235 libri in meno, soprattutto comunisti

5 11 2008

lenindi Ivan
Com’era già successo lo scorso anno, altri 235 libri della biblioteca sono stati destinati al macero. Sono volumi considerati usurati, e il cosiddetto «scarto librario» serve a «garantire la migliore fruibilità delle informazioni in gestione e il rinnovo delle dotazioni librarie», come si legge sulla delibera comunale. Questi libri sono stati portati al Sistema bibliotecario della provincia di Bergamo, a cui appartiene la nostra Biblioteca, e qui arriverà il via libera definitivo al macero. Se in buone condizioni, invece, in genere vengono salvati donandoli ad associazioni. Sfogliando i 235 titoli emerge una curiosità: tra romanzi di ogni tipo, saggi, inchieste, spuntano numerosi libri «comunisti». Ci sono 7 opere di Lenin (da «Karl Marx» a «L’Imperialismo» a «L’emancipazione della donna»), a cui si aggiungono due biografie di Lenin firmate da Louis Fischer, 4 opere di Gramsci (da «L’albero del riccio» a «Il Risorgimento»), due libri di Luigi Cortesi sulle origini del PCI, nonché alcuni scritti di storici dirigenti del PCI, come «Il brigantaggio meridionale» di Aldo De Jaco.

Annunci

Azioni

Information

23 responses

6 11 2008
sisko

resta da capire se i libri comunisti li buttano perchè non li legge nessuno e/o anche per una motivazione politica!

6 11 2008
Pippo Baudo

Bhè le possibilità son due:
a) arriva direttamente dal governo la richiesta di eliminazione di questi libri, ma mi sembra abbastanza assurdo pensarlo.
b) è semplicemente statistica, eliminano i libri meno letti, e sfido chiunque a dirmi che si è letto i libri di Lenin.

6 11 2008
pierfranco

Libri di dittatori politici passati ed attuali dovrebbero essere tutti bruciati.

6 11 2008
andrea

lenin ci credo che non lo legge nessuno, ma gramsci poverino, non penso che vada trattato così. comunque per avere tutti quei libri vuol dire che qualche ex bibliotecario era un comunistone.

6 11 2008
drugo

pierfranco: allora bruciamo anche i libri del papa, checche’ se ne dica e’ un dittatore anche lui, politicamente parlando.
Ovviamente sono ironico, i libri non si bruciano, mai.

Mi spiace sapere che invece di regalarli i libri si buttano al macero,
sono convinto che le opere di lenin e gramsci non siano in brutte condizioni,
ma semplicemente non vengono piu’ lette (e c’e’ anche una certa avversione politica bipartizan), la soluzione pero’ non e’ mandarli al macero ma darli a chi li vuole leggere.

P.S. io li prenderei tutti, piuttosto del macero me li tengo in casa,
e cmq in provincia di lecco c’e’ un’associazione che ha una biblioteca specializzata in libri di sinistra, a saperlo prima avrei chiesto che fossero dati a loro.

6 11 2008
Ciro Tortorella

un libro non si dovrebbe mai bruciare, il libro è cultura, il libro è crescita conoscitiva, è la differenza fra un paese civile ed uno incivile e discriminatorio e detto da me che sono più verso l’attuale governo centrale che quello precedente è tutto dire……..

6 11 2008
Io

a bottanuco ci vuole una biblioteca più grande!!! e cn accesso a pc ed internet!!! in questo modo soltanto riesci ad acculturare un po di persone che parlano senza sapere!!!

6 11 2008
Pippo Baudo

Sarebbe bello avere una biblioteca più grande e più accogliente.
Ma temo sia una spesa inutile.

Bisognerebbe chiedere quante persone leggono almeno un libro all’anno nel nostro paese. Direi non più del 5%.

6 11 2008
pierfranco

Si Io ti do ragione su una biblioteca + grande e con accesso Web, però opere di Lenin, Stalin, Polpott ” non so come si scrive “, Mao e altri dittatori non sarebbero nemmeno da considerare, sopratutto per la fama che hanno nella storia e per i morti che hanno fatto. I libri son belli e averli in casa
è anche un modo autodidatta per conoscere, ma certi libri non fanno venire la pelle d’oca ?

7 11 2008
Fede

Non capisco perchè ci debba essere una biblioteca per paese, francamente mi sembra assurdo. E’ un grandissimo spreco per le spese di personale e di locali. Andate in biblioteca e ditemi quanta gente c’è, non c’è mai nessuno. Dovrebbe esserci una biblioteca per 4/5 paesi, molto più ricca e avanzata, non tante piccole bibliotechine che non hanno mai niente se non i libri dei comunisti. Questo è un discorso intelligente ma antipopolare, perchè un comune con la biblioteca si sente figo perchè sembra che è a favore della cultura, poi fa niente se nella realtà siamo tutti ignoranti.

7 11 2008
Pippo Baudo

E quante copie dovrebbe tenere una sola biblioteca dell’ultimo libro di Harry Potter?

14?

7 11 2008
Fede

Harry Potter una biblioteca non dovrebbe neanche tenerlo, al massimo lo tiene in inglese.

7 11 2008
drugo

fede, se non c’e’ mai nessuno bisogna capire il perche’, e le possibilita’ sono due,
non necessariamente separate una dall’altra.
a) la gente non legge
b) la biblioteca non e’ bella

Ci sono paesi dove la biblioteca dopo che e’ stata affidata a persone capaci e competenti e’ diventata un centro molto frequentato,
certo che se i bibliotecari si limitano a star seduti e a timbrare il biglietto del prestito
e’ ovvio che la gente e’ poco invogliata a passare in biblioteca.

Se la gente non legge e’ un problema, ma se togli la biblioteca dubito che lo risolvi, semmai lo aggravi, migliorare la biblioteca puo’ essere un passo in avanti (mettendo dei PC per navigare in rete, facendo una videoteca, organizzando incontri e conferenze etc.), non ci vuole un grande sforzo, ci vuole piu’ che altro la volonta’ di farlo.
Certo sarebbe meglio (visto che esiste anche il prestito interbibliotecario) che non tutte le biblioteche abbiano tutti i libri di harry potter, questo si puo’ essere visto un po’ come uno spreco, meglio orientarsi su libri che magari e’ piu’ difficile reperire, ma qui’ dipende dalla commissione biblioteca immagino.

7 11 2008
fede

ci sono delle belle biblioteche, immerse nel verde, con le prese per il portatile e l’adsl su ogni scrivania, come quella di trezzo, dove un sacco di gente ci va anche per studiare e ci passa la giornata. la nostra biblioteca è una tristezza infinita, logico che non ci vada nessuno. ecco perchè dico che è meglio una bella biblioteca, grande, attrezzata, anche una per 3/4 paesi. io la nostra biblioteca la trovo inutile. sarò stato sfigato, ma ogni volta che ho cercato un libro non c’era, sono sempre dovuto andare a capriate. forse perchè non leggo lenin e gramsci.

7 11 2008
Pippo Baudo

Era ovvio che la mia era una provocazione per far capire anche che esiste un problema di semplice logistica nell’avere una biblioteca ogni cinque cittadine.

La realtà è quella che descrivete entrambi. Sarebbe bello avere un posto solare, aperto, intrigante, dove poter entrare e trovarsi in totale relax. Nel mondo ho trovato decine di biblioteche meravigliose, centri di ritrovo per persone che desiderano uscire di casa e rilassarsi leggendo un libro su un comodo divano con una tazza di caffè nero bollente.

Io resto sempre nell’idea che i soldi vadano investiti in queste opere, nell’educazione, nelle attività culturali e sportive per attirare le persone fuori dalle loro quattro mura.

I have a dream…

Poi io amo comprare i libri e possederli, ma questo è un discorso personale, e ormai i libri costano davvero tanto, anche troppo.

7 11 2008
Fede

La musica è cultura, i film sono cultura, allora perchè esisono le biblioteche comunali e non le cineteche e le musicoteche comunali? Perché nel mio comune posso avere Topolino gratis e non un album di Beethoven?

7 11 2008
pierfranco

Adesso Ivan me la prendo con te !
Questo blog non è + un sistema di informazione, è diventato un luogo dove c’è la passione di infastidire, prendere in giro, e criticare tutto e tutti e comunque questa area sta già diventando di brutta fama. Uno scrive ” all’asilo si sta bene “, l’altro sembra che sua madre gli abbia insegnato a scrivere solo” W DON GIUSEPPE ” e continua incessantemente a farlo, un’altro è li pronto a contraddire ogni cosa che si scrive, un’altro ancora parla del paese dei Balocchi. Solo 2 o 3 persone parlano del + e del – e il resto non riesco a capire che cosa vogliono far sapere. A questo punto sono veramente stanco, in un blog così non ci sto + nemmeno un minuto perchè alla fine potevi anche risolverlo questo problema e in che modo lo sai… ciao

7 11 2008
Anonimo

x pierfranco

ti sta informando, ti sta dicendo che alle proxime elezioni comunali la attuale lista non fara’ nessun accordo con i comunisti(pd),ma con il pdl,peccato che saranno traditi anche loro alle pressime elezione comunali le vincera’ ancora il “vecchio”.

7 11 2008
LORENZINO

IN BOTTANUCO LA BIBLIOTECA NON FUNZIONA PER DIVERSI MOTIVI.
VADO AD ELENCARLI:
1) la bibliotecaria dovrebbe fare la bibliotecaria
2) l’assessore alla cultura dovrebbe fare l’assesore alla cultura
3) il sindaco dovrebbe fare il sindaco

Tutto funzionerebbe meglio!

8 11 2008
Ivan

Pierfranco, non posso diventare il poliziotto dei commentatori. Mi limito a cancellare le offese esplicite e le provocazioni esasperanti (vedi il “W …” ripetuto decine di volte). A chi scrive stupidaggini (ma il giudizio è sempre soggettivo) credo che basti non rispondere. Io leggo dei commenti estremamente intelligenti, altri più «pop», altri ancora provocatori e gratuiti. Ma questo succede anche nella realtà.

8 11 2008
Anonimo

e’ vero lorenzino e tu dovresti fare il san lorenzo..

8 11 2008
Gianpi

Da che mondo è mondo, ci sono stati Capi con carisma molto accentuato, trascinatori di masse popolari stanche dei supprusi perpretati da chi deteneva il potere. Una volta eletti in sostituzione dei “malvagi” per periodi più o meno lunghi però, vuoi male consigliati, vuoi perchè il potere da alla testa, a loro volta sono diventati despota ed ecco che la storia si ripete fino ai giorni nostri. Il leggere questi libri, è interessante, altro che bruciarli, bruciarli significherebbe non voler conoscere la storia. Il discorso cambia con il mandarli al macero, leggo che la biblioteca di Bottanuco fa parte di un sistema provinciale pertanto deduco che non sono cedibili come qualcuno vorrebbe che fosse il fatto che ci siano libri di “sinistra” a mio avviso è solo casuale, eppure chissà perchè c’è chi come sovente succede riesce a imputare anche questo a fazioni politiche, incredibile !

9 11 2008
Io

Grande drugo e gianpi concordo!!! cmq a bottanuco starebbe bn una biblioteca + grande e cn accesso ad internet ecc…. bisogna sistemarlo bene bene come posto però ci vuole lo sforzo di persone, olio di gomito xk tt sanno criticare (io il primo) ma poi noi facciamo qualcosa x cambiare? facciamo qualcosa x rendere migliore nn il mondo ma il nostro caro paese!! è tempo di darci una mossa e svegliarci!!! io nella mia giovane vita ho visto cose che mi hanno fatto vergognare di essere cittadino di bottanuco di bergamo d’italia e anche del mondo!! per questo vi chiedo nn fatemi vergognare di essere cittadino di bottanuco, almeno in questo! io amo questo paese ed è tra i migliori della provincia. nessun altro offre iniziative cm bottanuco, luoghi ecc… si certo bisogna sistemare ancora qualcosa e aggiungerne altre però se tutti noi ci dessimo una mano in pochissimo tempo risolveremmo tutti i problemi!!!! e poi dopo un po di sforzi staremmo tt bn e lasceremo un bellissimo futuro x i giovani di domani e cui insegnaremo i veri valori della vita e rispettare ciò che cn tanta fatica abbiamo costruito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: