Il paese si allarga: e le scuole?

26 11 2006

Bottanuco continua ad allargarsi: la strada che conduce da Cerro a Capriate, ora distesa di campi, presto sarà una zona residenziale (indicativamente si stimano 300 appartamenti), così come l’area dietro al piazzale del mercato (qui almeno 50). Il punto è come adeguare i servizi del paese in vista del nuovo gettito demografico, in particolare le scuole. La soluzione scelta è stata quella di allargare le elementari di Bottanuco nel 2009 (600.000 euro), costruire due mense (396.000 euro), creare un asilo nido per 13 bambini (50.000 euro + 6.500 euro all’anno di affitto). Basterà? Il comune si troverà a sostenere il nido, 2 materne, 2 elementari (con due mense), una scuola media, con costi sempre superiori ai 250 mila euro annui. L’ipotesi alternativa, proposta tempo fa dalle due minoranze, era quella di creare un unico edificio scolastico che contenesse elementari e medie con relative mense, o nello spazio del parco Moretti o al posto del campo di calcio in via Kennedy. Ammortizzato l’investimento, pare che col tempo i costi si sarebbe ridotti e inoltre gli edifici delle ex scuole sarebbero stati adattati ad asilo nido, auditorium, aule a disposizioni di associazioni, con sostanzioso allargamento del verde e dei parcheggi trattandosi di zone in pieno centro. Per tornare al presente, il comune ha annunciato la chiusura del tratto di strada davanti all’ingresso delle medie. Ogni mattina, infatti, le auto si ammassano di fronte all’ingresso, essendo esigui i parcheggi adiacenti e ben poco utilizzati quelli del mercato. La chiusura scatterà quando saranno terminati i lavori di riqualificazione di via papa Giovanni e riguarderà le fasce orarie 7,45-8,15 e 12,45-13,15. Passiamo all’asilo nido. Resta confermata l’apertura per gennaio 2007 e la gestione verrà affidata a una ditta esterna che sceglierà le insegnanti e stabilirà le rette mensili, ma entro questi limiti: 500 euro per il tempo pieno lu-ve 8-17 (550 per i non residenti), 350 euro tempo parziale lu-ve 8-13 o 13-17 (380 per i non residenti), 100 euro per il sabato 9-13 (110 per i non residenti), 5 euro per ogni ora extra, 50 euro per l’iscrizione, 4 euro per ogni pasto. Novità anche per quanto riguarda le borse di studio. Come sempre sono 6 del valore di 400 euro per chi si iscrive all’università e 12 da 300 euro per chi frequenta le scuole superiori (totale 6.000 euro). Ma da quest’anno il tetto di reddito per richiederle si è alzato a 25.000 euro calcolcato con l’indicatore ISEE (molto generoso) e inoltre, tra coloro che avranno presentato la domanda, saranno assegnate a chi ha i voti più alti e non a chi ha il reddito più basso. Solo in caso di parità di voti si prenderà in considerazione il reddito. A proposito di voti. Per gli studenti delle superiori occorre una media di almeno 7,70 mentre per chi si iscrive all’università è necessario essersi diplomati con almeno 90/100. Così accade spesso che le borse universitarie non vengano tutte assegnate. Non credete che, proporzionalmente alla media delle superiori, dovrebbe bastare un 77/100, o comunque un voto più accessibile del 90?

Annunci

Azioni

Information

One response

23 04 2007
I 35 commenti lasciati sul vecchio sito

Ma è necessario che il paese venga ampliato ancora? A che pro? Far lavorare le imprese? E’ previsto un ampliamento dei servizi di trasporto pubblici? E’ previsto del verde in proporzione?

Retta dell’asilo nido? Ma allora parliamo di un asilo privato, cosa c’entra il comune?

Distribuzione delle borse di studio: si tiene conto della tipologia della scuola? Ci sono scuole dove avere la media del 7 vale molto di piu’ che avere quella del 9 in altre…è risaputo questo fatto, no?

grazie a chi mi risponderà

eva
utente anonimo

#2 27 Novembre 2006 – 07:25

come del resto è risaputo che un 8 in un liceo classico X è molto spesso diverso da un 8 preso in un altro liceo classico,se non addirittura in una classe diversa nello stesso liceo; e poi scusate Ivan/Federico, già è deontologicamente scorretto scrivere delle opinioni all’interno di un articolo informativo (quello lo fanno i giornalisti non un blog di informazione), se sono BORSE DI STUDIO AL MERITO, è OVVIO che si predilege la votazione piuttosto che il reddito, senza contare che 90/100, trattandosi di borse di studio al merito, mi sembrano piu’ che corretti; abbassare il livello richiesto solo per distrbuirle mi sembra solo un modo di darli “tanto per”; se fossero state borse di studio rispetto unicamente al reddito, sarebbe stato molto piu basso il limite massimo, e non certamente 25mila euro…
utente anonimo

#3 27 Novembre 2006 – 09:17

Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
Basta costruire!
utente anonimo

#4 27 Novembre 2006 – 11:58

per il numero 2.
un paio d’anni fa tra tutti quelli che presentavano la domanda si sceglievano quelli con il reddito più basso. ora si scelgono quelli con il voto più alto. allora se sono borse di studio al merito diamole solo a chi esce con 100/100 e a chi ha la media del 9 alle superiori. andrea
utente anonimo

#5 27 Novembre 2006 – 16:20

Io nn sono d’accordo sulla proposta di dare borse di studio a chi esce con 100/100 perchè da esperienze avute ho potuto constatare che tale voto a volte non è garanzia di buoni risultati all’università quindi secondo me è giusto aiutare anche chi non ha avuto il punteggio massimo ma comunque ci è andato vicino!
utente anonimo

#6 27 Novembre 2006 – 18:46

io sono d’accordo con te, 5. io darei un contributo a TUTTI quelli che si iscrivono all’università, indipendentemente dal voto. così si incentivano le iscrizioni. tanto saranno sì e no una decina quelli che ogni anno si iscrivono all’università. considerate anche che con i 400 euro che danno non si paga nemmeno metà della retta annuale dell’università. andrea
utente anonimo

#7 27 Novembre 2006 – 19:09

ciao Eva, anch’io sono contraria all’allargamento del paese, però vediamo il lato positivo: più costruiscono case e più l’ici resta stabile, almeno per qualche anno. è vero quello che dici sulle scuole, è un conto una media del 7,70 in un itis e in un liceo classico. e comunque dipende molto dai professori. diciamo che c’è molto poco di oggettivo nella definizione di “merito”. io, sarò all’antica, ma preferisco delle borse di studio per il reddito. meglio dare dei soldi a una famiglia “povera” con il figlio che ha la media del sei e mezzo piuttosto che a una famiglia borghese che con i soldi della borsa di studio comprano il cellulare nuovo per il figlio. ciao, Mara
utente anonimo

#8 27 Novembre 2006 – 19:34

ciaoo….

il progetto della pedemontana se non sbaglio prevedeva di passare tra cerro e capriate….e le case??? sopra

ciaoo Jonny
utente anonimo

#9 28 Novembre 2006 – 11:39

Ma se allargano le elementari i parcheggi dove li fanno? già adesso non ce ne sono. non vorrei che tra qualche anno decidessero di chiudere pure via locatelli tutte le mattine. Mauri
utente anonimo

#10 28 Novembre 2006 – 11:42

L’allargamento del paese è legato anche ad un aumento demografico generalizzato del pianeta terra.. ormai siamo più di 6 miliardi 1/2. Se costruiscono significa che c’è richiesta di appartamenti.

Sono contento ogni volta che vengono spesi soldi per costruire scuole e per l’istruzione in generale.
Sono contrario alla costruzione di una scuola unica e preferirei un ampliamento di quelle già presenti.

Sono d’accordo con chi vorrebbe incentivi per i ragazzi che vogliono andare all’università, però solo a quelli con redditi famigliari bassi.

La borsa di studio si assegna solo a chi studia, quindi favorevole al sistema del voto >=90.

Pippo Baudo.

utente anonimo

#11 28 Novembre 2006 – 14:28

X Pippo: sul fatto che un diplomato con 85 non abbia studiato ci sarebbe da discutere. sulla questione dei parcheggi, sono d’accordo, sarebbe bello che i bambini la mattina andassero a scuola in bicicletta, o a piedi, saltellando come heidi e con il retino catturafarfalle. ma guardiamo la realtà. c’è gente che abita in via Adda o in via delle Viti, al Cassinone, o in fondo a via Dante a Cerro. il rischio di pioggia, gelo, vento, non è proprio improbabile a Bottanuco. il parcheggio ci deve essere, se poi non viene usato meglio, ma ci deve essere. quello delle poste ha 8 posti liberi, ma considera che solo gli impiegati sono 4 o 5, più il direttore. Mauri
utente anonimo

#12 28 Novembre 2006 – 15:13

C’è sempre da discutere tra intelligenza e cultura, ma mi sembra giusto che si valuti una persona anche in base ai risultati che raggiunge. Un agente di commercio prende la percentuale sulle vendite che riesce a procurare alla sua azienda, uno studente prende una borsa di studio in base ai voti che ottiene. Non mi importa che sia 85 oppure 90.

A Bottanuco le farfalle sono morte nel ’48.

Ripeto, siamo a Bottanuco, se la gente non ha voglia di muovere il culo per andare a portare il figlio a scuola a piedi o in bici, non mi venga nemmeno a chiedere la colonnina dell’aria per sapere dopo quanto cazzo inquina per fare 500 metri in auto.

Come già detto, siamo a Bottanuco, non una metropoli. Tra Cerro e Bottanuco ci sono 10 minuti a piedi, non scherziamo per favore.

Pippo Baudo.
utente anonimo

#13 28 Novembre 2006 – 17:01

il problema dell’ingorgo di auto alle scuole è attuale, non ipotetico. c’è stato ieri, oggi e ci sarà domani. bisognerebbe educare le mamme che è meglio lasciare andare i bambini a piedi. ma chi le educa? organizziamo dei seminari? senza contare le mamme che a quell’ora vanno al lavoro in auto e indubbiamente trovano comodo lasciare il figlio a scuola. Mauri
utente anonimo

#14 28 Novembre 2006 – 18:42

Io darei un contributo anche a chi frequenta l’università non solo a chi si iscrive perchè comunque nel tempo le spese continuano e come si danno le borse di studio alle superiori in base alla media voti io farei lo stesso con gli esami universitari
utente anonimo

#15 28 Novembre 2006 – 20:12

ecco, a me piacerebbe un mondo in cui chi non ha bisogno di aiuto finanziario fa a meno di chiederlo, anche se è bravissimo…e chi invece è dotato non ha bisogno di elemosinare aiuto..un mondo fatato..
eva
utente anonimo

#16 28 Novembre 2006 – 21:46

Pippo baudo io vivo nel mondo fatato ma tu mi stai dietro bene!
Hai una pallida idea di cosa puo’ significare x una donna lavorare e gestire casa e figli? Le passeggiatine a piedi piacciono a tutti MA SONO UN LUSSO per benestanti (e nullafacenti)!!! Mai provato a lasciare i bambini di corsa davanti a scuola e correre a timbrare?? No, penso di no..che suggerimento dai, vivere dello stipendio del solo papa operaio? O era meglio che evitassero di fare figli data la precaria situazione?
COMUNQUE da come vi siete lanciati sul discorso studenti deduco che siete tutti orbitanti in quell’ambiente…….ma che mi dite a proposito del nido? 500 euro al mese?? avete idea di quanto prende una operaia al mese? Le restano gli spiccioli per comprare i pannolini?

eva
utente anonimo

#17 28 Novembre 2006 – 23:24

sottoscrivo riga per riga il commento di Eva. su più di 100 iscritti alle medie penso che almeno la metà abbiano le mamme che lavorano e che la mattina partono in auto e lasciano il figlio a scuola. e non dimentichiamoci gli uomini: anche i papà portano i figli a scuola, e di certo non lo fanno a piedi o in bici! a proposito di asilo nido, mi sa proprio che per un’operaia non è accessibile, le conviene stare a casa dal lavoro… ciao, Mara
utente anonimo

#18 29 Novembre 2006 – 11:32

Sarebbe troppo bello eva se fosse così ma la realtà è ben diversa…
utente anonimo

#19 29 Novembre 2006 – 12:48

per l’utente 18: la realtà spiegata da eva non mi sembra da favola, è la vera realtà. ci spieghi come sarebbe invece secondo te? il tuo commento è un filino vago… ciao, Mara
utente anonimo

#20 30 Novembre 2006 – 07:45

Cari Ivan e Federico qesta è la definizione da Voi riportata per definire il Vostro blog “Questo sito, così come Il Gazzettino, è gestito da un gruppo indipendente dal comune e dalle parrocchie. Non ha fini di lucro e per il suo funzionamento non ottiene alcuna sovvenzione” peccato che nei fatti non riuscite a fornire un’informazione libera ed indipendente in quanto esprimete commenti che quasi nelle totalità sono critici o di contestazione.
Vista l’importanza che potrebbe avere un blog come il Vostro vi consiglio di riportare le notizie senza dargli un “taglio politico” ma di limitarvi a raccontare le vicende cittadine e lasciare che le persone esprimano il loro giudizio.
Spero che questo commento non venga cancellato e che venga riportato sul Vostro “Gazzettino” che solitamente riporta solo commenti che si addicono alla linea critica da Voi intrapresa.

Un cittadinio
utente anonimo

#21 30 Novembre 2006 – 12:57

Caro cittadino,
accogliamo la critica anche se ci sembra infondata. Per quanto riguarda la nota che citi («Indipendente dal comune e dalle parrocchie») è stata inserita perché in molti credevano che questo sito fosse comunale, gestito e sovvenzionato dal comune. Sul «Gazzettino», infine, quando riportiamo i commenti, non viene mai –mai- taciuto alcun punto di vista, ma sono sempre bipartisan e cercano di riassumere la discussione sul sito. Ti invitiamo a fare degli esempi per dimostrare il contrario. E sempre a proposito di «Gazzettino», sul prossimo troverai un articolo scritto da un visitatore di questo sito in cui non si fanno sconti né al comune, né alle opposizioni, né alla parrocchia. Sarai d’accordo, a un articolo così nessuno avrebbe concesso una riga sugli altri giornalini del paese. Ecco perché consideriamo il «Gazzettino» libero e indipendente.
Ciao,
Ivan
Bottanuco

#22 30 Novembre 2006 – 13:13

Eva, effettivamente leggendo il tuo commento e le sparate che hai fatto mi sembra che tu viva nel mondo fatato.

a) innanzitutto se si parla di ragazzi delle scuole medie si parla di ragazzi che hanno l’età mentale per riuscire ad andare a scuola a piedi, senza necessità di essere accompagnati in macchina. dato che Bottanuco non è un paese di transito di veicoli come ad esempio Capriate, non vedo perchè questi giovani non possano andare a scuola con le loro belle gambette, senza dover esser accompagnati dalla mammina. Al massimo esistono le biciclette.

Per quanto riguarda i parcheggi: vicino alle medie ci sono almeno 300 posti auto tra il piazzale del mercato e quelli della palestra. Quanti altri ne volete? Facciamo un bel multipiano?

b) se stai parlando di bambini delle scuole elementari allora ti posso capire. non voglio comunque entrare nel merito personale di ognuno, ma parlo in generale. e mi piacerebbe sapere statisticamente quante sono le donne che hanno questa problematica del “dover correre a timbrare e accompagnare i figli”. A me pare un’esasperazione per fare colpo. Quando timbro con 10 minuti di ritardo la mattina la sera esco 10 minuti dopo.

Il resto del discorso che fai lo condivido pienamente. E’ necessario aiutare le famiglie con figli a carico, soprattutto quelle con fasce di reddito medio basse. Per questo investire nelle scuole, nell’istruzione, e negli aiuti ai ragazzi e alle famiglie dovrebbe essere alla base della politica comunale ma anche nazionale.

Pippo Baudo.
utente anonimo

#23 30 Novembre 2006 – 17:22

pippo, hai ragione, i ragazzini potrebbero andare a piedi. ma a bottanuco ci sono tantissime mamme che li viziano portandoli in auto. che si fa? mauri
utente anonimo

#24 01 Dicembre 2006 – 07:08

Volevo dire al cittadino che invitava all’imparzialità benvenuto nel mondo fatato..a parte scherzi è forse vero quello che dice, pero’ se non vengono censurati i pareri contrari anche pesanti ed in assenza di spazi neutrali dove esprimersi, beh
io ringrazio i gestori di questo sito,è umano che abbiano una propria opinione…anzi forse li inviterei ad esprimersi piu’ palesemente, senza sforzarsi di essere neutrali…mi spaventa un po’ l’informazione che “si vende” troppo come obiettiva
utente anonimo

#25 01 Dicembre 2006 – 07:10

ops non ho firmato il commento sopra. Eva
utente anonimo

#26 01 Dicembre 2006 – 07:22

Pippo Baudo devo fare ammenda, siccome DOVEVO CORRERE A TIMBRARE non ho letto con attenzione che si parlava di scuole medie…ma i ragazzini delle scuole medie che abitano vicino vanno a scuola ancora accompaganti? Cmq è diritto di ciascuno fare cio’ che vuole ma alle scuole medie il parcheggio c’è (del mercato) grande e vicino..non capisco il problema e DEVO CORRERE A TIMBRARE (se arrivo un minuto in ritardo pago un quarto d’ora, niente recuperi) Eva-(che nel mondo fatato non vive proprio)

utente anonimo

#27 01 Dicembre 2006 – 16:20

trattandosi di scuole medie, i ragazzini che vanno in macchina vengono scaricati sul marciapiede. la mamma non è che parcheggia e lo accompagna fino all’ingresso. ma proprio perchè tutte le auto sostano per pochi secondi vicino al marciapiede, forse era più intelligente farle sostare in via kennedy e non in via papa giovanni, ovvero la via principale del paese, che così risulta inutilmente intasata. mauri
utente anonimo

#28 01 Dicembre 2006 – 16:42

XMara io intendevo dire che sarebbe troppo bello che chi ha redditi molto bassi non dovesse elemosinare i soldi come in realtà accade lo dico per esperienza…Ciao,Scrat
utente anonimo

#29 02 Dicembre 2006 – 10:07

sarebbe bello sì, ma da quello che ho capito chi ha un reddito molto basso e ha un figlio con una bella media del 7,5 la borsa di studio del comune non la prende. quindi non deve neanche elemosinare… ciao, Mara
utente anonimo

#30 02 Dicembre 2006 – 11:41

Ho provato anche con una media più alta e non è servito quando hanno cambiato qualcosa ormai avevo già il diploma!Ciao Scrat
utente anonimo

#31 03 Dicembre 2006 – 16:42

“Borsa di studio” = aiuto economico per poter studiare.
Altri tempi! Oggi tutti, ma proprio tutti hanno la possibilità di studiare ed allora togliamo il reddito e premiamo solo gli studenti che “ce la mettono proprio tutta” per formarsi raccogliendo ottimi voti.
L’imparato
utente anonimo

#32 03 Dicembre 2006 – 16:46

Mamme,
(anch’io lo sono) impariamo a stare a casa, a seguire i nostri figli, i nostri mariti, in modo da coltivare la nostra famiglia e non dover in un domani prossimo rimpiangere la scelta fatta!
Pochi, maledetti soldi e zac ci roviniamo!
Piuttosto ………………………..
Elena
utente anonimo

#33 03 Dicembre 2006 – 17:51

Elena, quanto guadagna tuo marito?
Quanti siete in famiglia?
Hai un’aiuto gratuito da genitori e/o suoceri?
Hai la casa di proprietà o sei in affitto?
Quando i tuoi figli vogliono un qualcosa di costoso e di moda che hanno tutti i compagni puoi permetterti di compraglielo o no?
Se no, imponi loro di “avere personalità” e non uniformarsi agli altri?
Porti a scuola i figli a piedi o in macchina?
Dopo vai al bar a fare colazione o torni a casa a fare i letti?
Fai la pasta fatta in casa tutti i giorni e le marmellate casalinghe o compri pasta secca e marmellate industriali?
Eva
utente anonimo

#34 05 Dicembre 2006 – 12:36

Eva me pare abbastanza fori.

E’ inutile sperare che voi mamme facciate qualcosa per evitare che i vostri figli si uniformino alla massa.

Sta di fatto che il tuo sarcasmo sul fatto che tu debba timbrare mi pare completamente fuori luogo. Io ripeto, quando timbro fuori orario, la sera esco recuperando i minuti. E onestamente quello del timbrare me pare na caz**** che nun se pò veramente sentì.

Pippo Baudo.
utente anonimo

#35 05 Dicembre 2006 – 13:28

Pippo, ti è andato di traverso il pranzo? Era solo un po’ di ironia! Ripetilo quanto vuoi che tu recuperi DOVE LAVORO IO NOOOO e che ti devo dire? Ogni azienda ha il suo regolamento!

Si, mi ha infastidito il tono del luogo comune espresso da Elena, quello che va bene a lei non necessariamente va bene alle altre donne. Ci sono troppo tante situazioni diverse per poter fare affermazioni del genere.

Si mi infastidisce anche il tuo tono “voi mamme”…semplicistico e per nulla costruttivo, mostra solo grande rabbia per una “massa” della quale evidentemente ti senti superiore…mah…..
utente anonimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: