C’è un grande prato verde

13 05 2006

Gli abitanti del condominio «Il Convento», in via Trento, ci segnalano lo stato in cui si trova il parco comunale di fronte al loro edificio: da diverse settimane l’erba rende impraticabile i giochi per i bambini (foto). Questo sia per l’altezza raggiunta, superiore ai 40 cm, sia perché la vegetazione folta e incolta diventa habitat di sciami d’insetti. La situazione è simile in tutti gli altri parchi del paese (in particolare quello di Cerro e quello dei «Portici») e negli spazi di verde comunale, ma proprio in questi giorni si sta provvedendo a tagliare l’erba. Il compito spetta alla ditta esterna che detiene l’appalto del verde: secondo il bilancio comunale del 2006, tale ditta viene pagata quest’anno 28.000 euro.

Annunci

Azioni

Information

One response

23 04 2007
I 19 commenti lasciati sul vecchio sito

per la serie: quando si parla di decoro del paese. mara
utente anonimo

#2 14 Maggio 2006 – 14:29

E’ naturale che nel nostro paese non si curano i parchi pubblici: lo sanno tutti che i bambini non portano soldi. Perchè allora non asfaltare tutti gli spazi verdi e costruire dei redditizi parcheggi a pagamento? Chiaramente dando l’appalto alle imprese giuste… Silvio
utente anonimo

#3 14 Maggio 2006 – 23:20

al parchetto dietro la chiesa l’hanno tagliata venerdì. anche se non era in quelle condizioni in cui si trova il parchetto nella foto. comunque penso (e vi aguro) che questa settimana la taglieranno anche lì. Mauri
utente anonimo

#4 15 Maggio 2006 – 15:26

28 mila euro all’anno per avere l’erba alta mezzo metro? per non parlare delle aiuole in genere e degli alberi che crescono a dismisura senza essere potati (al massimo abbattuti, dai bersaglieri, ovviamente il costo è a parte). andrea
ps il gazzettino quando esce ancora?
utente anonimo

#5 15 Maggio 2006 – 21:34

CARO COMUNE, HO NOTATO CHE OGGI, DOPO SETTIMANE IN CUI LA SITUAZIONE E’ DAVVERO INCRESCIOSA E INDECOROSA, E’ STATA TAGLIATA L’ERBA. PER QUESTO SARA’ IL CASO DI RIVEDERE QUELL’APPALTO CHE HAI FATTO CON LA DITTA ESTERNA. NON PUOI PERMETTERE CHE I TUOI CITTADINI VIVANO PER SETTIMANE IN UN PARCO CONCIATO IN QUELLA MANIERA. NOI LE TASSE COMUNALI LE PAGHIAMO, E QUINDI ABBIAMO DIRITTO AD UN PARCO DECENTE. GIA’ LASCIANO TUTTI UN PO’ A DESIDERARE PER I GIOCHI, LE PANCHINE E LE MISERE PIANTE CHE CI SONO, SE POI C’E’ UN ERBA ALTA MEZZO METRO SONO DAVVERO INVIVIBILI!
utente anonimo

#6 16 Maggio 2006 – 13:32

Ma una volta l’erba non veniva tagliata dalle persone del paese, tipo i bersaglieri o le altre associazioni? piuttosto che darlo a una ditta esterna, sarebbe meglio sentire ancora loro, ovviamente se sono disponibili. le ditte esterne tagliano l’erba in base al loro calendario, se intanto è alta 50 cm a loro non importa. invece le persone del paese penso abbiano più interesse a mantenere li parchi in condizioni decenti.
Pensavoate

#7 16 Maggio 2006 – 19:54

Ho visto che hanno tagliato l’erba nel parco di via trento. sono passata e ho visto un lampione per terra. sono stai quelli che hanno tagliato l’erba a buttarlo giù? se sì, complimenti! mara
utente anonimo

#8 17 Maggio 2006 – 10:57

E’ vero, c’è un lampione per terra che prima di tagliare l’erba era in piedi.
Pensavoate

#9 17 Maggio 2006 – 16:14

SI VABBE STIAMO ESAGERANDO ADESSO MANCO AVESSERO USATO UN BULLDOZER!!! USANDO LA TESTA LA FORZA SPRIGIONATA DA UN TAGLIA ERBE E’ IN GRADO DI SRADICARE UN PALO DELLA LUCE? E SE E’ SUCCESSO VERAMENTE INVECE DI INCOLPARE LA DITTA CHE TAGLIA L’ERBA NON E’ FORSE COLPA DELLA DITTA CHE SI E’ OCCUPATA DI PIANTARE CODESTI PALI?
ALLORA PRIMA DI SCRIVERE CORBEZZOLERIE CONTATE FINO A DIECI!!!(E IN QUESTA FRAZIONE DI TEMPO PENSATE A CIO’ CHE DITE SE NO FARETE LA FIGURA DI IGNORANTI CHE SANNO SOLO E DICO SOLO!!!! CRITICARE QUALSIASI DECISIONE E PROVVEDIMENTO PRESO DA COLORO CHE LA PENSANO DIVERSAMENTE DA VOI)
LUCIANO M.
utente anonimo

#10 17 Maggio 2006 – 16:52

mi sa che sei tu che dovresti pensare fino a 10 prima di scrivere. dove hai letto di un palo della luce? si parla di un lampione, i tipici lampioni da parchetto pubblico con il fusto di plastica e la boccia. con il trattorino tagliaerba che usano non è certo impossibile urtarlo e buttarlo giù. dicendo che c’è un lampione a terra si sta facendo critica? mi pare di no, ma di una semplice presa d’atto di una situazione. la critica, peraltro infondata e nervosa, la stai facendo tu…
Pensavoate

#11 17 Maggio 2006 – 20:39

sottoscrivo il commento numero 10. si tratta di un lampione da parchetto. la prossima volta cercherò di essere più precisa nei termini perchè qui ci si attacca alle sfumature linguistiche pur di far polemica. mara
utente anonimo

#12 17 Maggio 2006 – 20:48

per Pensavoate
mi voglio scusare per il mio commento precedente dato dall’erronea interpretazione di “lampione” visto che per lampione (scritto cosi in modo generico) uno pensi che si stia parlando di “grosso fanale per l’illuminazione stradale fissata al muro o sorretto da una colonna di ghisa” o per lo meno di un apparato di illuminazione un po piu massiccio di una “LANTERNA PLASTICA PER GIARDINI”.
Cmq in riferimento alla critica non era riferito alla tua constatazione(#8) (scusa se mi permetto di darti del tu) ma ad altri commenti e non mi riferisco solamente a questa parte del sito ma in generale perchè molto spesso (non sempre è inteso!!)si tende a scrivere su questo blog tanto per sfogarsi contro il comune o perche’ ci sta sulle cosi dette scatole l’amministrazione o per cattiva informazione (come è successo a me, una erronea interpretazione di una parola che scritta cosi come è puo’ essere capita in diversi significati)
Luciano M.
utente anonimo

#13 17 Maggio 2006 – 23:58

Luciano M,
certo che possiamo darci del tu. sfogarsi contro l’amministrazione comunale è più che lecito per un cittadino, logicamente si è più legittimati a farlo quando si parla con cognizione di causa. di fronte a un’erba così alta da rendere impraticabili i giochi mi pare non ci siano dubbi. sul fatto della cattiva informazione, ti dirò, io grazie a questo sito vengo a sapere tante cose che altrimenti non potrei mai conoscere. non so neanche chi ci sia dietro questo sito, comunque penso di essere in grado di distinguere una notizia vera, fondata e credibile da una che non lo è. poi c’è la possibilità di lasciare un commento che alla fine serve un po’ a farsi sentire. se l’effetto è di critica è anche un po’ scontato. sai come si dice: piove, governo ladro. ciao
Pensavoate

#14 18 Maggio 2006 – 18:26

La zona dell’area feste è piena di buche per la festa della pianta e di cocci di vetri rotti abbandonati per terra.
Penso sia il caso che il comune provveda alla sistemazione anche di questa area, quantomeno per permettere alle quattro feste che si avvicenderanno da qui a luglio di svolgersi nel migliore dei modi, ma anche perchè il prato è frequentato spesso da bambini/e della pallavolo, che approfittano di queste giornate di sole per uscire dalla palestra.

Spero arrivi questa richiesta in comune. Grazie.

utente anonimo

#15 18 Maggio 2006 – 21:53

Gentile utente 14,
abbiamo girato la tua richiesta direttamente al comune.
Grazie della segnalazione.
Bottanuco

#16 19 Maggio 2006 – 09:48

la natura deve seguire il suo corso.Se l’erba e le piante crescono non c’è da preoccuparsi…..prima o poi questa erba si taglierà…Come al solito è un’altra inutile polemica! Cipollino
utente anonimo

#17 19 Maggio 2006 – 09:56

bravo, allora non tagliarti mai i capelli, quando ti arriveranno ai piedi dirai “la natura ha fatto il suo corso”.
ma scusa, noi paghiamo il comune, il comune paga una ditta esterna, e la ditta esterna deve tagliarla sta erba, senza aspettare quando è alta mezzo metro! se è alta mezzo metro sui bordi delle strade o sul provinciale uno chiude anche un occhio. ma non si può lasciare in quello stato un parco comunale per bambini all’interno di una zona residenziale! andrea
utente anonimo

#18 19 Maggio 2006 – 23:26

sono d’accordo, è una zona residenziale, ne va del decoro del paese. Mauri
utente anonimo

#19 20 Maggio 2006 – 20:09

Certo, lasciamo che la natura faccia il suo corso… dimentichiamoci degli argini per i fiumi e lasciamo allagare i paesi; aspettiamo che i parchi pubblici diventino delle savane; evitiamo di riparare le case quando ci sono i terremoti. Del resto, se la natura deve fare il suo corso… Silvio
utente anonimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: