Dissuasori: a Capriate funzionano

3 06 2007

Come già sapete, il Comune intende installare 6 dissuasori di velocità per il costo di 30.000 euro. La proposta era stata lanciata su questo sito, anche se si pensava a un paio di dissuasore.jpgdissuasori sulle strade più trafficate, alimentati ad energia solare e non a corrente. Tra i commenti, alcuni di voi sostenevano la loro inutilità, ma ora sono stati diffusi dei dati che sembrano invece dimostrare la loro efficacia. La notizia arriva da Capriate dove sono stati installati due dissuasori ad energia solare. I vigili del posto rivelano che il 90% dei conducenti rallenta di fronte agli apparecchi, cosicché è solo il 2% di loro a superare i 60km/h. Un sistema, quindi, che almeno a Capriate sembra pagare, e vedremo se sarà utile anche da noi.

Cambiamo argomento per parlare dell’assistente sociale di Bottanuco, Rossana Innocenti, che sta promuovendo quattro importanti iniziative. La prima riguarda il servizio civile. Con la fine della leva obbligatoria, infatti, sono scomparsi gli obiettori di coscienza, così i Comuni sono costretti a reclutare volontari tra i propri cittadini. A Bottanuco si cercano ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28 anni, per attività in biblioteca o comunque sul territorio comunale. Il servizio dura un anno con 30 ore settimanali, il compenso mensile è di 433,80 euro e dà diritto ai crediti formativi per gli studenti universitari. Le altre tre iniziative sono delle indagini per verificare l’opportunità di nuovi servizi comunali: 1) attivazione di pasti a domicilio per disabili e anziani (con almeno 10 richieste); 2) uno spazio gioco nell’asilo nido (con almeno 10 richieste); 3) assistenza agli anziani durante l’estate per l’emergenza caldo. Per info su qualsiasi iniziativa, l’assistente sociale riceve in Comune il martedì dalle 9 alle 12, il giovedì dalle 15 alle 17, e risponde allo 035/907191.

Da ultime, alcune cifre di compensi. Poiché il nostro Comune offre il servizio di bollettazione Ici per i cittadini che lo richiedono, e poiché di questo si occupa il nostro Ufficio ragioneria, tra le impiegate è stato ripartito lo 0,5% dell’Ici riscosso nel 2006, ovvero 4.914,48 euro lordi. Non a tutte la stessa cifra: 1.966 euro alla responsabile del settore economico e finanziario, 983 euro alle due istruttori contabili, 688 euro al messo comunale e 295 euro all’istruttore contabile addetta ai tributi. Per quanto riguarda invece la riqualificazione di via Papa Giovanni lato sud, l’architetto che si è occupato del progetto esecutivo ha presentato una nota spese di 11.309,76 euro.

Annunci

Azioni

Information

49 responses

4 06 2007
drugo

ho letto anch’io l’intestazione dell’articolo del giornale di vimercate in cui si riporta la notizia, purtroppo non ho visto l’articolo intero e non so se riporta altri dettagli.
Perche’ a me sembra una bufala, ci passo spesso e non ho
mai visto nessuno davanti a me rallentare,
il fatto che solo il 2% supera i 60Km/h mi pare normale,
in quel tratto di strada per andare oltre i 60Km/h bisogna proprio impegnarsi (sto parlando di quello sulla strada che va dal ponte alla rotonda verso s. gervasio).
E soprattutto non c’e’ nessun rilevatore di
velocita’, quindi come fanno a verificare che la gente rallenta ?
Certo non mi aspetto che il comune dica che non servono a nulla, mi piacerebbe capire da dove viene il dato che “il 90% degli automobilisti rallenta” per il semplice fatto che non corrisponde a quello che vedo io.

4 06 2007
Jesus

Io ogni volta che passo davanti al dissuasore a Capriate accelero.

4 06 2007
andrea

non è che quei dissuasori rilevano il cambiamento di velocità? nel senso, ti misurano a quanto vai quando sei a 50 metri, poi ti rimisurano quando sei a 10 metri, e dai dati memorizzati si capisce in quanti rallentano. c’è da dire che le strade di capriate, leggo sempre sul giornale, sono attraversate da 30.000 veicoli ogni giorno, quindi lì una politica sul traffico (che comprende i dissuasori) ha più senso che a bottanuco dove non passa anima viva manco a pagarla.

4 06 2007
Ivan-redazione

Ciao,
è più o meno come dice Andrea. I dissuasori di Capriate compiono più rilevazioni su uno stesso veicolo e sono collegati al comando di Polizia municipale. Ogni giorno forniscono dati statistici su quanti rallentano, quanti proseguono con la propria velocità e quanti superano il limite dei 50 km/h. Ciao, Ivan

4 06 2007
Mara

Hai ragione drugo quando dici che su quella strada è difficile sfrecciare a 60 all’ora, però essendo il dissuasore all’inizio di una strada dritta e senza dossi verrebbe normale tenere una velocità crescente. Se invece la gente stranamente rallenta dev’essere per forza merito del dissuasore..

4 06 2007
drugo

puo’ essere, ripeto, il mio dubbio e’ che non ho mai notato
nessuno che mi precedeva rallentare, ma proprio mai,
nemmeno quando la velocita’ segnalata era tra i 50 e i 60Km/h.
Nei prossimi giorni ci faro’ caso con piu’ attenzione.

4 06 2007
Jesus

Come dice drugo, il dissuasore si trova ad una distanza tale dallo stop del ponte di Trezzo per cui è difficile raggiungere una velocità superiore ai 60km/h, anche e soprattutto per il traffico.

Cmq vorrei fare notare che quel dissuasore è a energia solare…………..

4 06 2007
faber

secondo me i dissuadori hanno effetto solo nei primi giorni dall’installazione… prendete il caso di chignolo d’isola. Prima tutti scendevano sotto i 50 km/h ora invece siamo ben oltre. (un po’ come l’effetto della patente a punti appena entrata in vigore!).

Io proporrei anche un dissuadore che controlli lo stato dei pneumatici … MITICO!!!

4 06 2007
Mauri

ci vuole tutta a pensare di metterne 6 a bottanuco. uno che attraversa il paese se li becca tutti e sei, ci credo che poi fa come se non ci fossero. poi a bottanuco li mettiamo a corrente quando tutto il mondo va verso le energie rinnovabili, tipo capriate.

4 06 2007
MARKO

NN C’ENTRA UN CAVOLO COI DISSUASORI, MA PERCHE IL COMUNE HA REGALATO UN COMPUTER A DON LUCA? NON BASTAVA UN REGALO PIU SIMBOLICO? LA COMUNITA’ NON E’ COMPOSTA SOLO DA CATTOLICI CHE AMANO NON BADARE A SPESE PER FESTEGGIARE UN PRETE. SECONDO ME BASTAVA UN “AUGURI” E UNA TARGHETTA. A QUESTO PUNTO REGALIAMO UN COMPUTER ANCHE A TUTTI QUELLI DEL PAESE CHE SI LAURERANO. FORSE PER LORO E’ PIU UTILE.

4 06 2007
Mauri

il comune parla e agisce a nome della maggioranza. e la maggioranza del paese è ultracattolica e a favore di un regalo d’effetto. le minoranze laiche si tappino il naso.

4 06 2007
andrea

si può essere d’acccordo o non d’accordo ma funziona così dappertutto. per sindaci e company essere presenti alle feste dei nuovi preti, fare discorsi e consegnare regali è una vetrina elettorale impagabile …….

4 06 2007
federico

ECCOME SE FUNZIONANO!
Ci passo per lavoro tutti i giorni e noto tutti gli autoveicoli rallentare. Ed io mi comporto nella stessa maniera.
Prima sgommavo verso casa, ora rallento cercando di restare nei 50 Km orari.

5 06 2007
drugo

no dai non e’ possibile, anch’io ci passo tutti i giorni,
ma stai parlando di quello in via roma o in via bergamo ?
Posso chiederti una cosa ? Ma tu il contachilometri non lo guardi mai ? Cioe’ prima non sapevi che stavi superando il limite di velocita’ ?
Non credi che cosi’ come col tempo ti sei abituato a non considerare piu’ il contachilometri, poi smetterai di considerare anche il dissuasore ?

5 06 2007
gf

secondo me se uno ha senso civico è gratificante vedere il segnale verde alla propria velocità

5 06 2007
killer

Non immagino uno sano di mente che affronti a più di 50 km/h il dosso sull’incrocio via Giovanni XIII/via Kennedy/via Risorgimento… non so se lo avete presente!

Direi che i dossi funzionano certamente meglio dei segnalatori di velocità.

Un mio sogno nel cassetto sarebbe quello di chiudere definitivamente la piazza al traffico, “allargando” la pavimentazione in porfido e creando una zona pedonale, con un sacco di gente in giro, che so, una bella gelateria artigianale, dei tavolini all’aperto, dei ragazzini che scorazzano…. Cacchio: una piazza di paese!
Sogno troppo?

5 06 2007
MV

NON SEI IL SOLO! ANCH’IO SOGNO QUELLA PIAZZA…..

5 06 2007
gf

è un sogno che condivifdiamo in tanti ma mi sa che resterà un sogno 🙂

5 06 2007
faber

concordo una bella piazza e una bella fontana. Concordo pienamente con una deliziosa gelateria.

I dossi sono piu efficienti ma prima di riempire il paese con dossi e dissuadori servirebbe un pò più di senso civico.
Bisogna imparare a rispettare i limiti di velocità, almeno in paese!

5 06 2007
andrea

il senso civico lo si crea anche dando le multe. quante multe danno in paese per eccesso di velocità? quante multe danno a quelli che non raccolgono gli escrementi dei propri cani? mi piacerebbe proprio saperlo.

5 06 2007
faber

vero, anzi verissimo! Pero le multe non devono essere date solo se si viaggia a 60 Km/h sul provinciale! O per lo meno diamo priorità a chi gareggia in paese e si crede di essere un pilota wrc o a chi si mette alla guida ubriaco!!!

I vigili dovrebbero essere molto più “cattivi” e noi molto più “educati”

5 06 2007
andrea

i 60 km/h sul provinciale sono una assurdità. però c’è gente che entra a cerro da capriate (la strada della discarica) a 80 all’ora e voglio vedere quante multe sono state date in quel punto.

5 06 2007
Anonimo

ciaooo…

lancio una proposta a questo comune….risparmiate i soldi e progettate una strada piu veloce a due corsie x senso di marcia che raggiunga capriate -sotto il monte e collegarla alla tang. di bergamo….mi sembra di essere nel medioevo tutto aumenta(traffico,popolazione,multe,vigili,soldi multe) e le strade sono ancora quelle di 40 anni fa….

ciaoo jonny

5 06 2007
plurimultato per velocità (sempre sotto gli 80 all'ora) sul provinciale!

esiste un modo per sapere quante multe hanno dato i vigli nell’ultimo anno e per quale motivo? cosi per farci un’idea su come vengono fatte rispettare le regole al di fuori del provinciale!

5 06 2007
andrea

sottoscrivo il commento prima del mio. sarò fissato, ma sono curioso di sapere quante multe hanno dato a chi non raccoglie i bisognini dei cani. visto che hanno tappezzato il paese di manifesti.

6 06 2007
Jesus

Ma in generale, vorrei sapere proprio quante multe hanno dato i nostri beneamati vigili.

Cioè, ci costano 100mila euro all’anno, un’automobile degna di Supercar, e non sappiamo nemmeno se questi abbiano mai dato una multa?

In paese ci sono decine di ragazzi che sfrecciano senza casco con motorino truccati, senza fermarsi ai semafori, e se non passano i carabinieri non succede mai niente. Possibile che non si faccia nulla?

Possibile che i genitori diano 300 euro ai loro figli per comprarsi la marmitta nuova?

Voi dei sito, indagate e fateci sapere. Cosa fanno i nostri vigili oltre a portare la posta in provincia?

6 06 2007
nessuno

Vorrei partecipare anch’io all’idea della piazza tutta in porfido con caffetteria e birreria,una bella gelateria con tavolini e magari con piscina all’aperto, lettini o sdrai e per finire delle belle ragazze che ti spalmano la crema,bello veramente ma veramente bello.
Ma forse a qualcuno manca ancora qualcosa un ospedale psichiatrico.
Saluti a tutti e fatevi fare un controllo dal Dot.Moriggi

6 06 2007
killer

Sarcasmo fuori luogo, il tuo.
Nel post avevo chiaramente detto che si trattava di un sogno nel cassetto.
Nessuno ha parlato di caffetteria, di birreria, di piscina.
Personalmente non ambisco ad avere tutti i servizi possibili e immaginabili.
Ovviamente non siamo in una località turistica, ma constato per l’ennesima volta quello che è evidente per tutti i bottanuchesi , e cioè che la nostra piazza non è minimamente paragonabile a quello che definirei uno “standard”.
Prendi la via principale di Suisio: per anni è stato un postaccio, ma ultimamente è piuttosto vissuta, anche per merito dei locali recentemente aperti.
Da noi sulla piazza c’è un intero negozio adibito a vetrina per un’impresa edile! E di certo non basta organizzarci un assurdo torneo di pallavolo, che serve più che altro come fumo negli occhi…
Forse a te piace più l’idea di Bottanuco come dormitorio?

6 06 2007
nessuno

Il mio era solo un modo di dire dell’uso attuale delle piazze che a mio modo di vedere non è per viverle ma per chiuderle come carceri, o trasformare orribilmente delle strade comunali (vedi S.Gervasio).Io vivo poco Bottanuco e per grazia giro parecchio anche all’estero ove vedo che invece tendono a valorizzare la piazza senza riempirla di tante cose, insomma bella sobria leggera. E comunque sono anche un po d’accordo con te sul bar,birreria,gelateria e magari proprio sulla piazza dei tavolini,ma fino a quando sarà chiusa dalle 4 strade è inutile sognare

7 06 2007
andrea

quello di suisio è un esempio perfetto. la via che porta alla piazza era da campo nomadi, ora è stata resa più vivibile con porfido ecc. e inevitabilmente la gente ha iniziato a frequentarla. se passi la sera trovi la gente in strada. a bottanuco la sera e la domenica c’è il deserto più totale, a parte il capannello di gente fuori dal silver. idem a san gervasio dove fino a qualche mese fa c’erano strade alla napoli e ora sono stare rese vero centro storico. certo, ci vogliono i soldi, ma nè suisio nè capriate penso siano andati a rubarli. evidentemente non li scialacquano in iniziative vuote ma d’immagine come mostre di foto, lanci di aerei di carta e pallavolo in piazza.

8 06 2007
abito in PIAZZA

A me la piazza va benissimo così. Io lì sopra ci abito e quello che voi chiamate mortorio per me è il silenzio necessario per il relax in casa. Anni fa volevano fare una fontana in piazza e abbiamo raccolto le firme per non farla fare. non penso che il comune osi trasformare la piazza come dite voi altrimenti perderebbe il voto di tutte noi famiglie. W la piazza così com’è

8 06 2007
smorfiosa

Mi fa sorridere…
E’ come quel tale che compra un appartamento sotto il campanile e poi va dal parroco a lamentarsi perche’ suona troppo le campane! (realmente accaduto)
Ti potrei indicare qualche località più adatta, che so, un monastero, la vetta di una montagna…
E’ evidente che la vivibilità di ogni luogo si misura anche in quanto rispetta coloro che ci abitano: non si parla di metterci gli autoscontri o le giostre, ma di renderla più fruibile e partecipata da parte di tutti gli abitanti del paese.
E poi non deve essere necessariamente il comune a “osare di trasformare” la piazza: dovrebbe solo lasciarlo fare al libero mercato.

8 06 2007
abito in PIAZZA

sì ma solo una fontana a noi del condominio darebbe un sacco di fastidio. Per non parlare della gente che sta fino a mezzanotte a parlare sulle panchine….

8 06 2007
mv

1. non voglio commentare l’utilizzo del verbo “osare!”

8 06 2007
mv

2. se la raccolta firme ha funzionato per bloccare l’iniziativa della fontana, potremmo promuove un’altra raccolta per stimolare l’amministrazione comunale a per rendere più vivibile la NOSTRA piazza (con le iniziatie che riterrà necessarie)!!!! ormai da centinaia d’anni la piazza è il luogo di ritrovo per ogni comunità! chi sceglie di viverci, dovrebbe farlo anche con un minimo di consapevolezza! la piazza è della comuità e non di chi ci vive vicino!

9 06 2007
m@auro

sono d’accordo con te mv. ma forse è meglio che facciamo anche delle proposte al comune e non parliamo di “iniziative che riterrà necessarie”. non vorrei che facessero un’altra partita di pallavolo!! 😉

9 06 2007
eva

la mia solidarietà a “chi abita in piazza”. Tra le righe il messaggio era “dovevi pensarci prima di comprare casa”.
Se abito sotto il campanile e le campane suonano trenta volte al giorno penso di avere lo stesso il diritto di lamentarmi.

Nessuno ha commentato il compenso agli impiegati per la compilazione dei bollettini ICI….non ho capito, ma li fanno fuori dall’orario di lavoro?
Mi secca fare certi commenti, pero’ tutte le volte che mi è capitato di passare in comune devo dire che ho sempre visto un clima mooolto rilassato e tranquillo, mi è capitato di aspettare che si finissero telefonate personali e di assistere ad amene conversazioni sempre personali..per carità potrebbe essere stata una coincidenza, a tutti sul lavoro capita di avere momenti tranquilli non voglio giudicare pero’…mi spiegate questi compensi extra, prelevati dall’odiosissima tassa ici?

9 06 2007
al

ho vissuto per un periodo invia kennedy a bottanuco, quando ho accquistato casa nella mia testa come in tante altre mi sono detto: questa è la casa della mia vita? ma come tutti i sogni il risveglio è sempre amaro, parlo del 1985 in sù:
assessori per seguenza credo deretti, verzeni, paganelli,
1 risveglio il comune ha messo isola ecologica e marocchini, vivevano nelle rulot , teloni di plastica, accendevano fuochi per riscaldarsi, in compenso a parte odori vari alla sera almeno si riposava, anche gli occhi vogliono la loro parte.
2 risveglio accampamanto nomadi, questi a parte il continuo suonare il campanello x chiede in continuazione di tutto e di più, questi vivevano la notte con schiamazzi, gare in macchina, e se chiedete al vigile daminelli ci sono stati anche spari,
3 ……… parcheggio giostre x 20 giorni nel corso dell’ anno tu vivevi con queste persone pulite, in ordine rispettose, ma il loro lavoro portava gente e tanta, quindi se tu in casa tua una sera volevi sdraiarti a letto che ne so magari alle 22.30 non potevi perchè loro lavoravano e tu aspettavi che tutto finisse.
poi per ultimo ma non meno grave ancora una volta il comune ne ha fatte una delle sue si è inventato l’area feste, cito qualche festa all’inizio pc, poi rock aisland credo, motor fest, e altre ancora che voi tutti sapete,quindi per altri 20/25 giorni o meglio notti tu non potevi dormire, immaginate i bambini o gli anziani abituatati a certi orari questi vengono sballati, con punte di nervosismo.
credetemi che mi sono recato tantisseme volte in comune a segnalare una posizione magnifica per queste feste che forse si valorizzavano anche come posizione caratteristica:( il nostro amato prato dell’adda) un posto grande tranquillo che non disturdi nessuno che puoi fare casino fin che vuoi e all’arario che vuoi, un po come la vecchia ed ora nuova festa dell’adda che fanno a trezzo.
concludo tu puoi satre in piazza e farla vivere ma credimi che già alle ore 21.00 rompi i coglioni, e provaci poi me lo dirai.
è un pò come quella storia che ci raccontavano i nostri vecchi che i matti ce ne vogliono uno per casa ma non in casa mia.
mi scuso per errori e lo sfogo ma provate prima.

9 06 2007
andrea

eva:i bollettini ici li fanno negli orari di lavoro. è un’extra generoso con cui il comune si compra gli impiegati. e non è l’unico extra. vogliamo parlare del fatto che gli impiegati comunali hanno i buoni pasto? abitano quasi tutti in paese!
con questo non sto attaccando gli impiegati. anzi, beati loro che hanno trovato un comune così. nessuno di noi al loro posto rinuncerebbe agli extra.

9 06 2007
eva

beh, non si comprerebbe meglio gli elettori se riducesse l’ici di quello 0,5?
Niente contro gli impiegati, per carità, li ho trovati sempre rilassati ma per quanto mi riguarda mi hanno sempre assistito e risposto con cortesia ed efficienza.

11 06 2007
mv

veramente vergognoso anche l’extra alle nostre impiegate! e poi cosa c’entra il messo comunale????

11 06 2007
killer

Azzardo una risposta e una osservazione, pur senza processare nessuno.
Talvolta le amministrazioni comunali, per portare avanti alcune iniziative particolari (avvio nuove procedure informatiche, reingegnerizzazione cimiteriale o dei numeri civici, trasloco dei locali e degli archivi, ecc.) si avvalgono dei dipendenti proponendo una sorta di indennizzo per il loro svolgimento in aggiunta al normale servizio. Credo che la questione del compenso extra sia riferita all’assistenza alla compilazione dei bollettini (individuazione rendita catastale, calcolo del dovuto, compilazione dei modelli) e che questa non sia espressamente di competenza del personale comunale.
Per quanto riguarda il carico di lavoro: tutti sappiamo che in ogni organizzazione esistono uffici con organico sovradimensionato, uffici dove si lavora più che in altri, uffici che in particolari momenti dell’anno sono sott’acqua, uffici dove si lavora meno e uffici dove proprio non si lavora.
Mi auguro, forse ingenuamente (ma non posso provare il contrario), che i/le nostri/e impiegati/e comunali sappiano fare talmente bene il loro lavoro nel normale orario contrattuale da potersi rilassare ogni tanto e da potersi sobbarcare altre attività oltre quell’orario.

11 06 2007
wwww

invece qui dovremmo imparare a processare!!! sempre troppo buoni e poi tutti se ne approfittano!!

12 06 2007
eva

proviamo a vederla da questo punto di vista: il comune siamo noi, noi paghiamo il loro stipendio non viceversa, come un datore di lavoro qualsiasi.

Quindi mi sta bene che non sia un lager dove non si possa alzare la testa dalla scrivania ma mi sta un po’ meno bene che mi si faccia aspettare quando non c’è coda.

Mi sta bene condividere un eventuale eccesso di benessere economico, mi sta meno bene tirare la cinghia e vedere distribuiti premi per operazioni eseguite durante il normale orario di lavoro

12 06 2007
killer

Ho chiesto informazioni: sembra (non ho ancora potuto verificare) che proprio nella legge istitutiva dell’ICI sia previsto che una quota del gettito sia da destinare agli ufficiali riscossori…. Qualcuno puo’ verificare?

12 06 2007
eva

ammetto di essere completamente fuori da ogni logica di pubblica amministrazione, non se so proprio niente.
Ma quella frase “una quota del gettito è da destinarsi agli ufficiali riscossori” mi fa salire il nervoso a mille, che razza di criterio è? Non si possono premiare i meritevoli e basta? Questo senza nulla togliere alle persone fisiche di bottanuco, manco so chi siano.

12 06 2007
Ivan-redazione

Ciao,
nella delibera comunale si fa riferimento al «Nuovo regolamento per l’applicazione dell’Ici» approvato dal Consiglio il 13 marzo 2003. L’articolo 28 prevede che «viene destinata annualmente al potenziamento dell’ufficio tributario comunale una percentuale pari all’1% del gettito dell’Ici». Il Comune può utilizzare fino alla metà di questa somma per «attribuire compensi incentivanti al personale che opera per permettere la riscossione diretta dell’Ici». La Giunta, quindi, ha deciso di ripartire proprio la metà di quell’1% (quindi lo 0,5%) tra le impiegate.
Ciao, Ivan

13 06 2007
killer

Perfetto, significa che la mia fonte era attendibile.
Ma mi spiegata che c’è da incentivare quando si tratta di un’imposta che comunque bisogna pagare per forza?
Capirei se fosse un incentivo al “recupero crediti”, ossia andare a scovare chi non paga, ma qui parliamo di un incentivo a priori!

13 06 2007
eva

Lo trovo un criterio insensato. Soldi buttati la cosi.
Le persone dovrebbero essere pagate adeguatamente al lavoro che svolgono ed alle incombenze familiari che devono sostenere, premiate quando lo meritano etc etc. Uno che lavora all’anagrafe allora questa botta di c…non gli arriverà mai?
Scusate, poi si fanno tante storie di limiti di reddito per le borse di studio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: