblioteca da solo?! Scendere in strada e cercare volontari?
E poi, una sola curiosità, come fai a dire che il presidente si è fatto i cavoli propri per 4 anni?!

3 04 2009
Steve Vay

grande laura

4 04 2009
♀ pierfranco ♀

Steve un commentino su Mac, io la penso esattamente come te riguardo al sistema operativo, ma è anche unpò + complesso di Windows per cui, chi ne fa uso è un professionista come Web design, Musicista, Tecnico informatico, Video maker, Tecnico del suono e Fotografo. Insomma persone come te, io, il Capitano e Ivan. Per una Biblioteca sostanzialmente è un pò troppo 1° perchè con Mac si ragiona diversamente che con Windows e 2° perchè le persone hanno ormai imparato a memoria l’uso di quel sistema operativo. Non so, ma se l’idea è mettere un computer a portata di + persone in un ente come ad es. la Bibl ci vuole una macchina veloce, facile e sbrigativa. Tu non hai torto Steve, ma usi una macchina concepita per determinati lavori. 🙂

5 04 2009
Steve Vay

beh anche quello è vero, ma sembra che apple prenderà piede in italia nel giro di 2 max 3 anni e sarebbe magari dotare la biblioteca anche di un MACBOOK di quelli base, in modo che chi ne usufruisce comincia ad imparare le impostazioni. Ti posso dire che in una settimana mi sono imparato le impostazioni principali del mio mac e che l’immediatezza rispetto alla connessione in internet, alle funzioni generali è impressionante: hai tutto nel Dock per cui nn penso che in biblioteca usino il computer per fare chissà quali operazioni, penso alla ricerca che i ragazzi possono fare, navigazione in rete, e poco altro ancora… secondo me è immediato nell’apprendimento delle funzioni di base e quindi valido comunque. E un MAC anche se ha 5 anni viaggia ancora che è un piacere, quindi diventerebbe un investimento ben dilazionato nel tempo!!!

4 04 2009
makuno

Leggendo i vari post scritti sopra ci si rende conto , che quanti , pochi di voi interessa la biblioteca , continuando ad anore in OT , bisognerebbe chiedersi “al di la del sistema operativo” come mai in biblioteca non cè INTERNET anche al sabato dove la gente che lavora e non ha conputer in casa avrebbe la possibilita di accedervi, di non avere una sola postazione ma qualcuna in piu
Come mai quando vado in bibliteca al sabato vedo i “quatro” soliti volontari ” dove sono gli altri del paese , come mai ci sono libri che mancano di decine di pagine , perchè non si fa una sala musica , perchè la commissione non puo decidere nulla senza …………………. a cosa serve ??
si potrebbe dire molto altro , e poi quel “CRETINO” che giudica l’aspetto di una persona , dal mio punto di vista sono convinto che abbia fatto bene a dimettersi , tra l’atro mi sembra che qualcuno d’altro si sia gia dimesso prima , evidentemente qualcosa che non va cè sicuramente e se tutti noi vogliamo una biblioteca funzionante non dobbiamo discutere se è meglio un PC o un MAC o Linux ma discutere del perchè succedono certe cose , ed insieme cercare di risolverle .
Dopo le dimissione del presidente giustificate ed altri della commissione , spero comunque abbiano di nuovo la voglia di ricominciare e che il comune chieda un incontro con i dimissionari per vedere di appianare i problemi per cui si è arrivati alla fine insomma che ci sia la volontà di fare un po di politica anche dove non ci sono soldi da raccattare

4 04 2009
Anonimo

ERA ORA………..ORA ET LABORA…………….

5 04 2009
Anonimo

mi candido
non non mi candido
mi candido
non mi candito

ma si mi candido

5 04 2009
makuno

tu devi essere il solito o forse la solita “CRETINO” se devi dire qualche cosa o proporre altro OK , se non hai nulla dire o devi fare allusioni strane , è meglio che stai zitta , o zitto

5 04 2009
ROMEO

sono interessato all’opera di continuare a far vivere questo sito, contattatemi per favore.

5 04 2009
Ivan

Romeo, per contattarti mi serve un tuo indirizzo… Oppure scrivimi tu, basta cliccare sul link in alto a destra 🙂

5 04 2009
Edoardo

Ovvio che in Internet c’è il diritto all’anonimato!

Proprio per questo mi pare ridicolo che le persone direttamente coinvolte nei fatti denunciati dal presidente non trovino di meglio che affidare all’anonimato di internet le loro repliche (offendendo pure); ciò non depone a favore di quanto dicono, che resta aria fritta se non prendono posizione anch’essi pubblicamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: