Cappelletta del Cassinone, 27 mesi dopo

29 06 2008

di Ivan
A 27 mesi dalla sua demolizione, prende forma il futuro della ex cappelletta del Cassinone. Per chi si fosse perso qualche puntata, la cappelletta del 1800 è stata abbattuta il 6 aprile 2006 in seguito a un incidente stradale (eccola dopo lo scontro), e il conducente, come risarcimento, ha versato 29.600 euro al nostro Comune. L’intenzione è sempre stata quella di ricostruirla (o, perlomeno, di costruirne una simile) ma in quel punto non era più possibile per diversi motivi. Vediamo gli ultimi aggiornamenti. Il Comune ha appena ottenuto il diritto di superficie, per 99 anni, di un piccolo quadrato di terreno ampio 25 metri quadri. Quest’area si trova 20 metri più avanti (freccia rossa) rispetto alla collocazione originaria (freccia grigia), ma sempre sullo stesso lato della strada, ovvero a destra andando da Bottanuco a Madone. Ora verrà stipulata una convenzione con la Parrocchia di Bottanuco, che costruirà la nuova cappelletta grazie ai propri volontari. La struttura, comunque, resterà di proprietà comunale.

Annunci

Azioni

Information

9 responses

30 06 2008
andrea

a cosa serve costruirne un’altra? non avrà mai il valore storico e artistico di quella ottocentesca. capisco se avessero conservato una colonna, ma costruirne una da zero non ha molto senso. tra l’altro quella di prima si poteva salvare, nella foto si vede benissimo. bastava transennarla e in due giorni l’avrebbero risisistemata. alla fine era una cappelletta con un muro e due colonne, mica un grattacielo.

1 07 2008
silver

il bello sarà sapere che fine fanno i 30 mila euro…..

1 07 2008
by

silver i soldi saranno dati alla parrocchia per costruire la nuova cappelletta Speriamo invece non ci sia da apettare ancora tantissimo, per la gente di Bottanuco è un simbolo.

1 07 2008
Pierfranco

Una cappelletta di poco valore
Io non so se la cappelletta è veramente datata al 19° secolo, se veramente è così, va stimata perchè a me sembra strano che il suo valore sia di € 29,600. Forse, all’artificere che l’ha distrutta è stato fatto uno sconto ? Ad occhio e croce poteva valerne almeno 50.000. Allora in questo caso ci sono due coglioni: uno è quello che ha distrutto una cappelletta ottocentesca e l’altro è quello che l’ha stimata.

1 07 2008
silver

dubito che per una cappelletta si spendano 30.000 euro di mattoni e cemento.

1 07 2008
Mauri

Pierfranco, è evidente che una struttura dell’Ottocento non ha prezzo. 30.000 euro è una cifra simbolica. Sull’argomento riporto le mie solite perplessità: perchè demolirla del tutto? Bastava salvare una colonna, un pezzo di muro, il cancello, o l’altare: allora sì che avrebbe avuto senso ricostruirla, perchè c’era ancora il “cuore” antico. La demolizione in fretta e furia è molto sospetta, e i sospetti aumentano vedendo che non verrà più fatta nello stesso posto.

1 07 2008
Claudio T.

Chiedo scusa se non sono in argomento, ma vorrei far notare due piccole cose:

Questo week end verrà chiusa la piazza per delle attività sportive del CSI (e fin qui tutto bene), leggi che ti rileggi il documento e trovi scritto:
“..contro il presente provvedimento è ammesso ricorso al Ministero dei L.LP.P. entro 60 giorni dall’emissione della presente con le formalità stabilite dal regolamento…”, certo che la legge ti da due mesi di tempo, il comune la manda fuori due giorni prima, se uno per caso volesse impugnarla non avrebbe il tempo materiale di farlo.. (…)

Dal sito del Comune, documento relativo a “Regolamento sale proprietà comunale” (quelle sotto la biblioteca):

Art. 1, punto 3:
In particolare le sale sottostanti la biblioteca possono essere concesse in uso GRATUITO a ragazzi per momenti aggregativi, alle condizioni stabilite dal successivo art. 3

Art. 5, punto 1:
Le tariffe per l’uso delle sale di proprietà comunale saranno definite annualmente dalla Giunta Comunale.

Chi sono i soggetti che ne possono usufruire gratis? chi le paga? un cittadino di Bottanuco può usarle gratuitamente?

Ultima cosa, se dove passare una legge (di cui si mormora in queste settimane, seppur in modo sommesso), dove si dice che il sottosuolo diventa proprietà del proprietario del terreno, potrei pensare di aprire una cava in paese!

Umiltà cara giunta comunale, umiltà.

1 07 2008
Pierfranco

Mauri, sono d’accordissimo con te! Se la capp. fosse stata in Umbria ad es., l’avrebbero restaurata e chi l’ha distrutta non si sarebbe salvato con 29,600 € !

2 07 2008
Anonimo

MIO NONNO MI DICEVA CHE PRIMA DI PARLARE BISOGNAVA INFORMARSI CORRETTAMENTE……………………MAGARI ASCOLTANDO E CONFRONTANDO LE 2 CAMPANE………………….CAPITO? ………………..CIAO BELLI……………

saluti dal Vs Bonolis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: