In arrivo 15 alberi grazie ad Agenda 21

3 03 2009

tricoloredi Ivan
«Agenda 21 Isola Dalmine-Zingonia», l’Associazione dedicata allo sviluppo sostenibile, organizza l’iniziativa «Un sabato di aria pulita». Sabato 7 e domenica 8 marzo, in 18 Comuni della zona, si procederà alla piantumazione di decine di alberi distribuiti dall’Associazione: 15 piante per i Comuni con meno di 8.000 abitanti, 25 per chi li supera. L’iniziativa rientra in un programma pluriennale di forestazione urbana, con l’obiettivo di potenziare il verde urbano e quindi assorbire le «emissioni climalteranti». Bottanuco rientra nei Comuni coinvolti e ci spettano 15 alberi, che saranno posizionati in via Matteotti e in via del Tricolore (perché qui ci sono delle piante morte da sostituire, foto). In molti Comuni viene organizzata una vera «cerimonia di piantumazione», con le autorità, i cittadini e i rappresentanti di Agenda 21, mentre nel nostro paese non è prevista: saranno gli addetti comunali a piantare gli alberi, o questa settimana o l’inizio della prossima. Gli altri Comuni coinvolti sono: Boltiere, Bonate Sotto, Calusco, Carvico, Comun Nuovo, Dalmine, Filago, Lallio, Madone, Osio Sopra, Osio Sotto, Presezzo, Solza, Sotto il Monte, Verdello, Verdellino, Villa d’Adda e Zanica.

Annunci

Azioni

Information

14 responses

4 03 2009
andrea

è impressionante l’attenzione per il verde nel nostro paese.

4 03 2009
Fata Morgana

Che poi tra una decina di anni “se non prima” taglieranno perchè faranno ombra ai giardini privati e/o sporcano le strade.
Le mettano in posti più idonei es. nei terreni appena ridati alla cittadinanza lungo l’Adda.

4 03 2009
Gengis Khan

Sarai pure una fata ma ti manca la “veggenza” lo sai che questi alberi hanno vita breve ?
Non lo sai vero ? allora ti do un indizio : 21/12/2012 😦

4 03 2009
88

no gengis kahn hai sbagliato….molto prima,visto che tra 2-3 mesi scoppierà la terza guerra mondiale…cristiani vs musulmani….VINCERE E VINCEREMO !!

5 03 2009
Anonimo

agenda 21

Pannelli fotovoltaici: risparmio “pulito” per edifici pubblici e privati
e BOTTANUCO non ha aderito ……. complimenti .

http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=7863

… forse era il privato che dava fastidio …..

5 03 2009
Anonimo

E’ un paese di stupidotti

5 03 2009
IL CAPITANO

Anonimo informati prima…il comune non avrà aderito a questa iniziativa ma i pannelli fotovoltaici li ha gia messi…vedi SCUOLE MEDIE…
un altro che parla solo perchè ha la bocca…o in questo caso le dita…

5 03 2009
Anonimo

…. infatti al comune mancavano 15 piante da piantumare …….

peccato avrei preferito i pannelli sul tetto del comune,del palazetto e delle 2 scuole mancanti e visto che il progetto parlava di abitazioni private su qualche abitazione privata

in seconda avrei preferito cambiare tutte le lampadine comunali
con quelle a LED risparmiando il 60 % della bolletta energetica

5 03 2009
Anonimo

Perchè ci sono 4 pannelli e vengono piantumate 4 piante allora è un grande paese ? Allora gli altri paesi cosa sono ? Non alzate tanto la cresta va……….

6 03 2009
IL CAPITANO

io non ho detto che visto che ci sono i pannelli solari sul tetto delle medie il comune è un grande comune…xò non puoi nemmeno dire il contrario…

9 03 2009
barbara75

Sapete che esiste una legge dello Stato la n. 113/92 che prevede “Obbligo per il Comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato a seguito di registrazione anagrafica”.
Io non so se il nostro Comune lo fa, dubito, mi dispiace che un’occasione così bella per dare una mano alla natura non venga colta e sponsorizzata da nessuno! E pur essendo un obbligo di legge (uno dei pochi in questa direzione) nessuno controlla se la legge è applicata oppure no: ma allora a cosa servono le Leggi, se ognuno fa ciò che vuole! Lo so… è una questione antica!!

9 03 2009
Gianpi

Ma poi ci vuole anche il posto per collocarli, Bottanuco tra cave, centri commerciali, zone artigianali e quant’altro, ha recepito la legge al contrario e cioè estirparne 2 per ogni neonato, il conto a grandi linee dovrebbe tornare se la legge è del 92.
Ora con l’acquisizione del terreno cave, l’Amministrazione in carica che sicuramente sarà quella futura, potrebbe riscattarsi e piantumare tutto quanto, si risolverebbero i dubbi di cosa fare di questa area, nè più ne meno che riportarla allo stato “selvaggio”.
Farne area da picnic o roba simile comporterebbe deturpamento da cartacce e materiali vari, per non parlare di eventuali sistemi di videosorveglianza nel caso diventasse luogo di “malaffare”.
Non dimentichiamoci che tra non molto in quel punto dovrebbe passare il famoso ponte che collega le due sponde.

10 03 2009
Steve Vay

maledetta globalizzazione…

10 03 2009
A

Hai ragione Barbara, siamo un paese (Italia) assurdo dal punto di vista del rispetto delle leggi. In Italia non mancano, ce ne sono anche troppe (a parte quelle che negli ultimi anni son state cancellate per parare il *bip* a molti imprenditori/politici/amministratori) il problema è che nessuno le rispetta.
E se noi per primi permettiamo che al governo ci stia uno che le leggi le fa solo per suo esclusivo rendiconto personale e che è stato condannato per corruzione di giudice, bhè, abbiamo detto tutto. A chi vuoi che freghi a sto punto di dover piantare un albero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: