Applausi per gli «Amici del teatro»

18 03 2006

Sono tutte facce più o meno note del nostro paese. Insieme formano gli «Amici del Teatro», una compagnia teatrale che a 10 anni dalla sua formazione continua a mietere successi. teatro5L’ultimo dei quali si chiama «Ol conte Del gelso», una commedia dialettale che ha debuttato il 18 febbraio a Chignolo di fronte a 400 persone. L’autore è il nostro compaesano Antonello Esposito il quale è stato ora contattato da una compagnia di Caponago (Mi) che desidera metterne in scena una versione in milanese. Dietro a questo successo c’è un grande impegno di tutto il gruppo: fanno prove anche 3 volte la settimana in una saletta dell’oratorio. Nella foto, in prima fila da sinistra, Rosa (costumista), Antonietta Moioli e Antonietta Sala, Silvia, Ambrogina, Antonella e Nicola; dietro, Lino, Claudio, Antonello, Alfredo, Rossano (che è anche il regista della compagnia) e Lionello. Il dipinto di Città Alta che vedete alle loro spalle è stato fatto da Alberto Lucchini. Si ringrazia Rossano Pirola

Annunci

Azioni

Information

One response

23 04 2007
I 21 commenti lasciati sul vecchio sito

Complimenti agli attori della compagnia. Io a chignolo c’ero. Perchè non fate gli spettacoli anche a bottanuco? Mara
utente anonimo

#2 20 Marzo 2006 – 00:16

ambrogina mi fa impazzire, merita l’oscar della recitazione dialettale.
utente anonimo

#3 20 Marzo 2006 – 13:18

Ma recitano gratis? O si paga il biglietto per vederli? E il comune gli dà qualcosa? Andrea
utente anonimo

#4 20 Marzo 2006 – 15:02

La compagnia opera assolutamente senza scopo di lucro e nessuno dei componenti riceve uno stipendio. Lo si fa per passione e per il cosiddetto “brivido da palcoscenico”. L’impegno e’ tanto ma altrettante le soddisfazioni. Per quanto riguarda la domanda di Mara, purtroppo in paese non c’e’ (ancora) una struttura dedicata perche’ il teatro dell’oratorio e’ in costruzione. L’anno scorso abbiamo comunque rappresentato la commedia “Tocc i grop i ve al peten” all’Auditorium Comunale e presso
la scuola materna di Cerro, con risultati comunque soddisfacenti, anche grazie a tutti quelli che ci danno una mano (il Gruppo Alpini e Fabrizio, in primis).
Non siamo professionisti e abbiamo tanto da imparare. E non siamo un gruppo a numero chiuso, anzi! Siamo sempre lieti di accettare nuovi attori e attrici: non vinceremo certo l’Oscar, ma ci divertiamo.Grazie per i complimenti e per le critiche.
pyross

#5 20 Marzo 2006 – 15:19

Ma ad esempio per i costumi, locandine, ecc il comune vi dà qualcosa? e perchè al posto della saletta dell’oratorio non usate una sala comunale? sotto la biblioteca non sarebbe male… comunque complimenti! Andrea
utente anonimo

#6 20 Marzo 2006 – 16:27

Non mi risulta (ma potrei essere smentito) che negli ultimi tre anni la compagnia abbia mai ricevuto contributi del genere, forse perche’ non ne abbiamo mai chiesti.
Ricorrere all'”arte dell’arrangiarsi” e’ spesso meglio dei quattrini…
Per quanto riguarda l’utilizzo di strutture comunali, non ci abbiamo mai pensato. Diciamo che l’oratorio e’ un luogo a cui siamo abituati/affezionati.
pyross

#7 20 Marzo 2006 – 17:17

Allora un complimenti ancora più grosso! Andre
utente anonimo

#8 20 Marzo 2006 – 19:28

complimenti anche da parte mia. vi do un’idea: fate un dvd dei vostri spettacoli. non è difficile farli e vedete che si vendono bene, sul sagrato della chiesa oppure mettete un banchetto quando vi esibite. luca
utente anonimo

#9 21 Marzo 2006 – 19:32

è molto triste che in paese non ci sia un posto dove gli amici del teatro possano fare il loro spettacolo. Mauri
utente anonimo

#10 22 Marzo 2006 – 20:29

Uno spettacolo all’aperto quest’estate? sicuramente meglio dei girasoli!!! oppure l’hanno fatto? magari quando ero in vacanza. Mi sembra strano che il comune non ci abbia pensato…
utente anonimo

#11 23 Marzo 2006 – 08:55

Allestire uno spettacolo teatrale all’aperto comporta dei problemi logistici: le quinte, il suggeritore, i camerini dove cambiarsi, l’audio, ecc. L’idea non e’ comunque male!
Per quanto riguarda i Girasoli, pur non piacendomi e pur essendosi esibiti in playback (!!), bisogna
ammettere che e’ stata un’iniziativa azzeccata. Se lo spirito era quello di far uscire i cittadini da casa e coinvolgerli in una allegra serata nella nostra cosi’ poco utilizzata piazza, gli organizzatori hanno esattamente centrato l’obiettivo.
pyross

#12 23 Marzo 2006 – 09:57

I Girasoli sono proprio uno spettacolo per i giovani! e poi li hanno fatti venire nei giorni in cui gli anziani erano a Carona col parroco… Quando avete in programma il prossimo spettacolo? Lì sì che ci si diverte, altro che girasoli! Andrea
utente anonimo

#13 23 Marzo 2006 – 12:13

E’ fin troppo ovvio che ogni tipo di spettacolo e’ adatto piu’ ad un certo tipo di pubblico che non ad altri.
Ritengo, a rischio di generalizzare (cosa che necessariamente accade quando si parla per categorie), che lo stesso teatro dialettale piaccia maggiormente alle generazioni piu’ mature che non ai “giovani”.
Pur non volendo prendere le difese di nessuno, bisogna ragionevolmente considerare che ospitare I Girasoli, cosi’ come tutti quei gruppi artistici e/o musicali con una consolidata
fama sul territorio, significa spesso adattarsi alla loro agenda.
Non posso credere che sovrapporre l’iniziativa con il soggiorno a Carona sia stato fatto apposta.Del resto, anche il Rock Island o il Motoraduno vengono organizzati quando la gente e’ in ferie (compresi i “giovani”), ma nessuno si e’ mai lamentato.
Speriamo che valga come esperienza per l’estate prossima.
pyross

#14 23 Marzo 2006 – 13:15

il teatro dialettale fatto dai propri compaesani interessa un pubblico decisamente più trasversale dei girasoli… Andrea
utente anonimo

#15 23 Marzo 2006 – 14:25

Mi fa piacere che la pensi in questo modo.
pyross

#16 23 Marzo 2006 – 22:41

anch’io c’ero a chignolo. ma una compagnia famosa come questa deve servire a valorizzare il nostro paese! speriamo di vedere presto uno spettacolo a bottanuco! antonietta
utente anonimo

#17 23 Marzo 2006 – 23:56

carissimo andrea e amici tutti………..venite al “C 6 AL GIOVE” ogni giovedì sera, inoltre vi attendiamo alla grande festa etnica di sabato sera 01 aprile dalle 20:30 sempre presso l’oratorio di bottanuco…………..ci divertiremo un mondo!!!!! ciao ciao good night, a cura del gruppo ado-giovani oratorio di bottanuco.
utente anonimo

#18 24 Marzo 2006 – 16:09

festa etnica?
utente anonimo

#19 25 Marzo 2006 – 23:17

per gruppo ado giovani , per festa etnica cosa si intende..una festa per beneficenza al terzo mondo..o è come un pigiama party,,travestiti da flincston??
m@uro
utente anonimo

#20 28 Marzo 2006 – 15:03

Io non ho mai visto recitare gli amici del teatro. per questo non vedo l’ora! spero che trovino presto un posto a bottanuco per i loro spettacoli. Ciao
Pensavoate

#21 29 Marzo 2006 – 17:52

Ei fu … siccome immobile …… dato il mortal sospiro ……
Eugenia
utente anonimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: