Lettera di Don Giuseppe: l’Oratorio ha un debito di 1 milione e 300 mila euro

27 10 2008

di Ivan
Dopo l’ultimo video, pensavamo di voltare pagina rispetto ai temi parrocchiali. Ma Don Giuseppe ha scritto una lettera alla gente di Bottanuco, distribuita domenica in chiesa, che merita di essere segnalata. Non è una lettera di commiato, infatti, bensì di natura economica. Don Giuseppe spiega che per l’Oratorio si era fatto un preventivo di 2.015.000 euro + Iva, che in concreto sono diventati 2.725.000 + Iva a cui si aggiungono 455.480 euro per opere non previste. Il totale, quindi, è di 3.250.000 euro. 1.950.000 sono già stati pagati dalla Parrocchia, mentre il debito attuale, verso banche e privati, è di 1.300.000 euro. Negli anni a Bottanuco, spiega, lui e il Consiglio per gli affari economici hanno cercato di non chiedere soldi tramite buste, né attraverso sollecitazioni fatte in chiesa. I fondi, invece, sono stati raccolti attraverso una serie di iniziative (feste, lotterie, raccolta ferro) e grazie all’attaccamento delle persone alla parrocchia. Nella lettera parla anche dei contributi dell’Amministrazione comunale, dicendo che li scrive “A uso e consumo di chi è fortemente interessato a fare i conti in tasca degli altri” (ci teniamo a precisare, però, che trattandosi di soldi comunali le tasche sono le nostre). Il Comune ha versato 50 milioni di lire per l’oratorio, con convenzione per l’utilizzo della sala teatro, e 200 milioni di lire per costruire la scuola materna. Nella lettera, Don Giuseppe spiega le ragioni che hanno portato a ristrutturare l’oratorio, elenca le opere realizzate, ringrazia i volontari, e ricorda di quando, ai tempi della costruzione dell’asilo, qualcuno aveva denunciato la parrocchia per la produzione di ravioli, che servivano a finanziare i lavori. Nel seguito del post trovate la lettera integrale.

A coloro che si sentono parte della comunità parrocchiale (e non solo).
Dopo il saluto rivolto a voi tramite “Costruire” è doveroso da parte mia scrivervi di nuovo, per informarvi circa l’aspetto economico della vita di parrocchia, dato che ve lo lascio (purtroppo!) in eredità e me ne dispiace.
Sono consapevole che si tocca un aspetto di vita di chiesa che da un lato è inevitabile e dall’altro può suscitare tanti equivoci.
Da parte mia ho sempre cercato (non so se ci sono riuscito!) di tenere presente sia che, anche in questo settore di vita di parrocchia, bisogna fidarsi del Padre che è Provvidente (mi è stato di stimolo Papa Giovanni, al momento in cui si doveva intervenire nei lavori per il Seminario Diocesano), ma anche che, se si decide che una spesa va affrontata, bisogna attrezzarsi per poterla portare a termine.
Nell’affrontare questo spicchio di vita di parrocchia ho sempre cercato di tenere presente prima di tutto che un conto è l’andamento economico della parrocchia altro quello che riguarda la mia vita di pensionato statale e parroco. In accordo poi con il Consiglio per gli affari economici si è cercato di:
• non chiedere soldi tramite buste inviate nelle famiglie e nemmeno tramite sollecitazioni fatte in chiesa (proprio per questo invece qualcuno mi rimproverava!): ritengo che il rispetto delle persone richieda che tutto venga lasciato alla loro disponibilità e libera scelta;
rimboccarsi le maniche e mettere in movimento tutte quelle iniziative che, con la collaborazione di tantissimi volontari, permettevano o di raccogliere fondi (gruppi cucina, lotterie, raccolta ferro, feste) o di ridurre le spese (gruppi lavori manutenzione e costruzione) o di evitare spese (sacristi, baristi) (spero di non avere dimenticato nessuno);
• tenere distinte anche materialmente (conti correnti differenti) le raccolte e offerte per gli interventi di manutenzione straordinaria, dalle offerte raccolte in chiesa in occasione delle celebrazioni;
• comunicare settimanalmente le offerte raccolte mediante foglio affisso in bacheca.
Rimane sottinteso che elemento base e presupposto per potere affrontare spese considerevoli è stato ed è l’attaccamento di tantissime persone alla parrocchia e al paese.
Va infatti precisato che l’Amministrazione Comunale di questi anni va caldamente ringraziata per l’interessamento alle opere che venivano realizzate, ma, da parte mia e del Consiglio per gli affari economici della parrocchia, non si è mai “preteso” nessun contributo in denaro ( non abbiamo nemmeno gli strumenti
per farlo!). A uso e consumo di chi è fortemente interessato a fare in conti in tasca degli altri, preciso che la parrocchia ha ricevuto dalla Amministrazione comunale 200 milioni di lire per la scuola materna (era un’ opera che avrebbe dovuto realizzare il Comune e su questo ci eravamo confrontati a lungo prima di iniziare i lavori) e 50 milioni di lire per l’oratorio ( con convenzione per l’utilizzo della sala teatro da parte della Amministrazione e quindi ritengo non vadano considerati come offerta straordinaria). Anche nei confronti dell’ Amministrazione ho cercato di mantenere la linea di comportamento, che ho avuto con la popolazione: lasciare che ognuno (privato o pubblico) se vuole e in base alle proprie disponibilità economiche, contribuisca alle spese per opere di interesse pubblico oppure no!
Ricorderò sempre che, mentre erano in corso i lavori per la scuola materna, un gruppo di persone sorridevano della mia ingenuità e mi dicevano:”non penserà di pagare i conti con la raccolta ferro o la vendita dei ravioli o le lotterie!”. Avevano anche cercato di interrompere la produzione ravioli con una denuncia alle autorità competenti, non sapendo che avevamo le autorizzazioni ASL e della Camera di Commercio (purtroppo il vizio di parlare a vanvera senza raccogliere le informazioni necessarie dalle fonti competenti non è ancora morto, e siamo nel 2008!!) . In quel momento, anche a causa della malattia, avevo pensato di andare via da Bottanuco.
Mi fu di aiuto la fiducia nel Padre Eterno (non stavo lavorando per me!) e l’incoraggiamento di due persone di Bottanuco (che ricorderò sempre, anche se magari loro non hanno memorizzato il fatto).
Risultato? Il progetto e l’assistenza lavori furono regalati, il costo della scuola (compreso arredo) fu di 2 miliardi di lire: un miliardo e trecentomila lire furono pagati dalla gente di Bottanuco (partendo da quota zero), 200 milioni dal Comune, e il resto fu coperto grazie alla donazione testamentaria di Albergati Carolina, che io non avevo mai nemmeno visto in faccia.
Il succo di tutto? Bisogna confidare in Dio che è ancora Provvidente e avere il massimo rispetto della libera adesione delle persone.
Arrivo adesso ai cos
ti di ristrutturazione oratorio.
Preventivo opere murarie € 2.015.000,00 + IVA
Va notato che si è partiti col progetto di ultimare il primo piano (le aule), rinviando il resto a un tempo successivo. In corso d’opera si è preferito invece cercar di ultimare il più possibile.
Opere non in preventivo e realizzate: bar oratorio (con arredo); allargamento corridoio esterno sopra bar; demolizione e rifacimento scala cortile di fronte al bar; rampa accesso disabili al campo sportivo; magazzino sotto vecchia sala teatro; arredo completo sala teatro e palco; rifacimento cortile vicino campo di calcio; magazzino adiacente deposito cucina; scavo e collocazione vasche deposito acqua per sistema antincendio; magazzino vicino caldaia; recupero tinte originali facciate; pavimentazione rampa accesso al parco da Via Locatelli; linea salvavita; sistema riscaldamento ultimo piano; bagni esterni cortile vicino campo calcio; arredo cucina; barriere di protezione; cartongesso a norma REI; porticato ultimo piano; arredi aule.
A queste opere vanno aggiunti gli imprevisti legati alla ristrutturazione.
Costo effettivo opere murarie e assistenza impianti: € 2.725.000,00 + IVA
Costo altre opere non previste (arredi e opere realizzate da volontari) € 455.480,00

Non consola più di tanto quando ci sono debiti, però vale la pena confrontare il costo globale con il costo di altri oratori realizzati con demolizione dell’esistente e con una superficie nettamente inferiore rispetto al nostro.
Pagamenti effettuati da cassa parrocchia al 30/9/2008: € 1.950.000,00 (somma raccolta come spiegato sopra).
Al 30/9 i debiti verso banche o privati ammontano a € 1.300.000,00 (per pagare quelli bancari si ha iempo ancora 14 anni).

NB.: va detto che la Curia viene in aiuto accollandosi i costi degli interessi bancari. Come ultimo rispondo a una vostra legittima domanda: perché solo ora il resoconto? Semplice: perché l’ultimo conto l’ho avuto dieci giorni fa.
Cosa rimane da ultimare? Impianto elettrico ultimo piano, spazio sopra ingresso sala teatro (ex-solaio), ingresso oratorio, razionalizzazione spazi esterni, copertura ombreggiante cortile.
Non si poteva evitare questa spesa? L’ho già scritto altre volte e lo riscrivo: nella situazione in cui si trovava l’ambiente si poteva solo o venderlo o aspettare che cadesse (dato che demolirlo non si poteva).
Ma non si poteva fare di meno e contenere lo spesa? La risposta sembrerà semplicistica, ma sfido chiunque a smentirmi: “tutto si può fare diversamente, anche perché penso che a tutti coloro che hanno fatto qualcosa, al termine e a distanza di tempo sia successo di dire “facevo meglio a … “. E magari viene in mente che si doveva …. fare di più. Non so!
Mi dispiace, credetemi, lasciare questo come ultimo scritto e non lo faccio perché così non potete replicare: sono sempre pronto a rendere ragione delle scelte e a riconoscere gli sbagli fatti, e a farlo qui a Bottanuco (sarei felice di avere come consigliere chi, tra gli umani, non fa mai sbagli).
Mi auguro solo che la fatica di tutti voi (di coloro che l’hanno fatta, chiaramente!) nel recuperare quanto ci hanno lasciato gli antenati non sia vana e che lo spazio oratorio possa essere luogo di incontro tra le varie generazioni – tra persone con scelte di vita differenti – tra credenti di varie religioni: lo stile del servizio proposto da Gesù crea fraternità e non divisione.
Auguri.
Don Giuseppe

Annunci

Azioni

Information

56 responses

27 10 2008
Anonimo

NESSUN PROBLEMA CARO GIBI, NOI RAGAZZI SIAMO CON LEI E LA RACCOMANDIAMO OGNIQUALVOLTA PREGHIAMO IL SIGNORE GESU’ CRISTO UNICO MODELLO DI VITA, VIA E VERITA’……X SEMPRE NEL NOSTRO CUORE, CON AFFETTO DAL C.C.N.

27 10 2008
Mauri

Mi fa sempre un certo effetto vedere i preti che parlano di milioni di euro.

27 10 2008
Pippo Baudo

3 milioni di euro si commentano da soli no?

Ma nessun problema, nonostante la recessione, nonostante ci sia gente che ne ha molto (ma molto molto molto) più bisogno di questi soldi, le persone cercheranno nuovamente di trovare la salvezza eterna donando questi soldi alla parrocchia.

Mi immagino la scena:
“Oh puffarbacco! non ha dato i soldi all’offertorio ma che tirchione che iddio lo strafulmini mentre ascendo al paradiso grazie a questi quattro europei di rame sonante che ho donato!”
“La prossima volta metti la carta, l’assenza di rumore ti renderà ancora più
fascion!”

27 10 2008
A.C.

E’ una lettera che ha spiazzato tutti. Perchè non fa solo il rendiconto economico, ma si toglie anche qualche sassolino dalla scarpa usando dei toni non proprio celestiali. Non se l’aspettava nessuno. Una lettera del genere non l’ha mai scritta in 21 anni.

27 10 2008
pierfranco

L’oratorio, così com’è adesso non è male, è bello, ordinato, moderno e accogliente. Una delle maggiori abitudini che hanno le persone di questo paese, di altri e dell’intero Stato è simile a un soggetto che ha uno o + denti cariati, non si preoccupa della sua salute finchè tanto è il male da non resistere un solo minuto; allora si reca celermente dal Dentista. Le nostre strutture sembra abbiano un connubio ai denti cariati, nessuno pensa di aggiustare le cose unpò per volta o quando è il momento, nessuno pensa di farne una verifica e correggere le parti mal conce, si aspetta sempre che tutto l’insieme vada in disuso. Allora poi si parte dall’inizio e si arriva alla fine, il che comporta una globale spesa. Allora, se come dice il post di Ivan che i costi dell’oratorio provengono dalle nostre tasche, ( che comunque sappiamo ) la decisione di come usare e spendere questi soldi dovremmo averla noi, almeno per quanto concerne la nostra parte. Non sono contrario alle restaurazioni, anzi sono favorevole a strutture sicure, ma in tutti questi anni passati l’oratorio doveva già essere da tempo sistemato e in uso. È un vizio che le persone devono perdere e cambiare la loro mentalità, una cosa se è rotta va sistemata subito e non dopo anni.

27 10 2008
silver

dico solo una cosa: l’alternativa non era fra ristrutturarlo o farlo marcire, come scrive il don. ma fra ristrutturarlo senza badare a spese (3 milioni erotti di euro) e ristrutturarlo in modo normale. si è scelta la prima opzione.

27 10 2008
Pippo Baudo

“Parole sante” surfer. Direbbe wdongiuseppe.

“Tutto si può far diversamente”, dice Don Giuseppe nella sua lettera.
Bhè penso che una persona, normalmente, prima di acquistare casa valuta tutte le spese da sostenere, e la acquista solamente se in grado di sostenerle in pieno. Sbaglio?

Mi sembra che qui si sia fatto il passo più lungo della gamba.

Non si vogliono chiedere aiuti direttamente alla gente della chiesa/parrocchia (mi pare di capire), però si lascia sottointendere che senza questi difficilmente si riuscirà a recuperare la cifra che manca per estinguere il debito, se non ricorrendo ancora a feste, raccolta ferro ecc. ecc.
Che in tutta onestà, mi sembrano la stessa cosa ma con una graziosa e differente facciata.

In termini danteschi oserei dire che si è fatta la pupù fuori dal vasino. E puzza parecchio.

27 10 2008
Roby

Pippo ma quando compri casa almeno la smetti di aparare pupù nel piatto in cui stai mangiando e hai sempre mangiato

27 10 2008
IL CAPITANO

E bravo roby allora non sono l’unico che non sopporta
Pippo Baudo…
la mia impressione allora era giusta, lui spara palate di m…a sul paese e chi lo gestisce senza un motivo valido, è ora di finirla…non ne possiamo più!

pierfranco nessuno ti ha mai costretto al momento dell’offertorio a tirare fuori i soldi e se lo fai non puoi pretendere di decidere dove devono andare quelle offerte…offri e basta…e poi dove lo volevi mandare in Africa???
non skerziamo…

VIVA DON GIUSEPPE…almeno lui gli attributi per parlare chiaramente alla gente ce li ha…vero pippo baudo?

27 10 2008
bacicalupo

si gli attributi li ha avuti dopo che se ne andato via!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

27 10 2008
88

baudo nessuno ti obbliga a pagare.se preferisci dare i soldi agli africani fallo,ma spera di non ritrovartene uno in casa che a cui i soldi devi darli per forza…

27 10 2008
pierfranco

Capitano che stai dicendo ?
Il mio commento in sintesi era: perchè aspettare fino all’ultimo per sistemare l’oratorio, quando era possibile farlo molto prima con costi minori ? Lo si poteva fare negli anni “80 e “90 ti pare ? Perchè devono sempre lasciare che una struttura peggiori col tempo ? Ok, ma… l’Africa è riferita a chi scusa, perchè io n’ti capisco x niente…
Comunque quì si commenta su un blog e si è liberi di pensare a una cosa o l’altra, se dovessimo recarci di persona per chiarire o capire la spesa fatta su l’oratorio pensi che qualcuno ci ascolterebbe ? Non è un problema x me fare un’offerta, è un problema capire che cosa vogliono realmente fare e non mi rivolgo a Don Giuseppe non andare a fragole…

27 10 2008
andrea

non capisco perchè questo “rendiconto economico” l’abbia fatto lui e non don carlo. sono d’accordo con silver che si è scelta una ristrutturazione faraonica, che non era l’unica possibile. la mia famiglia ha contribuito parecchio all’oratorio e sinceramente speravo che si facesse qualcosa di più modesto, che non vuol dire una schifezza, ma semplicemente riportarlo alla situazione originaria, senza tutte le aggiunte che sono state fatte e che tra l’altro si stanno rivelando inutili. ora voglio vedere come faranno a raccogliere ancora 2 miliardi e mezzo di lire, considerando che è cambiato parroco, che c’è la crisi economica, che a quei costi si aggiungono quelli di mantenimento, perchè nel frattempo l’oratorio dovrà pur mettersi in moto. in bocca al lupo a don carlo che eredita tutto questo.

28 10 2008
Anonimo

Da questo thread di discussione mi sembra di capire che Pippo Baudo sarà sempre e comunque contrario a qualunque cosa faccia il Comune, la Parrocchia e l’Oratorio.

Invito quindi tutti i partecipanti al forum a NON rispondere più ai suoi post e a NON commentare più le sue esternazioni… Trovandosi presto isolato forse si stancherà di parlare a sproposito e comincerà a fare commenti più adeguati.

Questa volta, mi tocca dirlo con dispiacere, mi ha un po’ deluso anche Ivan… dire che si tratta di soldi comunali quando si è detto poco prima che i soldi messi dal comune sono 50 mln di lire (25822 euro!!! pari allo 0.79% su un totale di 3250 mln di euro) mi sembra un po’ una forzatura… tanto più che in cambio di quei 50 mln di lire il comune ha ottenuto l’uso della Sala della Comunità… Stessa cosa per i 200 mln di lire della Scuola Materna… La verità è che la scuola materna avrebbe dovuto essere costruita dal Comune, che però all’epoca non era in grado di farlo. E’ stata allora la Parrocchia a prendersi carico dell’opera, venendo incontro ad un’esigenza di tutto il paese.

28 10 2008
Pippo Baudo

Siete bellissimi 🙂

Mi son già stancato guarda.

28 10 2008
faber

secondo me non avete nient’altro da fare che stare seduti dietro ad un pc e commentare questo e quell’altro… (quelli che scrivono “W don giuseppe” poi non li sopporto proprio. BASTA!!! cosa c’entra scriverlo ogni 3 secondi?? E’ stato un grande uomo, bene grazie, ma basta! sembrate i tifosi del napoli con maradona….)

le critiche ci saranno sempre è inutile dire non rispondete a pippo baudo / pierfranco quando mi sembra che siano gli unici a tenere discussioni interessanti nonostante siano sempre un po’ critiche 😉

ragazzi, l’oratorio nuovo c’è, ringraziano il don e i volontari x gli sforzi, ed ora tocca a noi terminare questo progetto. Che senso ha metterci qui ora a criticare cosa è stato fatto? Risolviamo qualcosa? Prendiamone atto e andiamo avanti che siamo tutti persone adulte.

28 10 2008
Pippo Baudo

Le critiche dan sempre fastidio, e la gente piuttosto che risponderti con motivazioni validi, con argomentazioni corrette, preferisce semplicemente attaccarti a testa basta dandoti del reazionario e ipercritico, con due paraocchi da cavallo 70x120cm.
Perchè questo che fanno, ormai non leggono manco più quello che uno scrive, partono subito dicendo “a me tu sei ipercritico” “non rispondetegli più”.

I miei complimenti vivissimi, democratici quanto un fan di hitler.

Mi rifiuto di ripetere quante volte ho appoggiato il comune per operazioni come quella dei fumagalli, come quella dell’asilo nido, perchè tanto continuerete a ripetere che sono contro il comune e tutte queste s*******.

Ora non mi aspetto nulla, solo altra fuffa e altra fuffa ancora, perchè la realtà è questa, non ho letto una sola argomentazione valida nei vostri stupidi e ipocriti commenti.

28 10 2008
faber

hai ragione pippo… poi un blog serve anche a questo, ovvero discutere di argomentazioni varie dove ognuno è libero di esprimere ciò che pensa purchè sia inerente a quello che si sta trattando, altrimenti si “spamma”.

E’ vero quanto dice pippo, a volte ha appoggiato il comune e a volte lo ha criticato, voi siete sempre e comunque d’accordo con comune / parrocchia? Non voglio difendere pippo baudo xe si sa difendere da solo, ma che tristezza leggere dopo ogni suo post, sempre le stesse critiche… basta!

Ognuno qua, e Ivan potrà confermalo, è libero di scrivere ciò che pensa e può essere criticato o meno, ma cerchiamo di aprire un po’ gli occhi ed uscire dalla mentalità ottusa che molte persone a bottanuco hanno.

Se non volete avere critiche, non volete avere discussioni, createvi un gruppo privato ristretto solo a persone che la pensano allo stesso vostro modo… questo si che è costruttivo … questo si che è aprirsi e confrontarsi con gli altri per creare un mondo migliore.

28 10 2008
Ivan

Scusa Anonimo ma la mia frase mi sembra chiara. Siccome si sta parlando dei contributi comunali, puntualizzo solo che le tasche sono le nostre, non degli altri. Nessuno entra nel merito della cifra (è evidente che è un contributo minimo).

28 10 2008
Mauri

Questo attacco mirato su Pippo Baudo francamente mi sembra esagerato, anche se Pippo ha usato della parole “scurrili” che avrebbe dovuto evitare. Ognuno è libero di dire quello che pensa. Quando dice che si è fatto il passo più lungo della gamba mi sembra condivisibile, altrimenti non ci sarebbe un debito di 1 milione e 300.000 euro.

28 10 2008
Rosse

Siamo tutti capaci di dire: “Avrei fatto bene… avrei fatto meglio….” il problema è che adesso questi soldi sono da tirar fuori in un modo o nell’altro…
E’ anche vero che quando erano stati fatti i preventivi per la ristrutturazione bisognava tener conto che qualche € in più erano da calcolare e se oltrettutto sono state fatte opere in più da quelle previste è logico che la cifra lievitatva alla grande!!! il Consiglio Economico non ha fatto bene il suo lavoro!!!!

28 10 2008
Pippo Baudo

La pupù è termine scurrile?

28 10 2008
Mauri

Sì Pippo, è scurrile, è una provocazione gratuita.

28 10 2008
per ivan

per favore cancella tutti i commenti RAZZISTI DI 88!!TI PREGO…E PER IL CARO 88 VEDO CHE DON GIUSEPPE HA INSEGNATO BENE A TE!!!UAUUU!!!

28 10 2008
i love pippo baudo

allora tutti i cari anonimi di W DON GIUSEPPE, i lekkini e quant’altro aprano le loro saccoccie e via di euri…per conto mio l’oratorio potrebbe andare avanti ad avere il suo debito!
bisognava pensarci prima…è evidente che il don è si un bravo prete ma non un bravo ragioniere!!!

28 10 2008
Anonimo

Questo è solo l’inizio vedremo le prossime puntate.

28 10 2008
scultz

io vi dico solo una cosa ma tanti di voi che sparlano hanno mai dato una mano seriamente?

29 10 2008
Anonimo

BRAVO SCULTZ

29 10 2008
drugo

scultz, sentiamo, tu che mano hai dato ? fammi capire di cosa stiamo parlando (non sono retorico, e’ che non ho capito a cosa ti riferisci, se al mettere mano al portafogli, a fare lavoro di volontariato o a cos’altro),
in generale, si riesce ad andare oltre la semplice frasetta ?
possibile che la stragrande maggioranza dei post non superi le 5 righe ?
c’e’ una sindrome da stitichezza orale ?

e per i commenti “bravo qua’, bravo la, W don giuseppe”, l’asilo nido ha un sacco di posto disponibile, iscrivetevi e vediamo di aiutarvi a uscire dallo stato infantile in cui vi trovate, c’e’ sempre tempo per maturare un proprio pensiero che vada oltre le 3 parole, e’ difficile ma ce la si puo’ fare, e siamo tutti pronti a darvi una mano.

29 10 2008
Pippo Baudo

Come volevasi dimostrare. Non ho visto un commento con significato, che spieghi e dia motivazioni reali e concrete. “tutti bravi a criticare” “ma voi fate qualcosa?” Ma voi che cavolo ne sapete di cosa fa la gente di questo blog? Drugo potrebbe essere ministro, Mauri potrebbe essere assessore provinciale, faber potrebbe essere Barack Obama. Scrivete cose con senso invece di ripetere all’infinito stupide critiche senza nè capo nè coda. Abbiate il coraggio di aprire bocca per dire “io penso che”.

Hanno sbagliato il preventivo “solo” del 38%, vi sembra normale?

29 10 2008
pierfranco

Bè, adesso l’Oratorio è fatto per cui resta ben poco da fare, pagarlo. In futuro però sarebbe opportuno unpò + di professionalità. Le decisioni affrettate sono sempre le peggiori e quando si decide di affrontare una spesa alta come quella dell’Oratorio ci dovrebbe essere in mezzo un Economo. L’oratorio poteva essere restaurato e conservata la sua estetica, sia per rispetto di chi l’ha fatto sia per contenere la spesa, ma siccome si vuole sempre fare le cose in grande e non ci si accontenta mai, le sorprese sbucano in continuazione e i conti alti sono da pagare entro una data decisa. Certo, l’Architettura moderna è bella, però costa parecchio. Il progettista di Bottanuco (…) ha si messo in risalto le sue idee, le sue capacità, ma non ha considerato che quella struttura non era privata e quindi ha calcolato male la realtà, ha fatto si che Bottanuco si indebitasse ancora di +. Allora, che senso ha quando dice: « sono fiero di vivere a Bottanuco perchè mi da lavoro e denaro » quando però riesce ad indebitarlo tanto ? Comunque, fosse solamente una persona ad essersi sbagliato nel preventivo lo si può anche capire, ma un gruppo di persone che decidono di avere una struttura moderna, costosa e non ha la certezza di riuscire a pagarla significa che quel gruppo di persone ha un cervello limitato e non è assolutamente abile a prendere decisioni tali.

29 10 2008
by

Pippo se avessi seguito bene lo svliluppo della ristrutturazione dell’oratorio sapresti anche i motivi di questo auemnto dei costi e non parlerei di “sbaglio”. Lo sai almeno che ci sono stati dei grossi imprevisti (impossibile da prevedere) dovuti al tipo di ristrutturazione che è stata fatta?
Il passo troppo lungo della gamba?Nn sono d’accordo. Considera che ristrutturando cosi’ come è stato fatto, con l’obbligo di mantenere determinati muri, ha aumentato la spesa tantissimo!!! Magari si fosse potuto radere al suolo tutto e ricostruire da zero, avremmo risparmiato parecchi soldini.
Io son felicissimo di ciò che vedo e son tranquillo perche’ la gente di Bottanuco riuscirà a estinguere questo debito. HO FIDUCIA DEI MIEI COMPAESANI!!!

29 10 2008
Pippo Baudo

Lieto di leggere la tua risposta by. Finalmente un dialogo.

Grossi imprevisti mi sembra sia normale prevederli in una ristrutturazione, ma che alzino il costo dell’opera di più di 1/3… parlerei più precisamente di calcolo eccessivamente sottostimato nel preventivo.

Sin dall’inizio mi è sembrata opera sin troppo grandiosa. Continuo a pensare che per creare uno spazio d’unione per la comunità si potesse e soprattutto, si dovesse spendere molto meno.

Non ho dubbi che la gente del paese coprirà quelle spese. Non li ho mai avuti. Mi chiederò sempre se quei soldi non sarebbero stati spesi meglio in opere di bene.

29 10 2008
by

Io nn mi intendo a fondo di edilizia, ma mi sembra di aver capito che in fase d’opera si è dovuto rivedere e ridefinire la stuttura portante dell’edificio. Magari però ho capito male io.
Comunque poi l’aumento è stato anche e penso soprattutto per la realizzazione di opere che inizialmente si era pensato di ultimare in una seconda fase.

29 10 2008
Stefano

Non dimentichiamo che l’oratorio non è stato solo ristrutturato, ma anche ampliato. Come ha spiegato il progettista, le parti aggiunte rispetto alla struttura originaria sono state fatte in mattoni rossi, proprio per renderle distinguibili. Guardate la fotografia in alto: praticamente tutta la facciata è di mattoni rossi, quindi sono tutte aggiunte. Il terzo piano in origine era un solaio, ora è stato alzato per farci saloni e aule.

29 10 2008
Gianpi

Quello di restaurare l’edificio e tutto il resto è stata una cosa BEN FATTA, a mio parere i soldi sono stati spesi benissimo, le cose o si fanno bene, o non si fanno, come ha scritto nella lettere il Don, poteva lasciare i piani alti non completati ma sicuramente avrebbe comunque ricevuto critiche in senso opposto, qualcuno sproloquia parlando di “opere di bene!”, anzichè ristrutturare, facciamo queste e lasciamo che vadi in malora quello che i nostri padri hanno creato con sacrifici! che, in confronto a quelli che ci mettiamo d’avanti noi oggi, dovremmo Vergognarci al solo cercare di paragonarli. Inoltre, leggo che qualcuno “continua a pensare ? “, lascia perdere, non andresti da nessuna parte con il tuo sistema di pensare, possiamo sì esprimere il nostro parere ma qui si va oltre, qui si critica e Basta, altri invocano un economo per valutare la fattibilità dell’opera, ma la lettera scritta dal Don, l’avete letta ? non avete letto che dietro a certe decisioni c’era un Consiglio per gli Affari Economici ? dirò di più, Tutto quello che concerne alla Chiesa, viene preso e discusso dal Consiglio Parrocchiale, il Parroco può proporre ma NON decide, a suo tempo, se la memoria non mi inganna, era circolata una lettera ai capofamiglia nella quale si chiedeva di quanto fossero e se fossero d’accordo nello stabilire una quota mensile proprio per le opere di ristrutturazione dell’asilo e quantaltro, evidentemente è stato valutato che non avendo molti consensi in questo senso, la cosa si è lasciata perdere. Comunque: non criticate per favore, fino ad ora nessuno ha preso per la gola nessuno per fargli cacciare i soldi, a, attenzione che non è Bottanuco ad avere il debito, è la Parrocchia e quella, Tranquilli che non vi aumenta le tasse, perciò vi esorto, m o d e r a z i o n e .

29 10 2008
IL CAPITANO

Giampi finalmente ne ho trovato uno che non critica sempre tutto e tutti ma che fa analisi oggettive delle notizie che legge…
x pierfranco…cosa sto dicendo …nel post precedente al mio avevi scritto che vorresti essere tu a decidere dove dovrebbero andare i soldi che dai come offerta alla parrocchia…ecco a cosa mi riferivo, se fai un’offerta alla parocchia è xke sai gia x cosa andranno quei soldi, altrimenti sei uno di quelli che fa le offerte senza sapere dove vanno sl per farsi vedere…
mentre la storia degli aiuti agli africani era una sottile ironia diretta a un altra persona che credo abbia capito…

CANCELLARE TUTTI I MESSAGGI DI 88 ? ? ? ?
xke mai??? non siete voi quelli che dite che qui ognuno è libero di dire ciò che vuole??? se non vi sta bene ciò che dice potete benissimo appena letto il suo nome saltare il suo post senza chiedere la cancellazione…

meglio gente come 88 convinta in ciò che dice piuttosto di gente come Pippo Baudo che critica e basta…

29 10 2008
pierfranco

Io non avrei nemmeno commentato su ” la spesa dell’Oratorio ” se l’Economia di oggi fosse buona, e che si tratti di Comune o di Parrocchia il denaro è sempre dei cittadini e i cittadini non si oppongono alla creazione di un ritrovo, si oppongono solo quando se ne fa uno spreco inutile. Allora nessuno ha detto che era meglio una facciata senza mattoni o era meglio un’altra estetica ma che era meglio spendere meno, ho citato l’Economo perchè è una figura importante per prendere iniziative che hanno termini in costi, tutto quà. Le cose molto spesso si salvano proprio perchè esistono delle critiche che poi si realizzano in ostacoli. Voi dite: « quì molte persone criticano tutto e tutti ! ». Voi che criticate noi e quello che diciamo, che cosa fate ?

29 10 2008
CIAOCIAO

X Piefranco: all’asilo si sta bene……

29 10 2008
pierfranco

CIAOCIAO, etonnant comme reponse ! Ce n’est pas grave pour toi, c’est dejà bien que tu puisses parler. Voilà qui s’apelle parler…

29 10 2008
Roby

Per Pippo tu sei solo capace di “io penso che”. tra il dire e il fare passa un oceano nel mazzo, quando fai qualcosa tu??????

30 10 2008
Anonimo

W DON GIUSEPPE !!!!!!!!!!!!!!

30 10 2008
IRIS

NESSUN PROBLEMA CARO GIBI, NOI RAGAZZI SIAMO CON LEI E LA RACCOMANDIAMO OGNIQUALVOLTA PREGHIAMO IL SIGNORE GESU’ CRISTO UNICO MODELLO DI VITA, VIA E VERITA’……X SEMPRE NEL NOSTRO CUORE, CON AFFETTO DAL C.C.N.

………………TANTI SALUTI A TUTTI E CE NE FOSSERO DI DON GIUSEPPE..
…..ANZI MEGLIO DI NO, XKE’ MOLTI A BOTTANUCO MERITANO ALTRE persone..
………….e allora avanti………

……GRAZIE DON BEPPE SARAI X SEMPRE NELLA MIA TOP TEN !!!!!
……………………una mamma..

30 10 2008
faber

barak obama io??? magari …

cmq Pippo Baudo lo prendo come un complimento dai… sono stanco di leggere ogni giorno post inutili.

buona giornata a tutti e scusate l’O.T.

30 10 2008
Pippo Baudo

Non ho dubbi Capitano che tu preferisca commenti razzisti come quelli di 88.

30 10 2008
Cristian Magni

l’oratorio è bello, solo che è tanto grande!!! Ma don giuseppe qualche sassolino dalla scarpa se l’è levato alla grande. Penso abbia preferito dire lui alla gente che i debiti ci sono… in fondo don carlo è appena arrivato!!! Pierfranco, una bella saletta per la musica ci starebbe a pennello nell’oratorio, non trovi?!?

30 10 2008
88

lunga vita a me stesso!

30 10 2008
pierfranco

Ciao Cristian 🙂 si e avevo anche proposto a Don Fabrizio se era possibile organizzare eventi musicali acustici di vari generi.

31 10 2008
A.C.

Come ha detto qualcuno un oratorio così grande è inutile. Si vede nei fatti che ci sono un sacco di ambienti totalmente inutilizzati. Secondo me bisognava riportarlo semplicemente alla sua versione originale e non ingrandirlo. Non si può ingrandirlo e poi star qui a dire che la spesa è stata troppa.

31 10 2008
andrea

vorrei capire se accendono il riscaldamento nell’oratorio nuovo, avranno una bolletta che neanche la casa bianca..

31 10 2008
Fata Morgana

xchè nn fai domanda di farti alloggiare nei locali riscaldati per tutto l’inverno alle porte eviteresti di rimanere al freddo come sicuramente sei in questo momento ho la vaga impressione che la tua famiglia nel contribuire parecchio come tu affermi adesso tiri la cinghia sul riscaldamento andrea ti farebbe sicuramente sviluppare un poco di più quel cervello atrofizzato che ti ritrovi visto a cosa riesce a partorire………mi riferisco alle ultime due righe da te scritte.

1 11 2008
LUIGI

Il COMUNE di soldi alla PARROCCHIA in questi ultimi anni ne ha versati moltissimi:
non solo finalizzati alla costruzione dell’oratorio, ma ingenti per la scuola materna, totali al cre, parziali finalizzati a iniziative specifiche, senza dimenticarci degli ultimi € 30.000,00 per la cappeletta sulla strada di Madone.
Sveglia gente!

1 11 2008
pierfranco

Una parte del costo della cappelletta l’ha pagata il pilota che l’ha distrutta. Io se fossi stato Sindaco gliel’avrei fatta pagare per intero, con un’aggiunta di costi storici, ossia 1000 € per ogni anno che era lì.

5 08 2013
Anonimo

ma questo blog funziona ancora?

5 08 2013
Anonimo

come mai si è bloccato tutto al 2008? L’oratorio è bello ma io mi domando perché rispetto agli anni di don Giuseppe l’oratorio adesso è deserto? qualcuno me lo può spiegare? per caso dipende dal nostro divo Don Fabrizio? mi potete spiegare perché anche il cre è semideserto? e per la scuola materna chi comanda?In questo momento abbiamo l’oratorio e la scuola materna fermi ai bei tempi di Don Giuseppe e questo mi rattrista!

17 10 2013
binary options

In such banc de binary a scenario, you’ll place a Put option if you ever have to
worry about margin calls with binary solutions investing.
Many other forms of buying and selling, you could also discover contracts that run for longer periods.
Thats all you need to adopt strategies in different situations so
that you will make money. Tip Three Read the News Like a
Hawk If someone told you that you could use banc de binary in binary options and other trade
options. The trading options that are binary is not hard.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: