Il Comune gira con 3,4 milioni di euro

18 02 2007

Giovedì 1° marzo viene approvato in Consiglio comunale il bilancio del 2007, che prevede 3.407.767 euro di entrate e di uscite. Le entrate comprendono 1.571.000 euro di tasse di cui 900.000 euro di Ici. Si segnalano anche 114.000 euro di proventi per l’estrazione della cave all’Adda (70.000 euro in più rispetto al 2006), 431.000 per le concessioni edilizie e 501.000 euro di servizi pubblici (dal rilascio delle carte d’identità -4.000 euro- agli allacciamenti alla fognatura comunale -10.000 euro-). Per quanto riguarda le uscite, elenchiamo le più interessanti: 45.000 euro per gli stipendi di sindaco e assessori (dal prossimo bilancio, quello del 2008, questa voce lieviterà perché entreranno in vigore gli stipendi previsti per i comuni con più di 5.000 abitanti), 5.000 euro di spese per collaborazioni esterne «ad alto contenuto professionale», 1.500 euro per il mantenimento dei cani randagi, 1.500 euro per il funzionamento della biblioteca e 5.000 euro per ampliare il patrimonio librario (nel 2006 ne furono spesi 6.500), 10.000 euro per manifestazioni culturali (che nel 2006 sono costate 14.700 euro), 3.000 euro per la rimozione della neve (11.560 nel 2006), 35.000 euro per la manutenzione del verde pubblico, 4.000 euro per le politiche giovanili (1.400 in più rispetto al 2006) e 117.260 euro per il funzionamento della polizia locale.
Cambiamo argomento: di recente è stata rinnovata di altri tre anni la convenzione con la Consulta del Volontariato, costituita da diverse associazioni del paese (Gruppo di Solidarietà, Gruppo Missionario, Gruppo Caritas, Avis, Aido, Gruppo In Volo, Gruppo Auto Mutuo Aiuto). La Consulta si occupa di trasportare gli anziani e i disabili in strutture sanitarie provinciali, a bordo di un pulmino messo a disposizione dal comune (che ne paga anche la benzina). Secondo l’articolo 3 della convenzione, il comune si occupa della gestione economico-amministrativa che consiste nella riscossione della quota a carico degli utenti. Alla Consulta compete invece la gestione operativa e organizzativa. Le domande per usufruire del servizio vanno presentate alla Consulta (articolo 2) e inoltre le associazioni che la compongono possono chiedere un contributo al comune (articolo 6).

Annunci

Azioni

Information

One response

23 04 2007
I 13 commenti lasciati sul vecchio sito

3 milioni per mantenere i cani randagi? ammazza, ma cosa gli danno da mangiare? filetto di struzzo? io comunque sono anni che non vedo cani in giro ma solo gatti schiacciati sul provinciale. andrea
utente anonimo

#2 25 Febbraio 2007 – 22:26

Io mi sono sempre chiesta come fanno a far quadrare i conti al centesimo. Cioè come fanno a ottenere la stessa identica cifra alle entrate e alle uscite. Maghi. Dovrebbero fare i conti anche in casa nostra così tutto tornerebbe, ciao Mara
utente anonimo

#3 26 Febbraio 2007 – 21:43

Ciaoooo
…visto ke l’ultima volta a portato fortuna la petizione sull’abolizione delle ricariche telefoniche oggi vi segnalo questa sullo scatto alla risposta

http://www.petitiononline.com/ste11180/petition-sign.html

ciaoo Jonny
utente anonimo

#4 26 Febbraio 2007 – 22:38

da un lato è giusto contenere l’ici. però se questo significa lucrare sulle cave e far costruire più case per guadagnare sulle concessioni edilizie non so quanto sia conveniente ai cittadini…
Mauri
utente anonimo

#5 27 Febbraio 2007 – 11:49

“… mi sono sempre chiesta come fanno a far quadrare i conti al centesimo. Cioè come fanno a ottenere la stessa identica cifra alle entrate e alle uscite.” L’ordinamento contabile degli Enti Locali prevede alcune regole da seguire per la compilazione e la gestione del bilancio di previsione. Innanzitutto deve chiudersi in pareggio, nel senso che il totale di tutte le entrate che si prevedono di acquisire deve essere uguale al totale di tutte le spese che si prevedono di effettuare.
manzonipi

#6 27 Febbraio 2007 – 12:31

Appunto, ma come fanno? Da qualche parte bisogna bleffare se no i conti non possono tornare al centesimo. A meno che le entrate e le uscite sono praticamente sempre le stesse e una volta che si quadrano i conti un anno poi si ripete sempre così. ciao, Mara
utente anonimo

#7 27 Febbraio 2007 – 13:48

Non vorrei occupare troppo spazio su questo argomento (se vuoi maggiori dettagli mandami una mail). Ora, si parte da quelli che sono dati consolidati sia come entrate che come uscite, in base agli anni precedenti. Poi si apportano eventuali modifiche in base alle variabili di cui si è a conoscenza (aumenti contrattuali, aumenti istat, spese per maggiori consumi dovuti a nuovi residenti o p.es. all’installazione di nuovi punti luce e così via).
Una volta sistemate le spese strutturali (quelle che proprio non si può fare a meno) si valutano i capitoli delle spese, diciamo voluttuarie: contributi vari a enti e associazioni, spese per manifestazioni, borse di studio, nuovi arredi o quant’altro si pensa di voler mantenere o proporre. Di solito ci si ferma prima (almeno in tanti comuni) perché non rimane tanta carne sull’osso. Infine c’è un capitolo chiamato fondo di riserva che deve prevedere una certa percentuale del totale del bilancio che serve per prelevare in caso di esigenze straordinarie urgenti o non previste. Fatto 100 le entrate, valutate tutte le spese in 98,5 il rimanente 1,5 finisce nel fondo di riserva. Naturalmente è impossibile prevedere un anno prima gli importi esatti, quindi nel corso dell’anno si fanno le variazioni di bilancio. L’anno successivo si fa il consuntivo, dal quale esce l’avanzo o, in casi sciagurati, il disavanzo amministrativo. L’avanzo dell’anno precedente si può poi applicare al bilancio dell’anno corrente. Ciao.
manzonipi

#8 27 Febbraio 2007 – 14:20

Mara guarda che lo stato patrimoniale di una azienda deve sempre quadrare.

4.000 euro per le politiche giovanili e 110.000 euro per la polizia sono dati che mi fanno rabbrividire.

Pippo Baudo.
utente anonimo

#9 28 Febbraio 2007 – 14:18

vai a fare sanremo che ta ciapet de +
utente anonimo

#10 01 Marzo 2007 – 14:30

il sondaggio di febbraio è assurdo. è impossibile che più del 40% risponda che la sbarra della discarica è perfetta. a parte tutti i difetti evidenti che ha il che mi fa pensare che è stata pensata con il xxxx, ma un cittadino normale non dice mai che una cosa è perfetta, a meno che non sia o folle o politicamente schierato. essendo pochi i folli, suppongo che quei voti siano arrivati da qualcuno di parte comunale o da qualche gestore della discarica. quindi il sondaggio è falsato. andrea
utente anonimo

#11 02 Marzo 2007 – 13:33

Se ho capito bene chi si fa trasportare dal pulmino della Consulta del volontariato deve pagare qualcosa. francamente mi sembra fuori luogo. il comune che spese deve recuperare, la benzina? non mi sembra il caso far pagare un servizio offerto da volontari.
Mauri
utente anonimo

#12 09 Marzo 2007 – 23:20

è disponibile un pdf del bilancio comunale? o meglio un foglio excel ?
utente anonimo

#13 11 Marzo 2007 – 15:52

Ciao 12,
purtroppo al momento no.
Se ti interessano dei dati in particolare puoi chiedermeli via mail (la trovi nella colonna a sinistra) e te li giro volentieri.
Ciao,
Ivan
Bottanuco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: