In arrivo la seconda mensa

17 09 2006

Con l’inizio della scuola, alle elementari di Bottanuco sono cominciati i lavori della mensa che sorgerà nei locali dell’infermeria, dell’ex appartamento del custode e nel giardino di fronte (foto sopra). Comprenderà un grande salone (nel progetto è l’area verde), con vetrate e pilastri rivestiti in legno, una zona catering (in azzurro), i bagni (in blu), un magazzino (in rosa) e gli spogliatoi per il personale della mensa (in giallo). Il costo stimato è di 235 mila euro che comprende 26.418 euro di spese tecniche e 2.850 euro di spese per consulenze esterne. Il nostro paese avrà così due scuole elementari con due mense scolastiche visto che quella di Cerro, costata 161.524 euro (il costo stimato era di 154 mila euro), è attiva da quasi un anno. Questo sembra aver portato più iscritti alle elementari di Cerro: in questo anno scolastico sono 77, 15 in più rispetto al 2005/06, mentre quelli di Bottanuco sono rimasti invariati ovvero 189.

Annunci

Azioni

Information

One response

23 04 2007
I 15 commenti lasciati sul vecchio sito

come al solito soldi buttati nel cesso
utente anonimo

#2 18 Settembre 2006 – 15:06

In nome del campanilismo e del voto di scambio, un altro errore che un’Amministrazione seria e capace non dovrebbe commettere.
In economia una delle bestemmie piu’ grandi e’ l’inutile duplicazione dei costi. Assurdo. Come se a Bottanuco i soldi crescessero nell’orto!
Ora comincio davvero ad esserne stanco.
utente anonimo

#3 18 Settembre 2006 – 17:13

Bene bene
Tutto in doppio o quasi.
Forse ci stiamo arrivando passo passo….il prossimo è il raddoppio del COMUNE uno a Bottanuco e uno a Cerro.

utente anonimo

#4 18 Settembre 2006 – 21:52

ma in un paese come bottanuco ci sono così tante mamme che lasciano i piccoli in mensa? mi sembra strano. sarà soprattutto la gente che viene da fuori. ciao mara
utente anonimo

#5 18 Settembre 2006 – 23:01

“sarà soprattutto la gente che viene da fuori”, già, che negli ultimi anno sta aumentando a vista d’occhio, ed è quasi tutta gente che ha genitori che lavorano al di fuori del paese. Ben venga la mensa
utente anonimo

#6 19 Settembre 2006 – 17:50

La garanzia del servizio non implica per forza duplicazione dei costi…
O, almeno, cosi’ dovrebbe essere.

L’idea di un unico polo scolastico non e’ mai venuta a nessuno? Rivolgo questa domanda alla precedente Amministrazione, che invece di concedere permessi per l’edilizia privata fino a saturare ogni spazio poteva vedere un po’ piu’ in la’ del proprio naso!

E dire che ha avuto 25 anni di tempo per pensarci…
utente anonimo

#7 19 Settembre 2006 – 20:49

EDILIZIA EDILIZIA EDILIZIA. COSTRUIRE COSTRUIRE COSTRUIRE. $ $ $
utente anonimo

#8 20 Settembre 2006 – 11:17

Si cosruire, costruire, costruire….!!! Cipollino
utente anonimo

#9 20 Settembre 2006 – 17:21

per il numero 5: ben venga la mensa o ben vengano le mense?
mauri
utente anonimo

#10 21 Settembre 2006 – 16:22

TROVO CHE SIA UNO SPRECO DI DENARO INUTILE. PERO’ CAPISCO LE RAGIONI DI CHI HA VOLUTO FARE DUE MENSE. FARNE UNA SIGNIFICAVA SCEGLIERE: O BOTTANUCO O CERRO. SAREBBE STATA UNA SCELTA IN OGNI CASO IMPOPOLARE, CHE AVREBBE LASCIATO SCONTENTA UNA PARTE DELLA POPOLAZIONE.
utente anonimo

#11 21 Settembre 2006 – 17:15

Spero che il comune abbia fatto una scelta ponderata in base a dati e richieste delle famiglie. Altrimenti l’ennesimo spreco.

C’è da chiedersi chi dovrà sostenere le spese per la gestione della mensa: le famiglie dei bambini o l’intera comunità?

L’alimentazione nei bambini è fondamentale. Bambini nutriti correttamente provocano minori spese sanitarie al paese, meno problemi d’obesità infantile e bambini più attenti a scuola.

Qualcuno chieda al comune il perchè di questa scelta.
utente anonimo

#12 22 Settembre 2006 – 12:45

E allora io sono stanco di seppellire i miei morti a Cerro! Esigo un cimitero a Bottanuco!!!

E voglio anche una piattaforma ecologica tutta per noi di Bottanuco!

Ci rendiamo conto dell’assurdita’?!? Cosi’ non si fa’ altro che fomentare la (presunta) divisione e il campanilismo. E’ ora di finirla!
utente anonimo

#13 22 Settembre 2006 – 14:46

e l’asilo nido chi pensate che lo paghi? le famiglie chi vi mandano i figli o tutta la popolazione? ovvio, tutta la popolazione. trentamila euro più affitti vari mica li recuperano con la retta di dieci bambini. idem le due mense. andrea
utente anonimo

#14 23 Settembre 2006 – 17:48

AMMINISTRARE sgnifica programmare: si prevede 20anni prima ciò che potrà servire 20anni dopo e si comincia a rimboccarsi le maniche.
Noi invece, cari concittadini, continuiamo a votare maggioranze fallimentari:
– programmazione zero
– mutui tanti
– politica del domani nulla
Non lamentiamoci, l’abbiamo voluto noi!
Augusta
utente anonimo

#15 23 Settembre 2006 – 23:20

il punto è che il paese continua a espandersi. quindi che senso ha investire dei soldi in un negozio affittato (non ci sarà mai la possibilità di ingrandirlo) per 10 bambini????
utente anonimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: