RadioPadania: a Bottanuco buoni ai Rom?

14 06 2007

Lunedì 11 giugno una cittadina di Bottanuco ha chiamato RadioPadania per una segnalazione. Dice di frequentare spesso le scuole del paese, e molto probabilmente si tratta di rom44.jpgun’insegnante. «Gli studenti Rom utilizzano dei buoni per mangiare e fare la spesa» spiega «rilasciati loro dal nostro Comune». Per verificare la questione, il giornalista telefona in diretta al Comune. «A noi non risulta» risponde l’impiegata «ma dovrebbe chiedere all’assistente sociale, aspetti che gliela passo». L’assistente sociale non è in ufficio e il giornalista dice che richiamerà. In questi giorni RadioPadania sostiene di aver cercato altre volte l’assistente sociale, ma non è mai riuscita a trovarla. Così ci abbiamo pensato noi. E la risposta è lapidaria: «Ai nomadi il Comune non ha mai rilasciato buoni né contributi». Stessa tesi sostenuta dal sindaco: «Non è vero niente». Il Comune eroga contributi agli extracomunitari, ad esempio per gli affitti, ma si tratta di fondi regionali. Invece, per quanto riguarda i nomadi, né finanziamenti né buoni. Anche se c’è più di una persona che testimonia il contrario.

Annunci

Azioni

Information

48 responses

14 06 2007
andrea

mi sarei stupito se avessero detto: sì diamo i buoni agli zingari.

14 06 2007
Bruno di madone

Perché, quale sarebbe il problema? Se nel regolamento dell’erogazione dei contributi si parla solo di residenti, allora è corretto non darli ai nomadi che non risultano residenti, altrimenti… Voglio dire, non ci troverei nulla di scandaloso nel dare un buono pasto ad un Rom, una volta appurato che ne abbia realmente bisogno. O vogliamo al solito obbedire ai soliti luoghi comuni che animano molti dei miei amici Padani?
Bruno di Madone

14 06 2007
Mauri

Anch’io ho sentito in giro questa voce e non penso che sia un abbaglio generale. Magari li hanno avuti per vie traverse. Il punto è che i buoni vanno dati a gente che lavora o è in pensione e non riesce ad arrivare a fine mese. non a chi per “cultura” non lavora e per chissà quale “cultura” viaggia in mercedes MAuri

14 06 2007
007

Niente di niente ai rom, mi devono spiegare perchè dobbiamo attrezzargli una zona, dargli corrente ed acqua e loro per ringraziarci del nostro buon cuore ci svaligiano le case, ma siamo proprio dei …….

14 06 2007
nonpiùdibottanuco

D’accordissimo con Mauri e 007
A prescindere se i buoni li hanno davvero o no:
– per cultura/religione/scelte personali/quello che volete sono loro che scelgono di essere raminghi, non vedo perchè i comuni debbano “allestire” delle aree apposite, gli devono solo dire dove possono o non possono stare, poi si arrangino; però quando gli si dice dove stare, questa cosa deve anche essere fatta rispettare
– inutile rivangare l’ovvio: girano in mercedes e similari (buoni pasto?????? Ma per favore…)

Sarà che “qualcuno” mi è entrato in casa 2 volte dall’agosto scorso e mi hanno aperto l’auto rubandomi una borsa, sarà che in concomitanza ai due furti in casa c’era sempre un campo di zingari (… rom è troppo politically correct) nelle vicinanze, ma sono un pò di parte e a ragion veduta.
Scusate lo sfogo.

14 06 2007
killer

Concordo.
E che non ci si dia dei razzisti, come spesso si fa nei confronti di chi dice ciò che in realtà tutti pensano (ma non hanno il coraggio di dire).

14 06 2007
Mara

io solidarizzo sempre con le donne e non penso che una insegnante si sia inventata tutto. magari ufficialmente il comune non dà buoni ai rom ma li dà a qualche a qualche famiglia loro amica che poi li girano a loro.

14 06 2007
nonpiùdibottanuco

@Mara
Ciao, non capisco il nesso alla discussione con il tuo “io solidarizzo sempre con le donne”, ma per curiosità, a prescindere? Basta che sia donna e tu solidarizzi anche se dice una caxxata?
Il punto non è se l’insegnante si sia inventata tutto o meno, vero, falso, in buona fede o no, la discussione verte sul dare o meno aiuto (e se si, quale genere di aiuto) alle compagnie rom… Hai però sollevato, secondo me, una questione importante: non sarà così caduto in basso il comune da far avere “qualcosa” agli zingari in maniera non del tutto chiara solo per non andare contro l’opinione pubblica?

14 06 2007
Natale Mandelli

Avuto subito conoscenza dell’accaduto,
nella riunione di martedì scorso, alla quale hanno partecipato i Capogruppo consiliari ed alcuni Consiglieri, ho fatto un’interpellanza verbale chiedendo chiarimenti. Ha risposto pubblicamente il Sindaco, al quale và il mio credito, che ha sostenuto chiaramente che il Municipio di Bottanuco non eroga alcun contributo economico, di nessun genere, alla popolazione Rom.
Per Vostra opportuna conoscenza.

14 06 2007
Mara

le strade sono due: o l’insegnante si è inventata tutto o il comune è bugiardo. io mi schiero con l’insegnante. anche perchè il comune sta chiuso nel municipio mentre l’insegnante è tutti i giorni tra i bambini e vede le cose in prima persona. se ( sottolineo se) il comune dà dei buoni agli zingari non penso sia così folle da ammetterlo in un paese dove il 90% della gente è antinomadi.

14 06 2007
nonpiùdibottanuco

@Mara
Mi trovi in sintonia al 1000%

14 06 2007
Anonimo

Ciaoo…

Ivan mi sorprendi…..è molto semplice basta infomarsi come TUTTI gli studenti di bottanuco pagano la mensa????????
ma l’importante è crederci…….a linate risucchiano le lepri nei motori degli aerei e le vedono col radar …vedi studio aperto……. ciaoo JONNY

14 06 2007
andrea

ammesso e non concesso che l’insegnante parli di buoni MENSA (in questo caso i bambini devono essere per forza delle elementari di cerro) bisognerebbe chiedere al comune le ricevute di pagamento di tutti i bambini che usufruiscono della mensa. chi ce lo dice che la famiglia rom non abbia comunque la ricevuta anche senza aver pagato? o magari che il bambino rom non risulta nella lista di chi ha usufruito della mensa ma in realtà ci andava lo stesso? trattandosi poi di rom, quindi nomadi, non risulteranno nemmeno nei registri degli iscritti alla scuola perchè al massimo si son fermati una o due settimane. in questo marasma non si può dimostrare un fico secco. se il comune gli ha dato i buoni ha mille modi per non farlo scoprire.

14 06 2007
Alessandro

Attenzione a non fare casini e a non usare la parola Rom come sinonimo di nomade. Ci sono Rom residenti e magari è a loro che il comune ha dato i buoni spesa, perchè rientrano nelle situazioni di disagio in cui interviene l’assistente sociale. Infatti l’assistente sociale ha detto: ai nomadi non abbiamo mai dato niente. Questo lascia aperta la porta che i Rom residenti ricevano contributi.

14 06 2007
eva

che tristezza.
E’ un aiuto per MANGIARE!!!
Sarei contenta se la cosa fosse vera. Ma purtroppo mi sa di no.
Continuo a stupirmi dei contrasti di questa comunità, tanto cattolici, tanto praticanti e credenti, tanti soldi per le feste, gli oratori, regali a destra a manca, si accolgono i bambini della bielorussia…..e poi sia mai che uno zingarello mangi a nostre spese….non capisco.

14 06 2007
bob

davvero credi che quei buoni pasto siano necessari per sfamare i bambini zingari?!!!?? ricordati che essere cattolici non significa permettere agli altri di approfittarsi di noi! finitela con le critiche gratuite ai comportamenti di chi si professa cattolico! noi paghiamo le tasse e i gli zingari ricevono un sussidio statale (perchè è necessario rispettare la loro cultura)!! noi andiamo a lavorare , loro mandano i loro figli nelle nostre case a “prendere” più cose possibili! e dobbiamo dagli altri soldi???? invece di giudicare gli altri.. perchè non li inviti a mangiare da te se pensi che ne abbiano davvero bisogno??? sono tutti bravi a parole…

14 06 2007
eva

lo sapevo che toccavo un nervo scoperto.
cirtiche gratuite?
Io ho fatto pochissimo catechismo e ho frequentato ancora meno la chiesa, ma di quel poco che ricordo non c’era qualcosa a proposto di “ero affamato e mi hai dato da mangiare?”
E sono sicura che se vado a leggere il vangelo ne trovo altri di esempi.
no, mi spiace, riconfermo: questo tumulto per l’eventualità che siano stati dati buoni PASTO ai rom ritenuti bisognosi mi intristisce, e molto.

14 06 2007
eva

un’altra cosa: non sono ipocrita, in altre occasioni proprio su questo forum avevo io stessa detto che provo disagio alla vicinanza di zingari.
Non nego che sia un problema questa convivenza ravvicinata.
Invitarli a casa mia no, ma sarei contenta se una parte delle mie tasse fosse usata per aiutare i loro bambini.

14 06 2007
dea1907

Cara EVA
il vangelo lo lascerei dov’è ed anche la religione, il problema è di convivenza civile, abbiamo gli stessi oneri ed onori? Vedi quello che dà fastidio alla gente è lo sfruttamento dei bambini e delle donne ai semafori, al fatto che “devi” dare corrente ed acqua gratis solo perchè abbiamo avuto una regina slava.
Giusto o sbagliato che sia la gente vive di sensazioni e quella che trasmettono all’esterno non è di trasparenza ma di losco e del losco abbiamo paura e dà fastidio.
Non credo sia vero che il comune dia i buoni pasto ai rom, sarebbe un suicidio politico e non li credo così “sprovveduti”

15 06 2007
eva

cara Dea1907,
non nego il problema e le differenze, capisco tutti i disagi, fastidi e paure e, ripeto, spesso li condivido anche.

Ma la religione secondo me invece c’entra: parliamo spesso della loro cultura e di tutto quello che in essa si scontra con la nostra,….. ebbene anche la religione (e in questi paesi in modo anche spettacolare) fa parte della nostra.
E mi pare dovrebbe indirizzarci in una direzione diversa dal contestare degli aiuti alimentari.

15 06 2007
nonpiùdibottanuco

@eva
Ciao, tu dici che è giusto aiutare a livello alimentare i bambini degli zingari (non rom residenti), io dico che quando comincerò a vederli girare senza tutto l’oro che ostentano, senza le grosse auto, magari con indosso una tuta da lavoro, etc., allora anch’io mi proporrò per dar loro aiuti. Sai cosa c’è? E penso di andare incontro alla maggior parte delle opinioni: ne approfittano e non hanno voglia (90%)-possibilità (10%) di lavorare.

15 06 2007
Osservatore

@Eva — A chi non fa compassione un bimbo affamato, anche se e uno zingarello.
Il problema è chi usa questo bimbo “affamato” per fare leva sulla compassione della gente, e spero che questo “loro” bimbo non sia schiavizzato.
Si la religione dice di aiutare chi “ha fame”, dice anche di “liberare gli oppressi” e qui sarei d’accordo nell’aiutare il bambino, togliendolo dall’oppressore.
Anche fra gli zingari vi sono prepotenti, poveri e ricchi, perché dare un buono pasto a chi ha chili doro al collo, e un’auto di grossa cilindrata ( si è vero che con un’utilitaria non riescono a trainare le grosse case ).
Io (lavorando) non riesco a permettermi un’auto come la loro, e non vorrei che le mie tasse fossero parte di quell’oro.

15 06 2007
mv

perfettamente daccordo con gli ultimi due commenti!!!

15 06 2007
drugo

mi associo tendenzialmente a quello che dice eva,
anch’io non capisco questo astio per dei supposti buoni pasto dati a dei bambini.
Tra l’altro anche a me pare strano che il comune faccia
una cosa del genere di nascosto, ma anche se fosse chi se
ne frega, vogliamo spendere migliaia di euro in telecamere
e dissuasori e ci si indigna per X euro di buoni pasto,
quanti euro saranno ? 100 ? fossero questi i problemi

E soprattutto questo ragionare per gruppi, noi da una parte (i buoni) e i rom dall’altra (i cattivi).
Ci sono italiani che non sono buoni e rom che lo sono,
mica tutti hanno il mercedes, e, incredibile, ci sono anche rom che lavorano, chi l’avrebbe mai detto eh !
(basti pensare ai giostrai, ma non solo).
Tra l’altro l’etnia rom e’ protetta dall’onu, la regina slava non c’entra una fava (anche perche’ slavi e gli zingari non sono affatto la stessa cosa, vai a dire a uno di belgrado che e’ uno zingaro e vedi come ti risponde),
e se c’e’ un popolo non impelagato in questioni di potere politico/economico sono proprio gli zingari.

Quanto ai sussidi statali dati agli zingari, semplicemente non esistono, caro bob.
Non esiste nell’ordinamento giuridico italiano nessuna legge speciale per gli zingari, non vanno alle poste tutti i mesi
a ritirare l’assegno, se hai evidenze diverse posta il link, se c’e’ una legge per i sussidi agli zingari deve essere pur scritta da qualche parte e io non l’ho trovata.

Quanto a nonpiu’dibottanuco, rom non e’ politicallty correct,
rom e’ un’etnia, cosi’ come sinti e altre.
Tra l’altro anche a livello di comportamento rom e sinti sono molto diversi, pur essendo sempre “zingari”.
Gitani e’ piu’ politically correct se proprio ci tieni, anche perche’ in effetti zingaro per alcuni e’ un po’ un insulto, come
negro o culattone, anche se c’e’ chi non considera questi termini degli insulti.

Cioe’ io capisco il fastidio, italiani e zingari diffidano gli uni dagli altri, l’integrazione e’ scarsa, pero’ che palle tutti questi luoghi comuni…., strano che nessuno abbia ancora tirato fuori la storia che gli zingari rubano i bambini (e poi li vendono ai comunisti che li mangiano).

15 06 2007
mato grosso

sono d’accordo con drugo. vorrei anche capire il tono dei “non è vero” pronunciati dal sindaco e dall’assistente sociale. non è una cosa di cui dovrebbero vergognarsi se avessero dato dei buoni ai rom, e non ci sarebbe bisogno di difendersi e giustificarsi con un “non è vero niente, non è vero niente” come se venissero accusati di chissà che.

15 06 2007
Jesus

d’accordo con Drugo, sempre ottimo.

Approfitto per fare i complimenti a Ivan. Ho visto il servizio di Bergamo Tv e devo dire che sei stato veramente molto bravo. Innanzitutto perchè non si sente l’accento bergamasco 😀 e poi per la quantità di informazioni interessanti che hai dato, di cui molte persone in paese non sono a conoscenza.

Ma il comune in questo caso dov’era?

Ah, forse era ad organizzare una serata di cori di Clusone proprio casualmente una sera in cui ci sarà il Rock Island… mi spiegano come possono fare una cosa del genere? Assurdo. Senza parole. Ma anche solo logisticametne come possono stare a 200 metri di distanze un coro e un gruppo rock???

15 06 2007
Bruno di madone

Brava Eva, bravo drugo, bravo mato grosso… Persone che su un problema cercano di ragionare, non negando i problemi ma affrontandoli in maniera pacata rinunciando alla tentazione della generalizzazione e della paura. E’ esattamente quello che intendevo dire con il mio commento n. 2
Comunque fa piacere vedere un luogo di discussione civile come è questo blog. Grazie davvero a chi lo gestisce e a chi interviene tenendola in vita.
Bruno

15 06 2007
Ivan-redazione

Grazie Jesus e grazie Bruno.
Il sito mi procura episodi non sempre simpatici, per cui i vostri commenti mi fanno particolarmente piacere. Ne approfitto per condividere con tutti il dato di ieri: 584 contatti al sito con 259 accessi diversi. Per un piccolo paese sono risultati insperati, che testimoniano l’interesse e la passione generale.
Ciao, Ivan

15 06 2007
andrea

vedo che sono nate due fazioni. per quanto mi riguarda la questione è semplice. se i rom o gli extracomunitari sono residente e pagano le tasse mi sembra giusto che usufruiscano dei servizi pubblici. se sono nomadi o clandestini ok al dargli una mano, ma per rimandarli a casa loro. tantopiù se sono nomadi dediti alla pacchia perenne. ovviamente nessuno lascerebbe morire di fame un bambino solo perchè rom o clandestino. nel rispettto dei diritti di tutti e della dignità umana la legalità deve essere sovrana

15 06 2007
mato grosso

andrea, hai mai provato a metterti nei panni di un immigrato disperato che arriva in Italia alla ricerca di un futuro, magari da solo, senza una lira, lasciando la propria terra e i propri parenti?

18 06 2007
nonpiùdibottanuco

Mi sembra però che stiamo uscendo un pò dal seminato: non stiamo discutendo del fenomeno immigrazione e sui perchè o percome; la questione è: è giusto dare degli aiuti a persone che chiaramente ne approfittano? Certo che al bambino rom, zingaro, albanese, italiano che ha bisogno di due lire per mangiare non si dice di no, è più una discussione di concetto. Mi ricollego al mio post del 15 giugno, oro e macchinone ma niente cibo? C’è oggettivamente qualcosa che non torna…

18 06 2007
Anonimo

Mi chiedo come tu possa sostenere che si parli di persone che se ne approfittano visto che non si sa nemmeno di chi stiamo parlando (e non si sa neanche se stiamo parlando di una cosa vera). Quali macchinoni, i macchinoni di chi ? Chi e’ che se n’e’ approfittato ?

Curiosita’: i buoni pasto vengono dati a tutti gli studenti o bisogna presentare il 730 e viene dato solo a chi sta sotto un certo reddito ? (e’ una domanda, non so come funziona).

18 06 2007
nonpiùdibottanuco

@anonimo
ciao, mi aspettavo di tutto nel reply di “attacco” ma non questo; ammesso e non concesso che i buoni vengano dati, ma magari non i buoni ma un qualsiasi altro aiuto, a me sembra chiaro che stiamo parlando (e questa è la terza volta che mi ripeto) di quegli zingari e ripeto, solo di quegli zingari che girano con roulotte che non finiscono più, con mercedes e con oro ovunque. Quindi, (ri)fatto questo chiarimento, penso che nessuno possa contestare il fatto che questa gente, e solo loro, non i residenti e bla bla e bla bla, non possono avere un lavoro fisso (sono nomadi) e quindi da qualche parte i soldi per gli acquisti materiali e alimentari devono pure andare a prenderli… devo dire tutto? Vanno a rubare, lo sappiamo tutti ed è inutile fare del buonismo, da che mondo e mondo quella tipologia di persona ruba agli altri.
Sono sempre pronto a rimagiare quello che ho scritto e a chiedere scusa ma non penso che ci sia una sola busta paga ufficiale in alcuna delle loro roulotte.

18 06 2007
pippo

il 30% ruba
il restante commercia el’oro acui tu parli e da verificare?

18 06 2007
nonpiùdibottanuco

@pippo
Ciao, questa del commercio non la sapevo, che genere?
In che senso è da verificare l’oro di cui parlo? Non capisco il punto di domanda alla fine della tua frase.

18 06 2007
drugo

i buoni pasto vengono dati in base alla dichiarazione dei redditi oppure no ? Vengono dati in base a come i genitori
si procurano i soldi ?
Perche’ io non vado a sindacare se il figlio del pregiudicato italiano piglia il buono pasto, non vedo perche’ dovrei farlo solo se il bambino e’ figlio di rom.
Cioe’ c’e’ un regolamento che definisce a chi spettano i buoni pasto o no ? Sono esclusi i figli degli evasori fiscali, dei ladri, degli spacciatori, dei rom e/o di altre categorie specifiche ?
C’e’ qualcuno che lo sa ?

18 06 2007
nonpiùdibottanuco

La discussione sta toccando veramente dei nervi scoperti e gestirla a messaggini può far travisare un intento o un significato. Per quel che mi riguarda sono d’accordissimo nel dare aiuti a chi ne ha bisogno (se sono bambini poi…) certo che dà fastidio vedere gente (e non sto parlando di tutti generalizzando, ma di chi lo fa) che non lavora, magari ruba o fa il furbo ed è più tutelata dallo stato che non un lavoratore in regola; adesso non vorrei aprire il vaso di Pandora, ma chiunque di noi debba cimentarsi con un apparato burocratico alla fine un porcone lo tira giù perchè ci sono delle assurdità incredibili, sembra invece che a chi vive nella (passatemi il termine) clandestinità chi di dovere quasi ci passa sopra. Mi spiego meglio, tu ha preso il numerino quindi sei in regola? Ok, fai la fila e nel frattempo ti faccio pagare la tassa di questo e di quest’altro perchè io stato so che esisti; tu invece stai saltando la fila perchè fai il furbo? Dai dai, sbrigati basta che poi te ne vai… secondo me in Italia funziona così.

18 06 2007
PIPPO

ORO
materiale di colore giallo che si fonde anche velocemente,
il loro commercio è nell’oro, acquistano oro in romania, bulgaria paesi dell’est, per poi venderlo nelle oreficierie italiane, l’oro cosidetto rubato in italia viene subito fuso e lavorato vedi loro patacconi solo che indossano, il 50% di base è piombo, altri fanno lavori di restauro, e le ragazze vanno a rubare,
noi a bottanuco abbiamo una famiglia di rom o zingari, questo si è preso un pezzo di terra pagando, si è costruito una casa abusiva, il comune con vie e modi la condonata, a pagato forse una multa, è vero che gira come un mendicante, ma mi sembra che abbia 2 camper si uno quello che ci fa vedere scassone ma l’altro?
sono daccordo ad aiutare, non a sperperare,
per quanto riguarda la fila, mi è capitato al super in coda, questi arrivano e urlano e detto fatto altra cassa aperta, noi li come baccala?

19 06 2007
eva

nonpiùdibottanuco:
il mio primo intento era di sottolineare il contrasto tra il fervente e ostentato cattolicesimo di questa comunità e l’altrettanto fervente astio e disprezzo nei confronti di una minoranza etnica. Ecco, secondo me dovrebbe essere una cosa incompatibile. Sopratutto nel caso specifico di un aiuto alimentare. Secondo voi non è incompabile. E punto, la pensiamo diversamente.

Poi tu dici “…certo che dà fastidio vedere gente (e non sto parlando di tutti generalizzando, ma di chi lo fa) che non lavora, magari ruba o fa il furbo ed è più tutelata dallo stato che non un lavoratore in regola…..”
ecco, non nascondo che di istinto provo lo stesso sentimento. Pero’ mi chiedo…non è che invece è proprio questo il prossimo che ha bisogno di piu’ tutele? A conti fatti, non sto meglio io? E mi rispondo di si, non vorrei mai trovarmi nelle loro condizioni. E allora perche paradossalmente questa invidia dei loro “privilegi”? Perché vederli ancora piu’ in difficoltà?

Sarebbe come se invidiassi un trapiantato di cuore perché ha usufruito gratuitamente di un trapianto costato centinaia di migliaia di euro…mentre io che sono in salute pago uguali tasse ma non costo alla comunità…

.non ho ben capito il tuo esempio quando dici “.. invece stai saltando la fila perchè fai il furbo? Dai dai, sbrigati basta che poi te ne vai… secondo me in Italia funziona così..” se ti stai riferendo ai furbi, beh non mancano da tutte le parti.

19 06 2007
nonpiùdibottanuco

@pippo @eva
la mia della fila era una metafora…

scritta velocemente alle 17.30 e dovevo scappare a casa!
Volevo dire che in Italia (ma è così ovunque penso) se sei “registrato” sanno che esisti e su di te si possono rivalere (tasse, etc.), se invece sei uno che dà fastidio pur di toglierti dai piedi ti danno il contentino; da qui l’esempio figurato della fila.

@eva
Sono d’accordo con quello che scrivi nel tuo primo paragrafo, non è vero che la pensiamo diversamente, se pensi così è perchè mi sono espresso male. So che aprirò un dibattito infinito con quello che sto per scrivere ma mi soffermerei un momento su “fervente e ostentato cattolicesimo” e lo cambierei in “abitudine e superstizione”, e quindi si spiega il perchè dell’astio sopra citato.
Per il secondo paragrafo ti rispondo così: se ti ricordi in un mio post raccontavo di aver subito 3 furti, in verità a essere stata colpita duramente è la mia compagna soprattutto nell’ultimo… sai cosa fa ora? 3 lavori!! Certo non lo farà per sempre, fino a quando si rimette in linea con i soldi rubati; fortunatamente il suo lavoro principale ha degli orari particolari che le permettono di fare un secondo lavoro la sera e a volte il primo pomeriggio, il sabato mattina invece ne fa un terzo e trova anche il tempo per il volontariato il venerdi sera e a volte la domenica mattina. Non è certo andata in comune a chiedere aiuto!! Quello che voglio dire è che è questione di mentalità, quelli se ne approfittano, e da qui non mi smuove nessuno.

19 06 2007
mv

ma siete tutti impazziti??? ma con QUALE diritto parli di ABITUDINE E SUPERTSIZIONE?smettetela di gneralizzare!! perchè non provate a pensare che chiunque sia stato toccato nel vivo dagli zingari ha il DIRITTO di diffidare di loro?anche se è cattolico!!! essere cattolico non vuol dire essere talmente scemo da farsi continuamente fregare!!! e poi ognuno ha il DIRITTO di vivere la propria religiosità senza dover essere sottoposto al giudizio vostro!a quanto pare anche voi non smettete di OSTENTARE la vostra non appartenenza a questa comunità cattolica!!

19 06 2007
nonpiùdibottanuco

@mv
Tu sei una mosca bianca, purtroppo non sono tutti come te.
Purtroppo non tutti vivono il loro essere cattolici con coscienza come fai tu (almeno mi è sembrato di capire). L’abitudine, l’obbligo e la superstizione la fanno da padroni su molte persone.

19 06 2007
IL CAPITANO

X JESUS prima di parlare informati…la serata del coro si è vero che è durante il rock island ma la gente che va a sentire il coro non penso proprio che sia gente che sarebbe andata al ROCK ISLAND … e tu parli anke di problemi logistici…mi dispiace deluderti ma la serata del coro verrà fatta in piazza a CERRO…e non sono 200 metri….BASTA FARE POLEMICHE INUTILI….

19 06 2007
drugo

mv: ma perche’ parli al plurale, a chi ti riferisci ?
noi/voi, destra/sinistra, nero/bianco, noia/noia.

> perchè non provate a pensare che chiunque sia >stato toccato nel vivo dagli zingari ha il DIRITTO di >diffidare di loro?

ma questo non e’ mai stato messo in dubbio da nessuno mi pare, il punto e’:
se in casa ti entra un italiano, sinceramente, tu credi che il sentimento di odio e/o diffidenza dispensato a tutta la sua razza sara’ anche solo lontanamente paragonabile a quello suscitato nel caso in cui il ladro e’ un rom ?

Poi ognuno puo’ pensar quello che vuole, e io pensero’ di lui quello che voglio.

19 06 2007
eva

mv, era solo un tentativo di dare un approccio diverso alla questione, sgombrare la mente dai pregiudizi e provare un po’ ad immedesimarsi nelle difficoltà altrui…..prima di sparare sentenze.

“essere cattolico non vuol dire essere talmente scemo da farsi continuamente fregare!” questa si commenta da sola.

19 06 2007
mv

mi rifeivo ad eva e a nonpiudibottanuco: hanno risposto entrambi ma eva sembra proprio non voler capire e continuerà la sua battaglia contro l’ostentato e fervente cattolicesimo degli abitanti di bottanuco!
provo a spiegarmi meglio spiegando il mio rapporto con la comunità di bottanuco: sono nata e cresciuta in una famiglia molto religiosa che mi ha fatto vivere anche molti aspetti della comunità parrocchiale; da alcuni anni per mia scelta non frequento più nè l’oratorio nè le attività della nostra comunità religiosa. questa mia scelta è dipesa soprattutto da incomprensioni con le persone della comunità quindi capisco bene a cosa si riferisce eva quando dice “ostentato catolicesimo” ma non per questo io posso accettare che tutte la gente che frequenta la nostra chiesa venga giudicata, arrivando a parlare perfino di SUPERSTIZIONE!!!
so cosa vuol dire essere cattolico e so come un cattolico si sente in dovere di porsi nei confronti degli altri e per questo dico che certe reazioni. spesso e purtroppo, vengono spontanee: un giorno tornando a casa ho trovato due singarelle in casa, pensavo fossero appena entrate perchè le ho trovate sulla porta, e non le ho denuciate nè fermate perchè ho pensato che non erano li per loro scelta ma obbligate! quando mi sono accorta di quello che era sparito da casa mia, mi sono arrabbiata con me stessa perchè avevo dato fiducia a chi non ne meritava! oggi quando li vedo fuori dai supermercati.. mi stringo la borsa.. è istintivo! un giorno fuori dal medico una zingara voleva a tutti i costi leggermi la mano.. quando io ho rifiutato mi ha rempito di insulti dicendo che mi meritavo la stampella che avevo! ma che diritto aveva??? e tu credi che un cattolico che vive queste situazioni non possa pensarla in questo modo?!
x eva: La mia frase “essere cattolico non vuol ….” era una provocazione per farti capire che un cattolico secondo me non deve fare il buono a tutti i costi! altra provocazione: dovrei giustificare chi non paga le tasse solo perchè sono cattolico? dubito che tutti quelli che non pagano le tasse lo facciano perchè realmente impossibilitati a farlo! spero tu abbia capito cosa intendevo!
x drugo: la tua osservazione è giusta ma come dicevo prima è istintivo! forse col passare del tempo ed una maggiore integrazione vivremo più serenamente anche questi rapporti! per me ora è difficile e non la ritengo una colpa solo perchè sono cattolico!

20 06 2007
Fra

Ma chi è quella sfigata che va a chiamare Radio Padania??? Con tutte le radio che ci sono…oh my God!!!!!!!!

28 07 2007
odio i più scuri di pelle

radio padania unica radio seria!!!Padania Libera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: