Carpe Diem, chiuso anche quest’anno

30 09 2007

biblioteca.jpgDa giugno 2006 sono stati interrotti il Carpe Medie e il Carpe Diem, due appuntamenti per i giovani del paese che si tenevano nei locali sotto la biblioteca. Il primo era frequentato da 15 ragazzini, tra gli 11 e i 13 anni, mentre il secondo contava circa 20 adolescenti, tra i 15 e i 21 anni. Il fine era l’aggregazione e il divertimento, sotto gli occhi di tre educatori/animatori coordinati dalla cooperativa Crisalide di Luzzana. A settembre dello scorso anno, l’Assessore ai Servizi Sociali precisò: «Non è una chiusura definitiva. Poiché l’Oratorio ha rafforzato le attività per i giovani, pensiamo che anche le nostre debbano essere ripensate, ma l’anno prossimo potrebbero ripartire». Un anno dopo all’orizzonte non c’è ancora niente, così la questione è stata sollevata nell’ultimo Consiglio comunale. II Sindaco Locatelli ha spiegato: «Stiamo guardando agli altri Comuni per vedere se c’è un’esperienza che possiamo fare anche noi, coinvolgendo i nostri giovani senza l’intervento di persone esterne. Intanto i locali sotto la biblioteca sono a disposizione, e chi ne fa richiesta può organizzare feste o incontrarsi. Gli diamo le chiavi e li responsabilizziamo, abituandoli all’autogestione». Citrino, consigliere di minoranza, ha osservato: «Il Carpe Diem creava aggregazione, mentre con questa autogestione ogni gruppetto fa per sè». Al destino del Carpe Diem abbiamo dedicato il sondaggio del mese.

Annunci

Azioni

Information

32 responses

1 10 2007
andrea

dopo un anno e mezzo si sta ancora cercando un’iniziativa da copiare? non credo che gli altri comuni offrano chissà che iniziative geniali, si tratta di fissare una serata settimanale con un paio di animatori. punto. gli animatori non c’è bisogno che li fornisca la cooperativa, basta cercarli in paese e pagarli. ma ho già capito che finirà come lo spazio compiti che dalla crisalide è passato all’oratorio. il nuovo carpe diem avrà gli animatori scelti e pagati dalla parrocchia.

1 10 2007
Pippo Baudo

Non è di facile soluzione, meno di quanto possa sembrare. Gli animatori organizzavano per lo più cose stupide, l’autogestione non porta a nulla. Bisogna trovare cmq idee per spingere i giovani all’aggregazione.
Forse degli animatori non stupidi!!!

Quei locali comunque durante il giorno sarebbero stati utilissimi per fare il nido, senza spese aggiuntive.

p.s. Nessuna lamentale per i 10 minuti di bombardamento di ieri sera? azzo fosse stato il Rock Island avrebbero chiamato la Nato!

1 10 2007
007

Gli diamo le chiavi e li responsabilizziamo?
Diciamo chi se ne frega se vogliono fare qualcosa lo facciano noi non vogliamo fare niente!!!!
Era più onesto

1 10 2007
Anonimo

sembra che il carpe diem sia un locale.. forse non avete capito bene.. la solita confusione ed ignoranza di troppa gente che scrive.. saluti dalla 43enne

1 10 2007
toxic avanger

BRAVISSIMO PIPPO BAUDOOOOO!!!
io mi lamento per i bombardamenti di ieri seraaaa…MI STAVA SCAPPANDO IL CANE CHE HA PAURA …LA NMIPOTINA SI ERA ADDORMENTATE E SI è RISVEGLIATA…E POI..cavolo tutti i soldi che mancano a destra e a manca…e spendono 1000 e più euri per 4 miseri fuochi d’artificio?!?!?!smettiamola per favore…ecco a cosa servivano le offerte che VOI avete dato…(io non di certo)…cmq lo spazio compiti solo a bottanuco è gestito dall’oratorio…a cerro no!W CERRO!!!

1 10 2007
Ivan

Solo per dovere di cronaca: i fuochi d’artificio sono stati offerti da una persona, non li ha pagati la Parrocchia…

1 10 2007
Mauri

Vorrei sapere quanti ragazzi, autonomamente, hanno chiesto le chiavi dei locali. E vorrei sapere se danno le chiavi anche a ragazzini, per non dire bambini, di 11 anni, che sono gli ex del Carpe Medie. In ogni caso questo comune ha la mania di delegare tutto a tutti, e qui si arriva addirittura a delegare ai giovani la politica giovanile.
ps. non capisco il commento della 43enne: chi pensa che il Carpe Diem sia un locale?

1 10 2007
Claudio T.

L’amministrazione delle deleghe

C’era una volta un comune immerso nel verde, un giorno arrivò un’amministrazione comunale che, eletta dal popolo, decise di creare enormi buchi in questo meraviglioso verde, e di creare un bellissimo nuovo supermercato.

Non contento di aver messo le basi per un disastro eco-ambientale, e di sviluppare l’aumento del traffico decise che un’iniziativa chiamata “Carpe Medie” e “Carpe Diem” era inutile mantenerla a livello comunale, era meglio delegarle entrambi alle (anzi allA) Parrocchia di Bottanuco, così da creare lo Spazio Compiti e C6 al Giove.

Nell’attesa che l’attuale amministrazione (e l’attuale sindaco) copino, o meglio (cit.) “…stiamo guardando agli altri Comuni per vedere se c’è un’esperienza che possiamo fare anche noi, coinvolgendo i nostri giovani senza l’intervento di persone esterne…” preparate un elenco di compiti DEL comune che vorreste delegare a qualcuno d’altro.

Ma se CarpeMedie e CarpeDiem funzionavano, perchè terminarli? e soprattutto “delegarli” a un ente privato, senza nemmeno un bando o un concorso comunale per l’assegnazione di questo “lavoro” (ed è un lavoro, visto che è retribuito), non bisogna pubblicare un bando/concorso in modo che si abbia il miglior servizio al minor prezzo?

Ma chi è ad occuparsi del carpe diem/medie? l’assessore alla cultura, quello ai servizi sociali o il delegato alle attività “giovanili”?

Io ho in mente una visione differente..
Si sta aspettando che l’oratorio sia pronto in modo da affidargli questo gravoso compito.

Ma ovviamente, sono io a pensar male.

Cavate gente, cavate!

2 10 2007
Anonimo

“il nuovo carpe diem avrà gli animatori scelti e pagati dalla parrocchia”

Non mi risulta che nessuno degli animatori della Parrocchia e/o dell’Oratorio di Bottanuco (ma sono sicuro che lo stesso vale per Cerro) abbia mai percepito denaro per il proprio contributo alla vita di paese (almeno negli ultimi 10-15 anni, prima non so).

2 10 2007
andrea

innanzitutto dimentichi il cre dove gli animatori sono pagati. ma tornando al comune guarda che lo spazio compiti funziona così, con studenti universitari selezionati e pagati dalla parrocchia.

2 10 2007
Alessandro Borgogno

“Non è di facile soluzione, meno di quanto possa sembrare. Gli animatori organizzavano per lo più cose stupide, l’autogestione non porta a nulla. Bisogna trovare cmq idee per spingere i giovani all’aggregazione.
Forse degli animatori non stupidi!!!”

Sempre simpatico il nostro Pippo:
a. mi elenchi, cortesemente, le cose stupide organizzate dagli animatori?
b. mi spieghi in base a quale analisi da te condotta gli animatori precedentemente sperimentati risultano stupidi?

Grazie, a presto

2 10 2007
Pippo Baudo

Alessandro, parlo di quando frequentavo io il Carpe Diem, ovvero circa 7/8 anni fa.

Mi scuso se eventualmente ho offeso qualcuno che vi ha lavorato recentemente, non so di cosa si occupasse, però ai miei tempi si organizzavano cose stupide, stupidissime.

Grazie per il sempre simpatico.

2 10 2007
Alessandro Borgogno

Molto gentile,
nessuna offesa comunque, non nel contingente almeno: ero solo seriamente interessato a conoscere nel dettaglio da cosa derivasse il tuo punto di vista.

Ad ogni modo si, molto simpatico, il tuo “Forse degli animatori non stupidi” ammetto mi abbia fatto sorridere. Molto alla Dr. House.

Salute

2 10 2007
Mara

sinceramente il nido sotto la biblioteca non mi sarebbe piaciuto. non dico che sarebbe peggio di dove lo fanno adesso ma quasi.

2 10 2007
Anonimo

BRAVO ALESSANDRO, DAGA BOTA’ E MANDA IN PENSIU’ I LAZARU’ COME OL PIPPO BAUDO, CIAO DALLA 44ENNE

2 10 2007
Anonimo

claudio t, lasa pert

2 10 2007
Claudio T.

io davvero mi vergogno di quello che sta accadendo in questo paese, anche a fronte di 1.700.000 euro di investimenti, dobbiamo portarci traffico e smog in casa nostra? come se non bastasse l’inquinamento chimico; senza contare che non sarà certo una rotonda al gigante a risolvere il problema del traffico (il traffico si sposta, si divide, ma non si può eliminare a meno di non fare strade a due corsie, e certamente ad almeno 70 km/h non certamente gli attuali 50..).

Io davvero non capisco, non penso che il problema sia l’oratorio (o i preti o i volontari), personalmente ringrazio davvero che ci siano persone volontarie e strutture di questo genere che riescono a generare spazi dove bambini e ragazzi possano incontrarsi, però qualcuno non capisce forse che un comune dovrebbe offrire servizi accessibili a tutti, “pubblici” e “laici”.

Loratorio è aperto a tutti, ma ciò non significa che si può avere la pretesa di dire che “è aperto a tutti” (perchè di fatto non lo è, proviamo a pensare a gnostici, atei, mussulmani, ebrei, potrebbero non vedere di buon occhio il fatto di mandare a fare i compiti in “oratorio”), un servizio aperto a tutti deve essere dello Stato (Comune).
Oppure, un’altra soluzione: perchè non fare un bando di concorso per prendere alcuni studenti universitari per seguire uno spazio compiti? Almeno aiuteremmo anche economicamente gente del paese, in più lo potremmo fare in locali comunali (ex-carpe diem ad esempio), la biblioteca, perchè no, un aula delle scuole medie.
Un’altra soluzione: dare un contributo all’oratorio per un’aula, e attraverso un bando di concorso scegliere studenti universitari e di questo modo retribuirli. Io ho pensato a tre soluzioni, mi aspetto che una giunta comunale ne partorisca trenta, a meno che la giunta non voglia delegare anche il pensare.

Io mi auguro che il Carpe Diem riapra, così come mi auguro che anche il Carpe Medie riapra. Mi auguro anche che il Sindaco e la Giunta indìcano (pubblicizzandolo a dovere), e tengano (perchè no? presso l’oratorio nuovo di modo che la gente sia più invogliata a partecipare all’evento stesso) una “conferenza” sulle Cave ed il Gigante, una conferenza dove ci sia dibattito e non un susseguirsi di slide su di uno schermo.

Forse bisognerebbe cominciare a scrivere a giornali, trasmissioni televisive (dalle iene, a striscia, all’isola dei famosi, pure a Santi Licheri.. qualsiasi trasmissione), ai vari “Beppe Grillo” della situazione, per cercare di attirare un ciclone in casa (positivo o negativo poco importa, il punto fondamentale è costringere a riflettere certe persone), forse qualcuno, in questo modo, degnerà d’attenzione i cittadini. In pratica cinque/sei persone (la Giunta Comunale) ha deciso per il futuro del suo comune. Ottimo.

Prendere decisioni sulle Cave e sul Gigante senza interpellare direttamente i cittadini è mancanza di rispetto, anche se i vantaggi sono apparentemente enormi (vantaggi economici), ciò non autorizza (legalmente lo fa, ma moralmente direi proprio di no) a prendere decisioni di questa importanza senza un largo, pubblico, consenso.

Non mi si venga a dire che il consiglio comunale rappresenta i cittadini, su questioni di questo genere dovrebbero essere gli stessi cittadini a dire la loro.

Il comune mi sembra stia diventando una tipica parrocchia (una qualsiasi), dove ti sembra di essere in democrazia, partecipi alle riunioni per organizzare qualcosa, ma i giochi sono sempre già fatti da qualcun’altro.

Forse bisognerebbe (in giunta ed in consiglio comunale) votare tutto a scrutinio segreto, sarei curioso di vedere cosa succede.

Viva la Democrazia (e abbasso la Demagogia).

ps. Anonimo, perchè “lasa pert”? parlare è l’unica cosa che ci è possibile fare, almeno questo che è un diritto costituzionale e non comunale teniamocelo!

2 10 2007
toxic avanger

” ma tornando al comune guarda che lo spazio compiti funziona così, con studenti universitari selezionati e pagati dalla parrocchia.”

selezionati da chi???dal don?? e in base a che???quante volte vanno in chiesa??o a quante offerte fanno???bello bellissimo!! un grande applauso!!!

e anche se i fuochi sono stati donati…quesi soldi potevano andare a coprire buchi della cara e adorata parrocchia…visto che sono sempre a banchettare dinnanzi alla chiesa per cercare offerte…

<>

2 10 2007
toxic avanger

Vangeli – Marco Mc 11,14

GESU’ SCACCIA I MERCANTI DAL TEMPIO
15 Andarono intanto a Gerusalemme. Ed entrato nel tempio, si mise a scacciare quelli che vendevano e comperavano nel tempio; rovesciò i tavoli dei cambiavalute e le sedie dei venditori di colombe 16 e non permetteva che si portassero cose attraverso il tempio. 17 Ed insegnava loro dicendo: “Non sta forse scritto:La mia casa sarà chiamatacasa di preghiera per tutte le genti?Voi invece ne avete fatto una spelonca di ladri!

3 10 2007
Pippo Baudo

Il malumore in paese aumenta nei confronti dell’amministrazione, nei confronti del centro commerciale, nei confronti delle cave.

Ma scommetto che se domattina si facessero nuove elezioni non cambierebbe nulla.

3 10 2007
andrea

non c’è l’alternativa… l’unica via è l’astensione ma non cambierebbe niente lo stesso.

3 10 2007
Pippo Baudo

Natale ha detto cose intelligenti sul blog, e se le sue proposte contro cave e centro commerciale fossero portate in piazza lo appoggerei senz’altro.

3 10 2007
andrea

sì ma la squadra non c’è e comunque non ha l’appoggio della chiesa. questa amministrazione non cadrà mai in blocco, al massimo ci saranno dei cambiamenti all’interno, ma sempre marginali. loro hanno i nomi, o meglio i cognomi, di maggior richiamo elettorale. hanno un rappresentante per ogni grossa famiglia. questo, in un paesino come bottanuco, assicura la vittoria qualsiasi programma si porti avanti.

3 10 2007
Anonimo

l’astensione non serve se e’ passiva, se la abbini al sabotaggio comincia gia’ a diventare interessante e molto divertente per chi la fa, molto meno per chi la subisce.

3 10 2007
Anonimo

pippo baudo, la sa pert…se capisci il bergamasco!!

4 10 2007
Persiano

Anonimo,
mi chiedo, ma prima di scivere sul blog – tiri -?

4 10 2007
TOXIC AVANGER

cosa il pallone???o le frecciette?!?!?ahahaahahhah
ma mukatela!!!

6 10 2007
Anonimo

tiro tiro, anche buna…ma prima leggi le cazzate che spari…te e ol pippo baudo insema…

6 10 2007
Anonimo

pippo baudo, ma tu vai dove tira il vento?alle prossime elezioni voti AN?

6 10 2007
TOXIC AVANGER

non avevo dubbi che tiravi il borotalco…alto l’ha al sudore…se sei una creatura della notte…ne vedi delle belle a bottanuco di sera…anche i meno sospettabili…

8 10 2007
Pippo Baudo

Ma che c’entra dove tiri il vento?

Ho già detto che voto le persone intelligenti, e il signor Mandelli Natale mettendosi in gioco su questo blog ha dimostrato commentando le varie notizie di avere questa dote.

E poi che ne sai cosa ho votato io alle ultime elezioni?

Se ci fosse qualcuno in grado di fermare il centro commerciale e le nuove cave voterei senza dubbio per lui.. dove tira questo vento?

6 01 2008
Il nuovo Carpe Diem: Consiglio dei Ragazzi « IL GAZZETTINO di Bottanuco e Cerro

[…] previsti ulteriori incontri per sviluppare la questione. Commentando la chiusura del Carpe Diem, a settembre il Sindaco disse: «Stiamo guardando agli altri Comuni per vedere se c’è un’esperienza che […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: