La Pedemontana a Cerro: come sarà

6 07 2008


di Ivan
Come saprete, la Pedemontana (la futura Autostrada lombarda che collegherà sei province) passerà anche dal nostro paese. Il tracciato che ci riguarda, però, sarà completamente interrato, a 25 metri sotto il suolo, e taglierà Cerro nella fascia tra la discarica e l’inizio di Capriate. La Pedemontana sbucherà sulla nostra Adda, dove sorgerà un ponte a 30 metri d’altezza lungo 1,3 chilometri, che arriverà sulla sponda milanese di Cornate. In questi giorni si stanno valutando diverse ipotesi di ponte (in foto ne vedete una), e si spera in una struttura di un certo pregio architettonico, che costerà circa 60 milioni di euro. In futuro i ponti diventeranno due, perché è prevista anche una Gronda merci ferroviaria, che correrà parallela all’Autostrada. La Pedemontana porterà con sé anche una pista ciclabile, chiamata «Greenway», che collegherà i Comuni interessati dal tracciato (nell’Isola sono Bottanuco, Capriate, Filago, Brembate e Osio Sotto): da noi passerà proprio sopra l’Autostrada, che come detto sarà interrata. La pista prevede dei sottopassaggi, ad esempio nell’intersezione della Pedemontana con il nostro provinciale, vicino alla Silton (in quel punto, tra l’altro, sorgerà una rotonda, con una strada che porterà al futuro casello di Capriate). La pista ciclabile arriverà anche sul milanese, ma non passerà sul famoso ponte: scenderà verso l’Adda e avrà un proprio ponticello, molto più basso e probabilmente di legno. L’inizio di questi lavori è previsto per maggio del 2011.

Annunci

Azioni

Information

20 responses

7 07 2008
Mauri

Sarà anche sotto terra, ma l’inquinamento è ancora tutto per noi. E’ quella l’unica cosa che mi importa della faccenda. Non dico che le strade non vadano fatte, anzi, ma forse evitare le autostrade nei centri abitati non è cosa impossibile.

7 07 2008
arsuffo

se eravamo a napoli la gente era già in strada a scioperare da mesi

7 07 2008
Pippo Baudo

Due centri commerciali (Capriate e Bottanuco) e non calcolo che anche a Stezzano ne stanno aprendo uno a fianco dell’autostrada, ove sorgeva una ditta d’arredamenti (80 negozi, aperto a fine 2009).
Due milioni di metri cubi di scavi per le cave
A Capriate hanno raso al suolo metà degli alberi che avevano per costruire abitazioni disabitate (e gli hanno tolto l’Ici)
La Pedemontana.

Io credo che la nostra bella zona a breve diventerà invivibile.

Immagino solo il traffico mattutino che ci sarà sulla rivierasca con due centri commerciali che verranno raggiunti dal pubblico, da chi vi lavorerà e dai fornitori. Poi penso a quelli che transiteranno per andare a prendere la Pedemontana. Poi penso a tre caselli chiusi dell’A4 nella settimana in cui iniziano a rifare il ponte di trezzo e immagino che le capacità organizzative di queste persone siano le stesse di un ornitorinco che fa algebra.

7 07 2008
Pierfranco

LUNGA VITA ALL’ANARCHIA !
Anarchia significa ” libertà “, leggi e canoni non esistono. L’ozio è il padre dell’anarchia e sopratutto è un simbolo odiato dai politici, lavoratori e imprenditori. È risaputo che queste tre figure amano continuamente costruire senza frontiere, senza preoccuparsi di possibili danni e modifiche al sistema ecologico. Queste tre figure, rispecchiano in tutto e per tutto la figura e l’appellativo di ” menomato mentale “, bisogna far qualcosa, ma cosa ? Personalmente, e dico personalmente sarebbe opportuno fare acquisti in negozi di paese e non in c. commerciali, è anche giusto insomma, gli abitanti del paese si dovrebbero aiutare l’uno con l’altro. I pochi commercianti del paese hanno tutta la facoltà di avere noi per clienti, noi abbiamo l’assoluto diritto di acquistare oggetti o viveri da loro perchè un domani potremmo pure noi aprire un’attività tutta nostra. Questo è anche un’appello ai pochi commercianti rimasti nei loro negozi. Non fatevi abbindolare dai centri commerciali aprendo lì le vostre attività, paghereste un affitto altissimo e sareste costretti ad indebitarvi.
A parte il fatto di dove acquistare, centri commerciali, pedemontana, capannoni, condomini, allora dove vogliamo arrivare ? Volete creare una metropoli ? Non potete perchè non c’è spazio a sufficenza, l’America può farlo ma non l’italia. Prima di tutto è utile sapere che lo Stato italiano è sul filo del rasoio, quindi credo che la pedemontana non vedrà una gran luce, sarà quest’inverno sarà la prox estate ma ormai lo stato ha tutti i requisiti per fallire. Detto questo significa che il denaro andrà in vacanza per un bel pò. Noi possiamo fare qualcosa e cioè : non comprare immobili, non fare debiti di nessun genere e non frequentare centri commerciali. Cerchiamo di tenerci la poca aria che ci rimane usando il meno possibile auto e moto. Scusate ma dovevo proprio dirlo…

7 07 2008
drugo

pierfranco: standing ovation, per quanto possa servire 🙂

quanto al tracciato, quella e’ solo l’ipotesi, il progetto definitivo ancora non c’e’.
La realta’ purtroppo e’ che per stessa ammissione del presidente di pedemontana spa, Terragni, che ha presenziato a un incontro a Usmate poco tempo fa, i soldi non ci stanno, e quindi le prime cose a saltare saranno proprio gli interramenti, che costano ovviamente molto di piu’.
Tra l’altro la gronda ferroviaria ha invece un tracciato definitivo (almeno a quanto mi ha riferito l’ufficio tecnico del comune di Cornate), e non prevede interramenti, e visto che sul sito stesso della pedemontana si dice che si fara’ un’opera unica per l’attraversamento dell’adda, se faccio 1+1 scommetto che non ci sara’ alcun interramento. Cmq interramento o no, sara’ una porcata comunque, anche perche’ come se non bastasse chi e’ che si e’ aggiudicato l’appalto di contraente generale per la pedemontana ?
tada !! ma la impregilo, ossia la societa’ gia’ coinvolta in diverse inchieste, quella societa’ che ha in appalto da anni la gestione dei rifiuti di tutta la campania (e i risultati si sono visti), che controlla la ditta che ha l’appalto per la salerno-reggio calabria (e i risultati si sono visti), e che ha vinto anche l’appalto per il ponte sullo stretto….. e ora pure la pedemontana.
Dove girano un sacco di soldi ci sono loro, per loro e’ un affare, per noi sono solo cazzi…..

7 07 2008
Pierfranco

FIND OF COST OF FREEDOM
Grazie dell’ovation Drugo 🙂
L’ozio, l’anarchia, la natura, l’aria pulita, le mucche al pascolo, la musica, la marijuana e l’amore erano gli ideali degli hippies, la famosa generazione degli anni “70 che amava conservare le cose della vita, che odiava ogni forma di guerra, di lavoro e di schiavitù. Era forse la generazione modello x eccellenza, non rompeva nulla, non rubava, non faceva nessun danno. Per i governi era considerata la generazione dei ” barboni, drogati, anarchici e vagabondi “. Alla fine degli anni “70 gli hippies scomparvero e le cose iniziarono ad andare sempre peggio, si perse del tutto il rispetto per la vita stessa, per la natura sopratutto. Oggi, la nostra realtà tiene in pugno soltanto un ideale, il denaro, vuole realizzare l’impossibile, lo fa senza guardare in faccia a nessuno, pensando a se stesso; è una corsa all’oro. Tutti sono felici di avere un parcheggio in +, una strada in +, un ponte in +, un centro commerciale in +, una quarta corsia in +, tutti sono felici di vedere con i propri occhi il moltiplicarsi di auto in ogni parte, senza interruzione, tutti sono felici di pagare di proprie tasche queste cose, tutti sanno che i loro figli, in un mondo così non cresceranno mai sani. Ogni strada che nasce, ogni parcheggio che nasce, ogni c. commerciale che nasce, ogni ponte che nasce, ogni struttura che si alza, non fa altro che aumentare monossido di carbonio !
( C’è una petizione intelligente da firmare per chi fosse d’accordo. )
http://digilander.libero.it/hippy3000/id11.htm

8 07 2008
Barbara75

“Tutti sanno che in un mondo così, i nostri figli non cresceranno mai sani”…..
i figli: il bene più prezioso, il senso della vita, il futuro del mondo…
cosa sta succedendo??!!

8 07 2008
manzonipi

Find the cost of freedom (C,S,N&Y erano tra i miei preferiti). Sono stato sfiorato, coinvolto, trascinato anch’io dentro a quell’incredibile e credo irripetibile clima e momento storico. Ci sono stati momenti dove (forse) credevamo davvero al cambiamento. Oltre a bei ricordi mi sono rimasti comunque dentro ideali e valori che cerco con difficoltà di mantenere in una società profondamente diversa e votata ad uno sfacciato egoismo personale.
… qualcuno è andato per età, qualcuno perchè già dottore
e insegue una maturità, si è sposato, fa carriera ed è una morte un po’ peggiore… (Guccini)

8 07 2008
andrea

senza entrare nel merito se sia giusto o meno cavare, se sia giusto o meno aprire un centro commerciale, se sia giusto o meno fare un’autostrada che passa da lì, facciamo una semplice constatazione: tra cave, centro commerciale e autostrada bottanuco è di fronte a una svolta epocale, che lo condannerà a morte certa.

8 07 2008
Pierfranco

UN MALATO TERMINALE
Non si può dire ad una persona prossima alla dipartita perchè malato terminale : « forza, hai ancora molti anni da vivere ! » , sarà sì terminale, ma non scemo. La metafora è tetra lo sò, ma è lo specchio della nostra terra, la nostra Madre, che fino a ieri ci ha offerto cibo e acqua e che oggi è un malato terminale. Ci sono persone che implorano Dio dalla mattina alla sera, senza significato, senza nemmeno sapere cosa realmente c’è oltre questo mondo, dicono che il mondo l’ha creato Lui, ma non dicono mai rispettiamolo e facciamone tesoro. Uno che porta sulle spalle la professione di ” Papa ” dovrebbe parlare di rispetto alla terra che gli offre cibo e acqua, di un mondo creato perfetto e di mantenerlo tale, invece non dice mai nulla in proposito. Il suo motto è : « Dio ci ama ! » . Io non so se esiste, non ci sono mai stato dilà, ma credo che se ad una persona qualsiasi togliessi qualcosa di suo, che lui stesso ha creato, egli stesso mi prenderebbe a pugni in faccia. Probabilmente Dio, se facesse un salto da noi farebbe la stessa cosa, in modo particolare coloro che mettono per iscritto che la cosa principale è l’ecologia e che si sta facendo molto per conservare lo stato patrimoniale, combattendo il buco d’ozono che da effetto serra ma che invece ciò che fanno è l’esatto opposto. Cliccate il Link che porta alla pagina di un certo assessore e leggete cosa ha scritto, poi ditemi se c’è qualcosa di vero a quanto afferma ! http://www.marcopagnoncelli.it/approf.php?id=1

” Ci sono tante cose insensate nella vostra cosidetta civiltà. Voi uomini bianchi correte forsennatamente dietro ai soldi, fino a quando ne avete così tanti che non vi basta tutta la vita per spenderli. Depredate i boschi e la terra, sprecate i combustibili naturali, come se dopo voi non venissero + altre generazioni bisognose di queste cose. Continuate a parlare di un mondo migliore e nel frattempo costruite bombe sempre + potenti per distruggere il mondo che avete ora… – Tatanga Mani –

8 07 2008
IL CAPITANO

Tutte le persone che hanno fatto un giro al rockisland in queste 5 serate penso che non abbiano potuto non notare la quantità di giovani che collaboravano per la gestione della festa…dalla cucina al servizio bar…per arrivare fino ai cassieri e ai monezzari. . . può piacere la musica rock o no ma credo che il rockisland sia l’esempio lampante che i giovani di Bottanuco non sono in grado solamente di fare casino la sera e di ubriacarsi . . . ma riescono anke a portare avanti progetti ambiziosi come quella di fare una festa. non va dimenticato l’aiuto degli alpini e di tutti i volontari che hanno dato una mano per montare la struttura o per il servizio cucina… ma l’anima di questa festa sono i giovani e vederli collaborare tutti insieme penso che sia una cosa stupenda… o come direbbe quel mio famoso socio è UNA GRASSATA . . .

9 07 2008
Pierfranco

UN MALATO TERMINALE
Non si può dire ad una persona prossima alla dipartita perchè malato terminale : « forza, hai ancora molti anni da vivere ! » , sarà sì terminale, ma non scemo. La metafora è tetra lo sò, ma è lo specchio della nostra terra, la nostra Madre, che fino a ieri ci ha offerto cibo e acqua e che oggi invece è un malato terminale. Ci sono persone che implorano Dio dalla mattina alla sera, senza significato, senza nemmeno sapere cosa realmente c’è oltre questo mondo, dicono che il mondo l’ha creato Lui, ma non dicono mai rispettiamolo e facciamone tesoro. Uno che porta sulle spalle la professione di ” Papa ” dovrebbe parlare di rispetto alla terra che gli offre cibo e acqua, di un mondo creato perfetto e di mantenerlo tale, invece non dice mai nulla in proposito. Il suo motto è : « Dio ci ama ! » . Io non so se esiste, non ci sono mai stato dilà, ma credo che se ad una persona qualsiasi togliessi qualcosa di suo, che lui stesso ha creato mi prenderebbe a pugni in faccia. Probabilmente Dio, se facesse un salto da noi farebbe la stessa cosa, in modo particolare a coloro che mentono mettendo per iscritto che la cosa principale è l’ecologia, che si sta facendo molto per conservare lo stato patrimoniale, combattendo il buco d’ozono che da effetto serra, ma che invece ciò che fanno è l’esatto opposto. Cliccate il Link che porta alla pagina di un certo assessore e leggete cosa ha scritto, poi ditemi se c’è qualcosa di vero a quanto afferma ! http://www.marcopagnoncelli.it/approf.php?id=1

” Ci sono tante cose insensate nella vostra cosidetta civiltà. Voi uomini bianchi correte forsennatamente dietro ai soldi, fino a quando ne avete così tanti che non vi basta tutta la vita per spenderli. Depredate i boschi e la terra, sprecate i combustibili naturali, come se dopo voi non venissero + altre generazioni bisognose di queste cose. Continuate a parlare di un mondo migliore e nel frattempo costruite bombe sempre + potenti per distruggere il mondo che avete ora…” – Tatanga Mani –

9 07 2008
BARBARA75

Proprio ieri ho sentito alla radio che i grandi della terra, non ricordo in quale occasione, hanno preso una importante decisione: impegnarsi a ridurre le emissioni di gas che provocano il buco nell’ozono, udite bene… entro il 2050!!!! Dormiamo pure sogni tranquilli ci pensano loro a sistemare tutto!! Grazie.

9 07 2008
Pierfranco

Barbara, io avrei paura oltre il 2012, il 2050 poi…

9 07 2008
Pippo Baudo

E la soluzione del G8 per ridurre il prezzo della benzina? Produciamone di più!

Che belle menti.

9 07 2008
fbi girl

i milanesi sono scappati a bergamo.. io scapperò a brescia.. se andiamo avanti cosi arriveremo a trieste!

9 07 2008
STe_f4n0

Non so di preciso cosa abbia in mente il vostro comune (o meglio la vostra amministrazione), però so che si sta leccando le dita di fronte a quanti introiti di troverà ad avere (tra cave e oneri delle nuove aree edificabili). Siete un bel paese ed avete anche uno spirito comunitario che nel mio paese non abbiamo. Se volete far valere i vostri diritti forse siete in ritardo, ma potete rompere ancora i maroni a chi di dovere. Per quanto riguarda la pedemontana è un gatto che si morde la coda, crei un’autostrada per alleggerire il traffico sulle strade esistenti tenendo ben presente che fra 5-10 anni anche questa sarà intasata…forse prima di pensare a costruire gallerie e ponti magnifici e moderni, dai costi spropositati, bisognerebbe pensare seriamente al modo per togliere metà del traffico attuale dalle strade…

10 07 2008
Mauri

Hai ragione Stefano, se ci fossero i mezzi efficienti le auto dimezzerebbero. Esempio: se sulla A4 ci fosse una corsia solo per i pullman autostradali (come succede nel resto d’Europa), le tre corsie di auto sarebbero intasate così la gente sarebbe obbligata ad andare a Milano in pullman, visto che su quella corsia non ci sarebbe mai traffico e sarebbe l’unico modo per arrivare in ufficio puntuali. Invece, se il pullman rischia di trovarsi imbottigliato come le macchine, chi volete che lo prenda? A questo punto sto in coda ma sulla mia macchina.

10 07 2008
STe_f4n0

Corsie preferenziali (e ASSOLUTAMENTE RISERVATE) per autobus su tutte le autostrade, spostamento dei trasporti merci su ruota (camion) portandoli su rotaie (treni) creando nuove linee ferroviarie alcune delle quali magari appositamente finalizzate a questa funzione. Se alcuni tipi di lavoro permettono di utilizzare internet per comunicare e scambiarsi dati inerenti al lavoro studiare tipologie di “lavori a casa”. Invece si costruiscono strade in modo che gli azionisti hanno profitto e chi si è visto si è visto…

13 07 2008
Zoppas

Fremo tutti la fine di matteo.
Sciolto negli acidi dell’atmosfera e le spoglie cementate in qualche struttura!
Grazie Sindaco, adesso capisco il bene che ci vuoi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: