Convenzione Comune-Oratorio: c’è ma non c’è

10 10 2007

teatro-oratorio.jpgCon l’inaugurazione del nuovo Oratorio di Bottanuco, sembrava esserci nell’aria una Convenzione tra Comune e Parrocchia, per l’utilizzo del teatro in occasione di spettacoli comunali. In realtà il Sindaco ha smentito queste voci: «Negli ultimi mesi non ci sono stati contatti in tal senso. Il teatro dell’Oratorio è un ambiente pubblico con valenza pubblica, quindi se in futuro vorremo organizzare qualcosa ci metteremo d’accordo volta per volta. Al momento, però, non si parla di una Convenzione, ma è una questione che si potrà affrontare più avanti». Il Sindaco ha fatto presente che una Convenzione esiste già, datata 2003, ma a quanto pare non viene più presa in considerazione. Quel documento venne firmato dal Parroco e dall’allora Sindaco Gianfranco Locatelli, e riguardava proprio l’utilizzo del teatro oratoriale da parte del Comune. Tale Convenzione, in teoria, dovrebbe essere tutt’ora vigente, perché alla voce «Durata» si legge: «La presente convenzione ha validità triennale con decorrenza dal mese di inizio dell’effettivo utilizzo da parte dell’Amministrazione comunale». Poichè l’effettivo utilizzo non c’è mai stato (nel 2003 il teatro era ancora fatiscente) i tre anni non sono ancora partiti. In ogni caso, vediamo quali erano le condizioni concordate, che potrebbero venire riprese in una eventuale e futura Convenzione. Al Comune veniva data la disponibilità del teatro per «sei giornate o serate durante ogni anno solare». Non si parlava di alcun tipo di contributo, e si precisava che nel locale si organizzano «manifestazioni e iniziative in sintonia con i criteri morali della Chiesa Cristiana Cattolica». Di seguito potete vedere le tre pagine della Convenzione: 1, 2 e 3.

Annunci

Azioni

Information

12 responses

11 10 2007
Pippo Baudo

“Il teatro dell’Oratorio è un ambiente CATTOLICO con valenza pubblica”

Mettiamo i puntini sulle I.

Ma se c’è un auditorium che non viene MAI utilizzato che ce frega dell’oratorio?

11 10 2007
Mauri

Forse l’auditorium andrebbe rilanciato, ma per il comune è molto più comodo rifugiarsi nel teatro nuovo dell’oratorio. Senza contare che qualsiasi iniziativa venga organizzata in quel teatro avrà successo a prescindere.

11 10 2007
andrea

stavo leggendo la convenzione, non so se ho capito male, ma l’oratorio dà il teatro in cambio dell’autorizzazione del comune alla ristrutturazione? niente di male, ma voglio capire come funziona questo patto.

11 10 2007
Anonimo

Non capisco una cosa. E’ stata firmata una convenzione nel 2003. Ma in quella data la sala era completamente inutilizzabile e priva di autorizzazioni per l’utilizzo perche’ non a norma con le normative vigenti. Che senso aveva farla allora? Probabilmente la risposta sta in quello che ha scritto Andrea?

11 10 2007
Anonimo

ma la convenzione nn è mai stata seguita e per me nn verrà seguita neanche ora..
il problema non esiste credo, e secondo me non è rifugiarsi dato che la nuova sala è di tutti..puoi farlo anche tu uno spettacolo se vuoi

11 10 2007
andrea

non si può dire che la sala è di tutti. la sala è di proprietà della parrocchia e chi ci vuole organizzare qualcosa deve chiedere l’autorizzazione, comune compreso. francamente credo che un comune non debba aspettare che un oratorio gli crei le strutture che gli mancano. l’auditorium andava rimodernato anni fa. ormai, di fronte al teatro, sono d’accordo anch’io che sia totalmente inutile farlo.

12 10 2007
VIA MANZONI

PIERINO SI’ CHE PENSAVA A TUTTTO. AVEVA GIA PREPARATO LA CONVENZIONE CON IL TEATRO QUATTRO ANNI FA!

13 10 2007
Anonimo

grazie x avermi tolto quello che ho scritto..
la verità caro gazzettino fa male, eh..
comunque è inutile andare alla santa messa se poi non si attua la Parola sull’unico stile da seguire – Gesù Cristo –
saluti..

13 10 2007
Anonimo

lasa sta ol signur…

14 10 2007
Gioan

Le solite intortate Amministrazione-Parrocchia.

14 10 2007
Giorken

Volevo solo far notare che nell’ultimo consiglio comunale ad un’interpellanza fatta dall’opposizione e rivolta al sindaco, nella quale si chiedeva di conoscere gli accordi Parrocchia-Comune per l’utilizzo del teatro, lo stesso rispondeva, supportato dall’assessore alla cultura/istruzione chiamata in causa, che nulla era stato fatto.
Ebbene, oggi vengo a conoscenza che in quel preciso locale si farà il “teatro a merenda”.
Possibile, senza nessun accordo?
Negano pubblicamente anche l’evidenza.

15 10 2007
killer

Il “Teatro a merenda” si fara’ in auditorium, non essendovi ancora l’agibilità della sala teatro.
Se parli dell’annuncio su “Bergamo Avvenimenti” di ottobre, c’è un errore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: