E’ partito il nuovo poliambulatorio

30 11 2008

primoambubigdi Ivan
Da questa settimana entra in funzione il poliambulatorio di via XXV Aprile. I medici di base, i dottori Gritti, Moriggi, Biffi, Brembilla e la pedriatra Riva, si sono quindi trasferiti nella nuova struttura, mantenendo i loro giorni e orari di ricevimento. L’edificio è decisamente lussuoso, potete vedere tutte le foto cliccando qui o sull’immagine sopra, perché in passato ospitava una società immobiliare. Il Comune l’ha preso in affitto il 23 giugno scorso, stipulando un accordo con la società Hypo Alpe Bank di Udine, proprietaria dell’immobile, e la società SPI di Bergamo, locataria della struttura. Il Comune, a sua volta, l’ha subaffittata alla Cooperativa Sociale OASIS, che gestisce il poliambulatorio. Il canone di affitto annuo è di 30.000 euro, che viene pagato dai medici ma per i primi tre anni anche dal Comune, in una quota del 50% per il primo anno, del 35% per il secondo e del 25% per il terzo (questa partecipazione nei costi è servita ad incentivare i medici a lasciare i vecchi ambulatori). Il Comune, inoltre, ha pagato la ristrutturazione dell’edificio, per un totale di 25.000 euro, e si fa carico delle spese di acqua e luce, circa 4.000 euro l’anno. Tuttavia ha potuto contare sull’aiuto di alcuni sponsor: uno copre tutta la spesa triennale dell’affitto (circa 33.000 euro), un altro ha coperto una parte della ristrutturazione (17.000 euro su 25.000), quindi le spese comunali si riducono a 8.000 euro per la ristrutturazione e ai 4.000 l’anno per acqua e corrente. Il trasferimento dei medici di base è solo l’inizio. Il poliambulatorio, in futuro, ospiterà periodicamente degli specialisti, come un oculista, un ginecologo, un dietologo e altri, medici privati che però saranno convenzionati con l’OASIS e quindi con il Comune. Nel poliambulatorio, infine, sono sempre presenti un’infermiera e un’impiegata per le prenotazioni.

Annunci

Azioni

Information

26 responses

1 12 2008
SPI-LLO

Ohhh che bello ! Speriamo funzioni bene e sopratutto che le visite prenotate siano celeri ( non come succedeva sino la sett. scorsa ). Io volevo far notare una cosa, che però non riguarda il servizio medico: questa benedetta SPI che sta d’appertutto e salta sempre fuori quando ci sono dei fallimenti, perchè i proprietari non comprano mai come fanno gli altri, aspettano sempre che cada dal cielo una struttura che ha perso unpò di colpi. La SPI ha sede a Bergamo, ma in realtà i titolari sono di Bottanuco. Attenti, non fallite perchè dietro l’angolo c’è sempre la SPI.

1 12 2008
A.

Bhè a sto punto diteci chi c’è dietro la Spi.

1 12 2008
Mauri

Mi sembra una polemichetta inutile, tutti gli imprenditori cercano di fare la mossa giusta al momento giusto. L’edificio è molto bello, forse la sala d’aspetto è un po’ piccola, se più medici ricevono contemporaneamente ci sarà un po’ di ressa.

1 12 2008
SPI-LLO

Sono gli stessi dell’asilo nido, e quelli che hanno fatto il progetto dell’oratorio

1 12 2008
Mauri

L’asilo nido non mi piace, ma per l’ambulatorio mi sembra la scelta più giusta, tra l’altro è anche l’unica possibile, non ci sono altri edifici esistenti che potevano ospitare un poliambulatorio.

1 12 2008
Ivan

Scusa Spillo ma ti ho cancellato un commento: sarai d’accordo, non è questo il posto per una generica “manifestazione di antipatia” verso una società privata.

1 12 2008
andrea

anche secondo me la sala d’aspetto sembra piccolissima, ma forse dal vivo è più grande. non capisco perchè il comune debba versare 33.000 euro d’affitto quando i medici non sono certo dei morti di fame, anzi.

1 12 2008
A.C.

Non capisco perchè non si affitta direttamente dal proprietario anzichè dall’affittuario. Spero che non ci siano ricadute sul canone d’affitto visto che i passaggi sono due anzichè uno.

1 12 2008
Anonimo

Non capisco sta politica del comune x le 2 mense i soldi c’erano x il poliambulatorio no !!!!!

Il comune comprava dalla banca l’immobile e lo subaffittava cosi’ mi sembra che il comune paga le rate del mutuo dell’immobile di una società .

1 12 2008
Anonimo

Purtroppo il solito spirito critico anche se come per i pannelli solari ed il latte, a mio parere, si tratta di un’ottima iniziativa. Per il caso in questione ovvio che il comune poteva solo affittare anche perchè come ben specificato nell’articolo di Ivan dopo tre anni il comune esce dalla locazione. Ma lo spirito è solo quello critico … mi sembra che siamo arrivati al punto che piove … comune ladro. Critichiamo quando serve ma abbiamo l’onstà di riconoscere quando un’iniziativa è ben fatta.

2 12 2008
A.

Ben fatta? per capire se un’iniziativa come questa sia realmente ben fatta lo scopriremo solo tra un’anno, dopo che tutte le persone del paese ne avranno usufruito. Anche perchè non solo noi testeremo il servizio, ma loro capiranno come offrirlo.

Anche a me 33mila euro sembrano tantissime, ma mi domando ad esempio come funzionava con lo studio prima (che ok era estremamente più modesto e con servizio limitato) e come funzioni in altri paesi che hanno sperimentato iniziative come questa.

(p.s. a Bonate c’è un distributore di latte crudo all’incrocio poco prima bel Barbisù, se c’è qualcuno di quel paese che ne è a conoscenza potrebbero raccontarci come funziona da loro per poter paragonare il servizio)

Nel blog tra quelli che dicono “sapete solo criticare” e “w don Giuseppe” gli “anonimo” potrebbero registrare un disco, o inserire un’immagine in slideshow con queste frasi.. almeno si risparmiano la fatica di entrare e dover copincollare le stesse cose.

2 12 2008
manuele

Per A.:
il distributore del latte di Bonate si rifornisce da una fattoria di Arcene,penso che noi sotto questo punto di vista ci possiamo ritenere un pelino più fortunati,il latte è della nostra fattoria!

2 12 2008
andrea

ma qualcuno è andato al poliambulatorio per vedere come funziona? l’inaugurazione non si fa? non ci credo che non fanno il rinfresco con il parroco che dà la benedizione.

2 12 2008
Mauri

Stranamente mi ritrovo a dar ragione a un anonimo. Se il comune avesse costruito un edificio con un mutuo, poi lo subaffittava ai medici e negli anni quell’edificio sarebbe diventato comunale. Invece così facciamo solo un vantaggio agli altri. Non ci avevo pensato, bravo anonimo.

Ps. Pippo Baudo vogliamo la tua opinione

2 12 2008
pierfranco

Ciao a tutti, anche se è il luogo meno adatto per dirlo, cioè in tema di ambulatori ho il dovere di allertare chiunque in questo blog. C’è un ragazzo in paese, dovrebbe avere c.a 25/26 anni e sta raccogliendo denaro in un modo strano, suona il campanello di casa e si presenta così: « scusi, sono figlio di… quà dietro, sono rimasto a piedi con l’auto e mi ritrovo sbadatamente a corto di denaro, potrebbe prestarmi qualcosa, glie li porto tra 20 minuti! ».
Naturalmente è una balla e non cascateci perchè il signorino non torna +.
Ciauz

2 12 2008
Scualo

secondo me x l’inaugurazione stavolta arriva il Vescovo!

2 12 2008
simo

sono stato all’ambulatorio nuovo ed è molto bello. io però ho la biffi e mi trovavo bene anche nell’ambulatorio in piazza, era molto comodo.

3 12 2008
Ivan

Andrea, l’inaugurazione dovrebbe essere nella seconda metà di dicembre, circa il 20.

3 12 2008
françois

ciao a tutta la comunità di bottanuco, sono françois di valsavarenche, in valle d’aosta, dove il vostro oratorio è venuto spesso in vacanza in estate negli anni scorsi. ho trovato il vostro sito (molto carino), e così sono venuto a conoscenza del fatto che il don giuseppe ha lasciato la vostra parrocchia.
un saluto a tutti quanti e a presto!!

3 12 2008
w la valle d'aosta

caro francois, scusa se non ho scritto correttamente il tuo nome, ti saluto, facevo parte ankio alle spedizioni in valsavaranche…ti salutiamo tutti, sono quello che beveva “poco”….ciao

4 12 2008
A.

5 12 2008
barbara75

Ieri sera alle 19 circa mi ha suonato il campanello un ragazzo che, molto timidamente, racconta di essere rimasto senza benzina e chiede un aiuto; gli ho detto che sappiamo che cosa va in giro a fare e gli ho detto di vergognarsi! Lui si è scusato ed è “scappato” con il motirino parcheggiato a pochi metri. Grazie Pierfranco.

13 02 2009
tiziana

ciao sono stata nel nuovo ambulatorio per un’iniezione.ho portato la mia siringa e mi hanno fatto pagare 3euro per la prestazione senza rilasciarmi nessuna ricevuta.vorrei sapere come mai non c’è esposto il tariffario delle prestazioni e chi decide i costi. privatamente pagavo 1euro

6 05 2009
Ermida

Non dubito che l’infermiere abbia il diploma per esercitare la sua professione.
Peccato che non abbia mai preso il diploma per la buona educazione nei
riguardi di noi pazienti.

22 11 2009
ovideo

l’ infermiere nn è diplomato pre la buona educazione .

11 12 2009
Christine

A poco più di un anno pare ci siano più ombre che luci sull’ambulatorio, iniziando da quelle su SPI / OASIS (che dietro queste ci sia “qualcuno”, magari diretto interessato) per finire con quelle sulle dimissioni per esasperazione della dottoressa Brembilla.
Purtroppo i dubbi precedentemente espressi sul modo di gestire la struttura si sono rivelati più che legittimi ed il risultato ora è che pure il comune ha le mani legate.
Speriamo che la struttura resista e che non faccia una “strana” fine, magari diventando lo studio “privato” di un medico a spese del comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: